La Cispadana non s’ha da fare, boom di firme per dire no alla nuova autostrada

La Cispadana non s’ha da fare. La nuova autostrada che taglierebbe a metà l’Emilia, andando da Rolo -Reggio Emilia- a Ferrara (ma già si è progettata fino verso Ravenna) è osteggiata da molti, soprattutto sul web, dove la petizione per fermare questa grande opera ha già superato quota mille firme.

I promotori della petizione spiegano che “la Cispadana transiterebbe” in un territorio vocato alla produzione agricola, in particolare al Parmigiano Reggiano e Grana Padano. Si prevede un passaggio giornaliero di circa 50 mila veicoli, che porteranno un elevatissimo inquinamento dell’aria, pericoloso per i residenti, e che si depositerà nei tanti campi di Erba Medica, usata per l’alimentazione delle Mucche da latte. Il tratto da Rolo a Ferrara, provocherà un consumo di suolo, di circa 1500/2000 ettari, oltre alla rovina eterna del parco Regionale del Malaffitto, lascito di Matilde Di Canossa”.

Sul gruppo Facebook dei promotori della petizione troverete tutte le argomentazioni anti Cispadana. Clicca qui per firmare la petizione.

cispadana no

Ci sono anche molte argomentazioni PRO Cispadana, le trovate qui, nel sito dei promotori dell’autostrada. Secondo loro, l’opera porterà sensibili benefici in termini di:

  • tempi di percorrenza: riduzione di 30 minuti (-50%) rispetto al percorso autostradale A22-A1-A13 e di 1 ora e 15 min (-70%) rispetto alla viabilità secondaria esistente;
  • costi di viaggio (carburante e pedaggio): circa -8.12€ (-35%) rispetto al percorso autostradale e circa -1.33€ (-8%) rispetto alla viabilità secondaria esistente;
  • viabilità: miglioramento dell’accessibilità del territorio e dell’efficienza della rete locale grazie alla specializzazione del traffico.

no cispadana

Sul Panaro on air

    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • WatchCasa Famiglia e giovani immigrati: parla il sindaco di Medolla Filippo Molinari
    • WatchA San Prospero ecco lo stato in cui versa via Verdeta

    Curiosità

    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    I nuotatori di Atlantide Onlus sono partiti venerdì mattina alla volta del Sud. Si chiamano Yuri Gasparini, Emiliano Pasquini e Calogero Serrafini[...]
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Il ricavato della vendita sarà destinato all'Unicef per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.[...]
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    È accaduto nei pressi del centro commerciale Borgogioioso di via dell'Industria a Carpi[...]
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Pubblichiamo il video del Comunedi Modena che in meno di cinque minuti fa rivivere le sensazioni di quella giornata sulle note di “Un mondo migliore”.[...]
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Associated British Foods acquista l'azienda di Cavezzo Acetum spa, i cui marchi includono Mazzetti, Acetum e Fini.[...]
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    A organizzarla il signor Vilmo Pellacani che ha voluto festeggiare i 70 anni con i suoi amici di infanzia e con i nati a Mirandola nel 1947 [...]
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Si chiamano Medolla, Bomporto, Bastiglia e Soliera. E non trascurano le località come Limidi e Villafranca.[...]
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, il quale a Roma harealizzato la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II[...]