Arsenico nell’Ex Zuccherificio di Massa Finale, in Regione si chiede chiarezza

zuccherificio massa finalese sul panaroArsenico nei terreni dell’ex zuccherificio: una interrogazione in Regione chiede di accertare i fatti. La richiesta la avanza la consigliera regionale della Federazione della Sinistra Monica Donini, la quale ha depositato un’interrogazione alla giunta regionale per avere chiarimenti in merito alla presenza di arsenico nel terreno dell’ex Zuccherificio di Massa Finalese e sullo stato di avanzamento della bonifica del sito industriale.

Nel testo dell’interrogazione si legge come la contaminazione di arsenico nei terreni dell’ex zuccherificio sia stata segnalata più volte al Comune di Finale Emilia dall’ARPA e dall’AUSL. L’ARPA già nel giugno del 2011, quando ancora il Comune pensava alla riconversione in centrale a biomassa, aveva informato il Sindaco sulle problematiche legate alla presenza di arsenico nei terreni. L’AUSL nel dicembre scorso segnalava il divieto all’utilizzo idropotabile dei pozzi finalesi conseguente alla presenza di arsenico.

Nell’interrogazione la consigliera Donini evidenzia come, nonostante queste segnalazioni, la maggioranza consiliare abbia dato il via libera il 28 novembre 2011 al polo energetico proprio nell’area dell’ex zuccherificio.

È questo un elemento di forte preoccupazione dal momento che l’utilizzo dell’area a fini edificatori comporterà la movimentazione del terreno, ed è noto che l’arsenico tende a “spostarsi” dall’argilla alle falde acquifere tramite lo scambio di ossigeno con la superficie che avviene nel processo di movimentazione del terreno.

La consigliera Donini segnala inoltre che l’assessorato regionale all’ambiente, rispondendo precedenti sue interrogazioni sempre sull’ex zuccherificio, aveva posto come condizione per l’avvio di qualsiasi attività la conclusione delle operazioni di bonifica.

Alla luce di questi elementi si chiede alla Giunta regionale conferma delle note delle autorità sanitarie e ambientali in merito alla presenza di arsenico nei terreni dell’ex zuccherificio e quali provvedimenti intende assumere per affrontare il problema.

In merito alla bonifica dell’ex sito saccarifero la consigliera Donini chiede quale sia lo stato di avanzamento e se è già stata emessa la certificazione attestante la sua conclusione. Infine domanda alla giunta regionale, qualora le opere di bonifica non siano ancora concluse o certificate, ovvero fosse evidente uno stato di grave inquinamento ambientale nell’area, come è possibile che il Comune di Finale Emilia proceda nell’iter per autorizzare la realizzazione di un impianto a Biogas nell’area dell’ex Zuccherificio.

Sul Panaro on air

    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • WatchCasa Famiglia e giovani immigrati: parla il sindaco di Medolla Filippo Molinari
    • WatchA San Prospero ecco lo stato in cui versa via Verdeta

    Curiosità

    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    I nuotatori di Atlantide Onlus sono partiti venerdì mattina alla volta del Sud. Si chiamano Yuri Gasparini, Emiliano Pasquini e Calogero Serrafini[...]
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Il ricavato della vendita sarà destinato all'Unicef per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.[...]
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    È accaduto nei pressi del centro commerciale Borgogioioso di via dell'Industria a Carpi[...]
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Pubblichiamo il video del Comunedi Modena che in meno di cinque minuti fa rivivere le sensazioni di quella giornata sulle note di “Un mondo migliore”.[...]
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Associated British Foods acquista l'azienda di Cavezzo Acetum spa, i cui marchi includono Mazzetti, Acetum e Fini.[...]
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    A organizzarla il signor Vilmo Pellacani che ha voluto festeggiare i 70 anni con i suoi amici di infanzia e con i nati a Mirandola nel 1947 [...]
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Si chiamano Medolla, Bomporto, Bastiglia e Soliera. E non trascurano le località come Limidi e Villafranca.[...]
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, il quale a Roma harealizzato la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II[...]