SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Piano regionale rifiuti, lettera del Movimento 5 Stelle: “Difende gli inceneritori, non i cittadini”

inceneritori“Continua la mistificazione perpetrata dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero dell’Ambiente preoccupati di calmare il clamore suscitato dalla loro evidente volontà di mantenere in vita gli impianti di incenerimento in Emilia-Romagna”.
E’ l’esordio della lettera indirizzata al presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani e sottoscritta dal consigliere Andrea Defranceschi e dai portavoce del Movimento 5 Stelle per Camera e Senato Maria Edera Spadoni, Michele Dell’Orco, Vittorio Ferraresi, Giulia Sarti e Michela Montevecchi, Maria Mussini, Elisa Bulgarelli.

“Il presidente Errani -prosegue la nota- pochi mesi fa ha “dimissionato” l’assessore regionale all’Ambiente Sabrina Freda -rea di aver pubblicamente dichiarato che in regione al 2020 sarebbero sufficienti solo 2-3 impianti contro gli 8 attualmente presenti- senza peraltro sostituirla ed avocando a sé le deleghe: questo probabilmente per non avere interferenze nella gestione di una delicata partita che vede coinvolti gli interessi delle ex-municipalizzate. Il Piano Regionale attualmente in discussione continua a prevedere lo spegnimento di solo 1 impianto al 2020 nonostante le proposte concrete avanzate dai sindaci -in prima linea Forlì e Parma- che, attraverso un progetto alternativo e concreto, assicurano che basteranno solo 2 impianti fino al 2020″.

I firmatari della lettera si concentrano sulla nostra città, citando la percentuale di raccolta differenziata. “Queste previsioni di riduzione dei rifiuti urbani nei prossimi anni non vengono assolutamente prese in considerazione nonostante stiano raggiungendo livelli di eccellenza. Parma in pochi mesi è passata dal 48 al 58% di raccolta differenziata: questi risultati di rifiuto residuo a smaltimento la portano a essere il miglior capoluogo della Regione. I Sindaci dell’Emilia Romagna sono arrivati a Roma per ribadire la propria contrarietà ad un piano nazionale che di fatto renderebbe nulli gli sforzi delle amministrazioni locali e dei cittadini che quotidianamente si impegnano per la raccolta differenziata. Ma tutto ciò non interessa alla Regione che si pone invece alcune domande. Perché insistere su un piano poco ambizioso? Dove trovare i rifiuti che mancano per mantenere in funzione alla massima capacità gli impianti? Chissà, magari ricorrendo ai rifiuti speciali di produzione delle industrie oppure aprendo la regione a rifiuti di tutt’Italia.

Hera e Iren sono società private con quote pubbliche in cui siedono molti personaggi legati alle amministrazioni locali scelti per lo più in base alla propria appartenenza di partito piuttosto che alle proprie competenze. La Regione Emilia-Romagna e gli enti pubblici dovrebbero occuparsi della pianificazione dei rifiuti urbani invece di garantire il profitto a queste società che vivono, di fatto, in un mercato protetto. Chi protegge invece i cittadini? Non certo hERRANIren.

Rubriche

Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Gli italiani spendono all'anno per il caffé 260 euro
    Gli italiani spendono all'anno per il caffé 260 euro
    Il 93% sceglie l'espresso, il resto si divide tra americano, orzo o altro[...]
    A tutta birra per il paese con lampeggiante blu, 49enne nei guai
    A tutta birra per il paese con lampeggiante blu, 49enne nei guai
    L'uomo simulava inseguimenti incurante dei limiti di velocità[...]
    Un nuovo polo logistico per Ducati e Lamborghini
    Un nuovo polo logistico per Ducati e Lamborghini
    Ci sono anche 40.000 pezzi in deposito tra vetture storiche, modelli attuali e ricambi del reparto Motorsport, Squadra Corse[...]
    Lavarsi le mani è importante, ricordiamocelo!
    Lavarsi le mani è importante, ricordiamocelo!
    Soprattutto in ospedale, dove è una delle misure più efficaci per proteggere dal rischio di contrarre un’infezione correlata all’assistenza[...]
    Stanze in vendita nell'albergo-condominio, ecco i Condhotel
    Stanze in vendita nell'albergo-condominio, ecco i Condhotel
    Abbina camere di albergo, minimo sette, con unità abitative dotate di cucina autonoma che possono essere frazionate e vendute ai privati o affittate [...]
    Ad aprile un caldo da record: mai così negli ultimi due secoli
    Ad aprile un caldo da record: mai così negli ultimi due secoli
    E' la sintesi tracciata dagli esperti dell’Osservatorio Geofisico del DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore. [...]
    Terrorismo, Emilia-Romagna tra le regioni più a rischio
    Terrorismo, Emilia-Romagna tra le regioni più a rischio
    È quanto emerge dal report “Italian Terrorism Infiltration Index 2018” dell’Istituto Demoskopika[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: