“Basta costruire, no al nuovo cemento per i prossimi 10 anni”, la proposta di Gabrielli

FRER0019758Uno stop alle nuove costruzioni per i prossimi 10 anni, in modo da “investire tutto quello che c’e’ sulla messa in sicurezza del territorio”. E’ la proposta lanciata dal capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. “Se il Paese scegliesse di non fare nuove cose ma di mettere in sicurezza quelle che ci sono  salvaguarderebbe il nostro territorio, le comunità, i nostri abitati”.
Se si smettesse di costruire e si pensasse a mettere in sicurezza l’esistenze, ripete Gabrielli, “si salvaguarderebbe quel patrimonio unico al mondo che e’ il nostro territorio” e che invece “in questa condizione di generale abbandono e’ messo in pericolo”.

Il capo della Protezione Civile ha poi sottolineato di essere “il piu’ interessato a che si faccia una seria politica di messa in sicurezza del territorio. Pero’ mi sembra – ha osservato – che alla vista nei prossimi mesi e nei prossimi anni non ci siano queste risorse”. E dunque “bisogna lavorare molto sulla prevenzione della protezione civile e, in attesa che ci siano piu’ soldi, lavoriamo anche sulla pianificazione di protezione civile” come e’ avvenuto in Toscana dove, “10 giorni fa, si e’ dato prova di lavorare al meglio”.

Gabrielli ha poi spiegato che “si sta spendendo poco anche per le emergenze” ed e’ questo “il motivo per cui anche in questi territori il ripetersi degli eventi, l’aggravarsi delle situazioni, la mancanza di risoluzioni alle questioni che di volta in volta gli eventi pongono, rendono tutto piu’ complicato”. “L’aspetto piu’ negativo – ha concluso – e’ proprio questo: che si destinano meno risorse alla prevenzione, ma anche alla gestione delle emergenze”.

Leggi l’articolo dalla fonte originale

Sul Panaro on air

    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • WatchCasa Famiglia e giovani immigrati: parla il sindaco di Medolla Filippo Molinari
    • WatchA San Prospero ecco lo stato in cui versa via Verdeta

    Curiosità

    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    I nuotatori di Atlantide Onlus sono partiti venerdì mattina alla volta del Sud. Si chiamano Yuri Gasparini, Emiliano Pasquini e Calogero Serrafini[...]
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Il ricavato della vendita sarà destinato all'Unicef per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.[...]
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    È accaduto nei pressi del centro commerciale Borgogioioso di via dell'Industria a Carpi[...]
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Pubblichiamo il video del Comunedi Modena che in meno di cinque minuti fa rivivere le sensazioni di quella giornata sulle note di “Un mondo migliore”.[...]
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Associated British Foods acquista l'azienda di Cavezzo Acetum spa, i cui marchi includono Mazzetti, Acetum e Fini.[...]
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    A organizzarla il signor Vilmo Pellacani che ha voluto festeggiare i 70 anni con i suoi amici di infanzia e con i nati a Mirandola nel 1947 [...]
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Si chiamano Medolla, Bomporto, Bastiglia e Soliera. E non trascurano le località come Limidi e Villafranca.[...]
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, il quale a Roma harealizzato la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II[...]