Camposanto, partito il percorso di partecipazione per le nuove scuole

1 2 3 scuola!

Al via il processo partecipato per le nuove scuole di Camposanto: l’altra sera l’amministrazione comunale di Camposanto ha presentato il percorso di partecipazione per le nuove scuole di Camposanto, istituendo un tavolo di negoziazione a garanzia della trasparenza e qualità del processo di coinvolgimento della cittadinanza.

“Camposanto ha pagato un prezzo molto alto ai sismi del Maggio 2012. Tra tutti i danni subiti dal patrimonio pubblico, severi sono stati quelli relativi al sistema dei servizi scolastici”. Si legge in una nota del Comune: “Un sistema riattivato in emergenza con scuole temporanee, che hanno consentito di riprendere a pieno regime l’attività già dall’autunno del 2012. Ora, passata l’emergenza, si deve pensare al futuro, della scuola e dei ragazzi, riorganizzando al meglio, in modo moderno e definitivo, l’intero sistema scolastico (scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado).

“La scuola è un bene comune: pensare al suo futuro significa pensarci insieme, Amministrazione Comunale, docenti, alunni, famiglie, cittadini – sostiene Antonella Baldini, Sindaco di Camposanto – per questo l’Amministrazione Comunale ha pensato a un processo di partecipazione che possa coinvolgere tutti i cittadini sulle scelte da fare per riorganizzare il sistema dei servizi scolastici, con due obiettivi primari: COME realizzare le nuove scuole e DOVE realizzarle”.

Tre sono le ipotesi sulle quali i cittadini saranno chiamati ad esprimersi:

  • a) la scuola dell’infanzia e la scuola primaria (materna ed elementare) rimangono dove sono, riadattando gli spazi, mentre la scuola secondaria di primo grado (media) viene ricostruita nell’area delle ex scuole;
  • b) la scuola dell’infanzia (materna) rimane dove è ora, riadattando gli spazi, mentre primaria e secondaria di primo grado (elementare e media) vengono ricostruite su un’area urbana, in una zona di nuova (o recente) urbanizzazione, individuata come idonea da uno studio specifico attuato da esperti;
  • c) l’intero sistema dei servizi scolastici viene ricostruito su un’area urbana, in una zona di nuova (o recente) urbanizzazione, dalle caratteristiche idonee per creare un polo scolastico integrato.

Il percorso partecipato prevede diverse tappe:

  • a)verranno intervistati vari portatori di interesse;
  • b)verranno impegnati gli alunni in diversi laboratori per far loro esprimere l’idea di scuola che vorrebbero;
  • c)verranno coinvolti gli insegnanti e i genitori insieme;
  • d)infine, l’appuntamento più atteso: in una sessione di laboratorio partecipato di 3 ore, sabato 22 marzo alle ore 15 tutta la cittadinanza è chiamata a partecipare, per approfondire, confrontarsi ed esprimersi insieme in merito alle proposte, alle criticità e alle opportunità per il sistema scolastico camposantese del futuro.

Alla fine del percorso partecipato, verrà realizzato un report finale, consegnato all’Amministrazione, che verrà presentata ai cittadini in una serata pubblica conclusiva del percorso che, a quel punto, sarà stato un percorso condiviso da tutta la comunità”.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    La situazione nel resto della sala non è migliore. L'ascensore risulta fuori servizio e la finestra rotta[...]
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Nei Paesi extra UE o non convenzionati con l'Italia, i cittadini sono tenuti a pagare in proprio le spese mediche (spesso notevolmente elevate) [...]
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Il rettile, la cui detenzione è vietata, era lungo 70 centimetri[...]
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Come faceva il noto scrittore peruviano che raccontava la sue avventure in sudamericane, il medico di Cavezzo con penna e foto descrive i suoi viaggi nelle terre dei Nativi.[...]
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Sono state installate da un paio di giorni e non sono certo passate inosservate[...]
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    Le due famiglie della Bassa sono fedelissime della Riviera romagnola e il Comune di Cervia le ha premiate[...]