Mirandola, a che punto è la ricostruzione delle scuole? Intervista – e ringraziamenti

scuola_mirandola

Mirandola attende la sua scuola dal giorno del terremoto, abbiamo intervistato Rocco Imperatore, dell’associazione “Una scuola per Mirandola” per fare il punto con lui sulla situazione. Domanda: Ad un anno e mezzo dal terremoto qual è la situazione delle strutture scolastiche a Mirandola? E’ soddisfacente, adeguata, ai livelli pre-terremoto? Il corposo investimento fatto sul Luosi, di cui è stata posta la prima pietra nei giorni scorsi, è sufficiente a coprire tutte le esigenze scolastiche di Mirandola?

Risposta: Il sisma del maggio 2012 ha creato grossi danni all’intero Polo Scolastico di Mirandola, considerando sia le strutture di Mirandola che quelle delle frazioni (Scuole Materne, Scuola Elementare, Scuole Medie…). Il lavoro delle istituzioni è stato lodevole perché il Comune, con la Provincia di Modena e la Regione Emilia Romagna, ha fatto si che, entro ottobre 2012, tutti gli studenti potevano seguire il regolare svolgimento delle lezioni in un posto “coperto”, dopo la traumatica esperienza delle tensostrutture delle prime settimane. Noi abbiamo contatti diretti con le Istituzioni Mirandolesi e ci risulta che il lavoro di riqualificazione è un’attività “work in progress”, con l’obiettivo di raggiungere nel breve periodo un polo scolastico riqualificato, secondo i canoni innovativi e all’avanguardia, utilizzati in tutti i paesi europei. E gli interventi effettuati sul Luosi mirano proprio verso questa direzione.

Domanda: Qual è l’obiettivo della vostra raccolta fondi? A che punto della raccolta siete?

Risposta: La nostra associazione, nata il 12 giugno 2012, ha avuto l’obiettivo primario di raccogliere fondi per la ricostruzione della Scuola Elementare Dante Alighieri di Mirandola. Successivamente, dopo l’intervento della Provincia e della Regione, abbiamo spostato il nostro obiettivo sulla riqualificazione dello stesso plesso, considerando la scuola non solo come luogo fisico, ma intesa come punto primario per la rinascita del nostro territorio. La volontà di costituire quest’associazione è nata, infatti, dalla voglia di creare qualcosa di importante, finalizzato a proteggere la fascia più debole che il terremoto ha gettato nel panico: i BAMBINI. Nelle primissime settimane e nei primi mesi, quando i riflettori erano alti, abbiamo avuto la vicinanza delle Istituzioni e soprattutto dei Mass Media… poi si va avanti, da soli, con tutte le energie, la forza e la determinazione dei cittadini. Il nostro obiettivo è stato, pertanto, quello di garantire ai BAMBINI, cittadini del futuro e patrimonio del territorio e della nazione, una scuola e attrezzature sicure, durature, confortevoli e antisismica. Per noi i BAMBINI saranno gli “attori” della nostra rinascita… La Scuola, non è e non sarà mai, solo, il luogo dove i bambini ricevono le linee guida per accrescere la loro istruzione, ma è soprattutto il luogo dove i bambini formano la loro personalità, il loro carattere, gettando le basi per crescere, negli ideali “giusti”, verso il mondo della cultura e del lavoro. Ad oggi abbiamo raccolto 168.000 euro e stiamo in contatto con il Comune di Mirandola e con la Dirigente Scolastica della Dante Alighieri per definire i prossimi progetti, sui quali saranno ”investiti” una parte dei fondi raccolti.

Domanda: Che mobilitazione c’è stata, da dove sono arrivati i vostri finanziamenti? Avete esigenze particolati (non solo denaro ma anche libri, computer..)?

La raccolta fondi si è sviluppata sull’intero territorio nazionale e non. Come testimoniano le pagine del sito web www.unascuolapermirandola.it, sono arrivati aiuti concreti e fondi dalla Calabria al Piemonte, dalla Campania al Trentino Alto Adige, con una grossa collaborazione da parte della Toscana. Coinvolgendo, poi, i nostri soci (ad oggi 412 distribuiti sul territorio nazionale), abbiamo anche collaborato (e continuiamo a farlo!!) per altre attività legate alla riqualificazione del Polo Scolastico. Qualche mese fa, con la collaborazione del COMITATO PODISTICO PISANO, è stato donato alla scuola Alighieri un pc e un proiettore, installato presso i locali della Mensa Scolastica, utilizzabile per progetti scolastici formativi.

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]
    Cavallo a spasso in tangenziale, lo fermano i Vigili
    Cavallo a spasso in tangenziale, lo fermano i Vigili
    Nel bel mezzo dei caos dei lavori, è stato scoperto poco dopo mezzogiorno[...]