Gioco d’azzardo, un concorso per dire no alla dipendenza

Businessman at Card TableAspettative per il nuovo anno? Aprire il vocabolario, cercare la voce “gioco” e constatare soddisfatti che tra le sue declinazioni non compare il termine “azzardo”. Non è una letterata utopia di un gruppo di linguisti, ma l’obiettivo di “Mettiamoci in gioco” – campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo. È un’iniziativa nazionale nata nel 2012 ed è promossa da istituzioni, associazioni e sindacati. Tra questi, non poteva mancare la Uisp, che sfida il gioco d’azzardo bandendo il concorso “Gioco per gioco”. I partecipanti potranno esprimere la propria idea di gioco edificante attraverso la produzione di elaborati artistici di tipo digitale, fotografico, pubblicitario, teatrale e narrativo. Gli obiettivi sono due: valorizzare l’attività ludica e gli stili di vita sani ed esercitare pressione sulle istituzioni in direzione di un cambiamento della legislazione attuale.

Ma quali sono i numeri e le vittime del gioco d’azzardo? Un fatturato annuo di 80 miliardi di euro è stato immesso nel mercato a causa della capillare diffusione di lotterie, slot machine, poker e scommesse. È un’attività che colpisce svariate categorie sociali: dai giovani ai pensionati fino ai disoccupati, forse i più esposti di tutti. Parallelamente sono aumentate le spese dello Stato, in termini di costi sanitari, sociali e relazionali. Il numero dei giocatori patologici, o ad alto rischio di dipendenza, si stima essere intorno al milione. “Chiunque in un luogo pubblico, o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie tiene un gioco d’azzardo o lo agevola è punito dalla legge”. Così recita dal 1930 l’articolo 718 del codice penale. Tuttavia la moderna legislazione ha reso il confine tra gioco legale e gioco d’azzardo davvero sottile.

Uisp vuole condividere l’obiettivo di “Mettiamoci in gioco” con i suoi soci e dirigenti per dare un segnale di forte consapevolezza nei confronti del tema del gioco d’azzardo e delle sue conseguenze. Lo scopo è in linea anche con quanto sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani. La selezione dei vincitori del progetto sarà affidata a una commissione nominata dalla direzione nazionale Uisp che assegnerà quattro premi. L’iscrizione al concorso “Gioco per gioco”, totalmente gratuita, entro il 31 marzo, permetterà ai partecipanti diinterpretare e descrivere il gioco positivo attraverso l’espressione libera dell’arte. Una sfida ulteriore per ricercare nuove definizioni di un concetto, di per sé, aperto a molte ambiguità.

Scarica il bando del concorso

Stasera a Medolla si terrà una conferenza pubblica sul tema della dipendenza dal gioco d’azzardo. Alle ore 21 presso la Sala Conferenza dell’Hotel “La Cantina” di Medolla.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Come faceva il noto scrittore peruviano che raccontava la sue avventure in sudamericane, il medico di Cavezzo con penna e foto descrive i suoi viaggi nelle terre dei Nativi.[...]
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Sono state installate da un paio di giorni e non sono certo passate inosservate[...]
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    Le due famiglie della Bassa sono fedelissime della Riviera romagnola e il Comune di Cervia le ha premiate[...]
    Nuovo ponte di Bomporto, due aree pedonali per assistere al varo
    Nuovo ponte di Bomporto, due aree pedonali per assistere al varo
    La spettacolare operazione prende il via alle ore 9 per proseguire tutta la giornata [...]
    Giovani vengono stipendiati per stare in vacanza e divertirsi. E' "Il lavoro più bello del mondo"
    Giovani vengono stipendiati per stare in vacanza e divertirsi. E' "Il lavoro più bello del mondo"
    L'offerta di lavoro è proposta dal Silb di Rimini (l'associazione delle discoteche e delle sale da ballo), in collaborazione con Apt, Black marketing Guru e Confcommercio di Rimini[...]
    Bloccato a 15 metri d'altezza per ore, disavventura per un operaio
    Bloccato a 15 metri d'altezza per ore, disavventura per un operaio
    L'uomo ha cercato senza esito di richiamare l'attenzione di qualche passante o condomino.[...]
    Solidarietà, i bambini di Chernobyl in visita in Regione
    Solidarietà, i bambini di Chernobyl in visita in Regione
    Giornata di riflessione per fare il su accoglienza e prevenzione sanitaria attivati in Emilia-Romagna dopo l'incidente alla centrale nucleare di 31 anni fa. [...]
    A Bomporto si va in apnea per conoscere le immersioni sott'acqua
    A Bomporto si va in apnea per conoscere le immersioni sott'acqua
    Le lezioni pratiche si sono svolte anche nella piscina ad Y-40 di Montegrotto, la più profonda al mondo[...]
    Mirandolese va dai Carabinieri e si lamenta: "Questa marijuana è di cattiva qualità"
    Mirandolese va dai Carabinieri e si lamenta: "Questa marijuana è di cattiva qualità"
    È stato fermato in un posto di blocco a Carpi mentre era diretto in caserma [...]
    Combatte per i diritti dei disabili, ora è laureata: Elisa Bortolazzi è da 110 e lode
    Combatte per i diritti dei disabili, ora è laureata: Elisa Bortolazzi è da 110 e lode
    La giovane di San Felice sul Panaro, costretta sulla sedia a rotelle, realizza un obiettivo costato tanta fatica, sacrifici e battaglie[...]