Novi, iniziano i lavori di ripristino al cimitero: entro ottobre riapre tutta l’area

“Gli interventi che partiranno sono stati pensati e progettati per un recupero totale del sito che sarà più sicuro e con consumi energetici ridotti rispetto alla situazione pre-sisma: è priorità dell’ Amministrazione riaprire tutta l’area del cimitero di Novi entro la fine di ottobre”. Così il sindaco Luisa Turci presenta i lavori di ristrutturazione che partiranno a breve nel cimitero di Novi, un intervento necessario da tempo e che adesso vedrà una rapida risoluzione.

I lavori riguarderanno il ripristino dei danni subiti, la realizzazione di opere di manutenzione per ovviare ai fenomeni di degrado delle facciate più vecchie, la rimozione delle coperture in eternit, interventi di consolidamento strutturale ed infine il rifacimento degli impianti elettrici prevedendo l’utilizzo di lampadine a led.

I lavori inizieranno il 17 marzo e si dividono in due fasi: la prima fa riferimento alla porzione Ovest il cui termine è previsto per la metà di luglio, successivamente si chiuderà la porzione centrale e quella posta sul lato est riaprendo la porzione precedentemente chiusa.

L’appalto, dell’importo pari a  927.000 Euro, è stato affidato alla Cooperativa di Costruzioni di Modena; si prevede che i lavori siano ultimati per il 30 di ottobre.

Le sepolture a terra saranno sospese per tutta l’esecuzione della prima fase dei lavori e potranno riprendere presumibilmente della seconda metà di luglio mentre le sepolture ordinarie continueranno ad essere effettuate presso il primo piano del corpo centrale del cimitero, agibile e raggiungibile attraverso scale e ascensori.

Gli orari di apertura della struttura, in riferimento alle parti non interessate ai lavori, non subiranno cambiamenti.

Sul Panaro on air

    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • WatchCasa Famiglia e giovani immigrati: parla il sindaco di Medolla Filippo Molinari
    • WatchA San Prospero ecco lo stato in cui versa via Verdeta

    Curiosità

    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    A nuoto per lo Stretto di Messina: la grande impresa di tre atleti disabili di Mirandola
    I nuotatori di Atlantide Onlus sono partiti venerdì mattina alla volta del Sud. Si chiamano Yuri Gasparini, Emiliano Pasquini e Calogero Serrafini[...]
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Pronto il calendario 2018 della Polizia
    Il ricavato della vendita sarà destinato all'Unicef per sostenere il progetto “Italia – Emergenza bambini migranti”.[...]
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    Ruba una scarpa sola, denunciato uomo con una gamba sola
    È accaduto nei pressi del centro commerciale Borgogioioso di via dell'Industria a Carpi[...]
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Modena Park, Vasco Rossi e il suo popolo in un video sul concertone del 1 luglio
    Pubblichiamo il video del Comunedi Modena che in meno di cinque minuti fa rivivere le sensazioni di quella giornata sulle note di “Un mondo migliore”.[...]
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Cavezzo, l'aceto balsamico di Modena Igp è stato comprato dagli inglesi
    Associated British Foods acquista l'azienda di Cavezzo Acetum spa, i cui marchi includono Mazzetti, Acetum e Fini.[...]
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    Grande festa per i ragazzi classe 1947 di via Milazzo
    A organizzarla il signor Vilmo Pellacani che ha voluto festeggiare i 70 anni con i suoi amici di infanzia e con i nati a Mirandola nel 1947 [...]
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Arrivano i divani e le poltrone coi nomi dei paesi della Bassa
    Si chiamano Medolla, Bomporto, Bastiglia e Soliera. E non trascurano le località come Limidi e Villafranca.[...]
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    Prende forma la statua per Luciano Pavarotti: ecco come sarà
    L’artista prescelto per la realizzazione dell’opera è Stefano Pierotti, il quale a Roma harealizzato la scultura in ricordo di Papa Giovanni Paolo II[...]