SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

FOTO Concordia, San Felice, Cento, ecco i progetti di ricostruzione finanziati da lavoratori e imprese

Ricostruzione EmiliaDal terremoto alla ricostruzione, presentati oggi a Roma i progetti di ricostruzione con i contributi di lavoratori e imprese “Fondo sisma Confindustria Cgil Cisl Uil Conservizi”

L’accordo nazionale 
Il 30 maggio 2012  il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi e i Segretari generali
CGIL Susanna Camusso,  CISL Raffaele Bonanni e UIL Luigi Angeletti hanno attivato  –
in analogia con  interventi  svolti  in precedenti occasioni  –  un Fondo di  solidarietà 
per  le  popolazioni,  i  lavoratori  e  i  sistemi  produttivi  colpiti  dal  sisma  del  22  e  29 maggio, al quale ha aderito successivamente Confservizi.
Le  Parti  sociali  hanno  quindi  promosso,  in  collaborazione  con  le  rispettive
articolazioni territoriali,  la raccolta nelle aziende di contributi volontari.

Casa della musica a Pieve di Cento

Casa della musica a Pieve di Cento

La raccolta del Fondo 
Sono  confluiti nel  Fondo  interconfederale  i  contributi  volontari dei  lavoratori, pari
all’equivalente  di  un’ora  di  lavoro  e,  da  parte  delle  imprese,  pari  alla  somma  dei
versamenti dei propri dipendenti.
L’adesione al Fondo è stata molto positiva: al 31 dicembre 2013 sono stati  raccolti 7.765.672,40 euro.

L’operatività del Fondo 
Le  Organizzazioni  imprenditoriali  e  sindacali  dell’Emilia‐Romagna  e  di  Mantova
hanno  ricevuto  l’incarico operativo,  in qualità di  rappresentanti  sul  territorio delle
rispettive organizzazioni nazionali,  della gestione del Fondo e di tutte  le attività ad
esso connesse.

Il Gruppo  di  lavoro  a  ciò  dedicato  –  costituito  da Mario Agnoli,  Mauro  Redolfini,
Graziano  Cremonini,  Vincenzo  Colla,  Giorgio  Graziani,  Gianfranco Martelli  –     ha
condiviso  metodologia,   caratteristiche  e  contenuti  principali  delle  opere  da
realizzare con le risorse del Fondo.

Centro socio-sanitario San Felice

Centro socio-sanitario San Felice

Stretta connessione con il territorio 
La  filosofia di  fondo  che ha  guidato  le  scelte dei promotori del  Fondo  si  sostanzia
nella volontà di contribuire a rivitalizzare  i territori feriti dagli effetti del terremoto,
con  la  realizzazione  di  opere  funzionali  alle  esigenze  espresse  dai  lavoratori,  dalle
loro famiglie e dalle imprese.

Per  individuare  le  opere  necessarie  ed  utili,  si  è  cercato  di  individuare,  tramite  le rappresentanze  sindacali  ed  imprenditoriali,  le  esigenze  concrete  delle  comunità locali, a partire dai fabbisogni dei lavoratori e delle imprese.
Le esigenze sono state verificate e confrontate con  i rappresentanti delle Istituzioni
dei  territori,  cioè  Comuni  e  Province,  tenendo  conto  anche  degli  interventi
autonomamente definiti dalla Regione per quanto di propria competenza.

L’individuazione delle aree  in cui collocare gli  interventi è avvenuta sulla base delle
indicazioni  raccolte  da  lavoratori  ed  imprese  e  un’attenta  verifica  con  i  Comuni
coinvolti e la struttura del Commissario per la ricostruzione.
Un particolare elemento di novità, per quando riguarda il legame con il territorio, è il
coinvolgimento di un gruppo di  giovani architetti ed  ingegneri  residenti nelle aree
del sisma, selezionati per  l’occasione.   Essi, oltre a contribuire alla progettazione e
realizzazione  degli  interventi,   hanno  avuto  il  compito  di  instaurare  un  rapporto
costante con le comunità locali e una funzione di “ascolto”.

Le caratteristiche:  identificabilità ed innovatività  

Gli interventi saranno connotati, in particolare, da:

‐ identificabilità  e  tipicità  delle  opere,  sia  da  un  punto  di  vista  funzionale  sia
architettonico;
‐ innovatività dei materiali e delle tecniche costruttive;
‐ sperimentazione  tecnica,  con  performances  energetiche  e  di  sostenibilità
ambientale.

Centro sport Bondeno

Centro sport Bondeno

Destinatari e tipologie:  dai giovani alla terza età  

Circa  l’individuazione  dei  principali  beneficiari  degli  interventi,  si  è  deciso  di
realizzare  opere  riferibili  alle  diverse  fasi  della  vita  che  caratterizzano  la  struttura
sociale:  giovani, famiglie, anziani.

In  primis  i  giovani,  per  offrire  loro  strutture  ricreative  ed  impianti  sportivi  e,  più
ancora, luoghi di incontro, nell’ottica di rafforzare il rapporto con i territori nei quali
sono cresciuti. Poi famiglie e gli anziani, con particolare attenzione alle disabilità. Si è deciso di
fornire a queste famiglie strutture avanzate per la gestione delle attività quotidiane
delle persone portatrici di handicap.

schema intervento ricostruzione

L’affidamento  dei  lavori  di  progettazione  ad  un  architetto  di  chiara  fama,
l’architetto Mario Cucinella e  il suo studio Mario Cucinella Architects,   rappresenta
una ulteriore conferma dell’eccellenza del progetto che il Fondo intende realizzare.

Nel  maggio  2013  lo  Studio  ha  selezionato,  su  oltre  160  candidature,  sei  giovani
architetti e ingegneri residenti nelle aree del sisma, sotto i 30 anni.

Questi  professionisti  sono  protagonisti  del  Workshop  “Costruire  per  ricostruire
presso lo Studio Cucinella,  con l’obiettivo di progettare e coordinare la realizzazione
degli interventi, in stretta connessione con le comunità locali.

La  ricostruzione  diventa  così  occasione  per  “far  crescere”  professionalmente  un
gruppo di giovani laureati del territorio

Rubriche

Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    L'auto più bella del mondo? E' la Ferrari Portofino
    L'auto più bella del mondo? E' la Ferrari Portofino
    La casa automobilistica di Maranello riceve il premio "Red Dot: Best of the Best" nella categoria Product Design per l'eccellenza stilistica[...]
    Si ferma al semaforo e l'auto prende fuoco
    Si ferma al semaforo e l'auto prende fuoco
    Illesa, ma molto spaventata la conducente del veicolo[...]
    "Un anno vissuto intensamente" va alle stampe (con countdown) il primo libro di Andrea Lodi
    "Un anno vissuto intensamente" va alle stampe (con countdown) il primo libro di Andrea Lodi
    E' il romanzo d’esordio dell'aziendalista di San Prospero. Per vedere la luce deve avere un certo numerodi prenotazioni in poco tempo[...]
    Una "Suite in rosso" per l'artista Simona Bergamini
    Una "Suite in rosso" per l'artista Simona Bergamini
    A fine luglio sarà ospite in Umbria, di un festival musicale che si terrà a Piediluco in provincia di Terni [...]
    Hicham è scomparso da San Prospero da 4 mesi
    Hicham è scomparso da San Prospero da 4 mesi
    La famiglia, conosciuta e stimata in paese, è disperata.[...]
    Vince la staffetta e diventa simbolo dell'Italia che non è razzista: è di Modena
    Vince la staffetta e diventa simbolo dell'Italia che non è razzista: è di Modena
    L'immagine che la ritrae sorridente con le compagne appena vinta la corsa è diventata virale [...]
    Calcio Cavezzo, le squadre fanno combine e scatta la punizione
    Calcio Cavezzo, le squadre fanno combine e scatta la punizione
    Motta e e Disvetro hanno pareggiato e questo avrebbe permesso a entrambe di qualificarsi. Ma non è andata così[...]
    Una gelateria di Mirandola firma la torta per l'ex gieffina Melita Toniolo
    Una gelateria di Mirandola firma la torta per l'ex gieffina Melita Toniolo
    La showgirl ha fatto realizzare il dolce in occasione del 40esimo compleanno del compagno Andrea Viganò[...]
    Bimbo di Mirandola scrive alla regina Elisabetta. E lei gli risponde
    Bimbo di Mirandola scrive alla regina Elisabetta. E lei gli risponde
    Ha ringraziato il piccolo Benedetto per il gentile pensiero rivolto a sua Maestà[...]
    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Con la sua Osteria Francescana è di nuovo al primo posto dei 50 Best Restaurant. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: