“L’obbligatorietà, di non dimenticare”, a Carpi due giorni di confronto sulla Giustizia Digitale

FRER0017381A Carpi due giorni di confronto sulla Giustizia Digitale in vista dell’entrata in vigore dell’obbligatorietà del Processo Civile Telematico fissata per Legge al 30 giugno 2014. Due giorni caratterizzati da un sostegno diretto alle comunità terremotate dell’Emilia e della Lombardia, cui hanno aderito numerosi Ordini degli Avvocati e Tribunali di Italia, che si chiuderanno il 15 marzo presso lo Stadio Cabassi di Carpi con la partita di calcio tra la Nazionale Italiana Magistrati e la Nomadi & Friends: per non dimenticare.

FRER0017382Il 14 e 15 marzo si terrà presso il Cinema Corso in Corso Manfredo Fanti 91 a Carpi (MO) il Convegno Nazionale sulla Giustizia Digitale, “L’obbligatorietà, di non dimenticare”, con la partecipazione di personalità di spicco del settore e delle istituzioni locali e nazionali. L’incontro è teso a promuovere la definizione di una “Agenda” per l’innovazione della Giustizia, in preparazione della scadenza di giugno e per una successiva e coerente evoluzione del sistema normativo, tecnologico ed organizzativo.

Una due giorni organizzata da Agenda Digitale Giustizia, movimento creatosi attorno all’idea di innovare il Settore Giustizia attraverso una forte introduzione delle nuove FRER0017467tecnologie nel quotidiano svolgimento delle procedure giudiziarie, e sostenuta e promossa dall’Unione Lombarda Ordini Forensi e dall’Unione Triveneta dei Consigli dell’Ordine degli Avvocati, dagli Ordini degli Avvocati di Bologna, Bergamo, Brescia, Firenze, Lecco, Milano, Monza, Prato, Reggio Calabria, Trento, Torino, Torre Annunziata, Varese. Alla testimonianza dell’Avvocatura si affianca quella di numerosi Uffici Giudiziari, in particolare dei tribunali di Bologna, Brescia, Firenze, Lecco, Milano, Prato, Ragusa, Reggio Emilia, Sassari, Torino, Verbania e Verona.

I lavori del convegno si apriranno venerdì 14 marzo alle ore 14.00 con un percorso di approfondimento che toccherà tutte le dimensioni significative del cambiamento in atto, portando all’attenzione della platea le esperienze e le iniziative in corso nei diversi Fori d’Italia e le azioni previste dalle istituzioni e programmate a livello locale. Il 15 marzo, per la chiusura del convegno interverrà il Vice Ministro all’Economia e alle Finanze Luigi Casero ed è stato invitato il Ministro della Giustizia Andrea Orlando.

FRER0017380Secondo il Comitato Ideatore di Agenda Digitale Giustizia il futuro della Giustizia passa anche da un forte rinnovamento organizzativo, oltre che normativo, sfruttando la leva delle nuove tecnologie attraverso la digitalizzazione delle banche dati e la telematizzazione dei servizi e del lavoro di giudici, cancellieri, avvocati e professionisti incaricati. “Il telematico può essere vincente se è comodo ed efficiente” afferma Claudio Castelli, Responsabile dei progetti di innovazione del Tribunale di Milano e componente del Comitato Ideatore di Agenda Digitale Giustizia, “l’obbligatorietà di parti del Processo Civile Telematico, già fissata per legge al 30 giugno 2014, è una grande occasione e allo stesso tempo una grande sfida. Non nascondiamo che potrebbe rivelarsi un grave problema se non saranno affrontate tutte le criticità che ancora oggi permangono in relazione all’affidabilità del sistema, alla disponibilità di assistenza e formazione continua, alla normativa di riferimento, che auspichiamo possa essere portata al rango di Legge primaria”.

Agenda Digitale Giustizia, la cui seconda edizione vede la partecipazione di molti Uffici Giudiziari e Ordini degli Avvocati, vuole porsi in un’ottica costruttiva, di scommessa e investimento sul futuro, senza ignorare i problemi ancora irrisolti dagli organi nazionali, cercando e proponendo insieme soluzioni percorribili e sostenibili. Anche per questo il Comitato di Agenda Digitale Giustizia è un interlocutore credibile e legittimato dalla Comunità professionale del settore Giustizia.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Si ricorda che, proprio per limitare i danni che questa specie arreca alla fauna locale è vietato liberare la fauna esotica (come dispone l’art.8 della Legge regionale 5/2005). [...]
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    Si festeggia un secolo di vita per questa nota commerciante[...]
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    Il gruppo di ragazze e ragazzi volerà a Cagliari e ha avuto l'onore di essere scelto a rappresentare l'intera regione[...]
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    La signora era in visita, è stata salvata dalla figlia che è riuscita ad avvisare col telefonino[...]
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]