Panaro e Secchia, quattro piene da dicembre a oggi: ecco i numeri di quanto accaduto

ondata piena secchiaProseguono i lavori di sistemazione sugli argini del Secchia avviati nei giorni scorsi a Cittanova e a Cavezzo a Ponte Motta; sono in corso, inoltre, i lavori di recupero del legname dalla cassa di espansione del Panaro favoriti dai livelli dei fiumi che si sono ulteriormente abbassati mentre, per quanto riguarda il meteo,  venerdì 7 e sabato 8 febbraio sono previste deboli nevicate in montagna e piogge, anche queste deboli, in pianura. 

Intanto,  fa sapere la Provincia, in base ai dati raccolti dalla rete di monitoraggio dei fiumi collegata con il Centro unificato di Protezione civile di Marzaglia, emerge che nel modenese, da dicembre, si sono verificati quattro piene di Secchia e Panaro.

  1. La prima piena si è verificata tra il 26 e il 28 dicembre quando, soprattutto sul crinale, sono caduti 250 millimetri in 48 ore. Le precipitazioni hanno provocato una piena che a valle che, per quanto riguarda il Secchia,  ha raggiunto quota 8.60 metri a Ponte Alto.
  2. Il secondo evento si è verificato tra il 4 e il 7 gennaio in seguito a una precipitazione di 200 millimetri in 48 ore che ha provocato una piena di poco più alta di quella di Santo Stefano.
  3. Il terzo evento, tra il 17 e 19 gennaio, il giorno del rottura dell’argine del Secchia a S.Matteo, ha avuto un’evoluzione più complessa: la pioggia è scesa per 72 ore raggiungendo livelli di precipitazione cumulata pari a 420 millimetri. Un primo colmo di piena si è verificato venerdì 17 gennaio, seguito da un secondo colmo sabato 18 gennaio, poi da un terzo e da un quarto colmo domenica 19 gennaio, generando dei livelli molto più alti a valle rispetto alle ultime piene. A Ponte Alto il livello massimo raggiunto è stato 9.97 metri, solo 20 centimetri in meno rispetto alla piena storica del Natale del 2009. 
  4. L’ultimo evento si è verificato tra giovedì 30 gennaio e martedì 4 febbraio, dove una precipitazione intensa che ha fatto registrare 180 millimetri in 24 ore  ha generato la quarta piena di questo periodo invernale. I livelli raggiunti sono stati inferiori a quelli della piena degli inizi di gennaio, ma le precipitazioni deboli continue poi moderate in montagna hanno determinato due successivi leggeri innalzamenti dei livelli a valle, prolungando così il tempo di deflusso della piena e mantenendo livelli considerevoli all’interno delle arginature, già provate dalle ripetute piene, dalle piogge in pianura, nonché, in particolare per una serie di canali, dall’alluvione. 

 

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Appuntamento il 16 dicembre con cioccolata calda (per i bimbi) e con brulè (per i grandi)[...]
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    La bestiola, dotata di microchip, è stata poi portata al sicuro al Canile in attesa di rintracciare il proprietario che risulta essere di Marano.[...]
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Si parte a giugno a Torino, Padova, Roma, Bari e Messina[...]
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    In difesa degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: