SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Prevenzione ictus celebrale e test gratuiti, iniziativa sabato 29 a Mirandola con i volontari di Alice

prevenzione  ALICe MirandolaIl 29 marzo al Centro Commerciale di Mirandola prevenzione gratuita contro l’ictus cerebrale. E’ “Cinque minuti con Alice”, promossa dall’associazione Alice Carpi-Area Nordm costituita nel 2009 come  sezione locale di una  associazione di volontariato a sviluppo nazionale  che ha la propria ragione fondativa e lo scopo nella lotta all’ictus cerebrale.

E’ formata da volontari, ex pazienti colpiti da  ictus, loro famigliari, medici, sanitari, normali cittadini.

“La sezione  – si legge in una nota – ha oltre 200 soci, 40 volontari attivi ed è operativa sul territorio di Carpi e Bassa Modenese.

L’ictus – spiega Gabriele Greco, direttore dell’Unità operativa di Neurologia dell’ospedale Ramazzini di Carpi e  presidente onorario di Alice – è una lesione al cervello provocata dalla chiusura di un’arteria cerebrale (ischemia) o rottura della stessa (emorragia) che può diventare irreparabile. E’ una  malattia con un forte impatto sulla  popolazione, tanto e vero che nei paesi occidentali l’ictus è la prima causa di invalidità permanente, la seconda di demenza, la terza di mortalità. Purtroppo – precisa Greco –  colpisce anche in età giovanile. L’ictus cerebrale influisce fortemente nella qualità della vita delle persone e delle famiglie. I costi sociali derivanti dagli effetti invalidanti della  malattia sono altissimi. Sono – prosegue il medico – più di 300 i ricoveri annuali per ictus nella  Stroke Unit (Unità Ictus) della Neurologia di Carpi” e oltre 100 nella Medicina di Mirandola.

Alice crede fermamente al valore della prevenzione, infatti è la sua funzione principale sul territorio. Se ne occupa con campagne informative in grado di informare  ed educare la popolazione creando una  “cultura dell’ictus ” ed una conoscenza dei fattori di rischio modificabili.

Medici di Neurologia e volontari vanno direttamente  nelle scuole  per informare i giovani sui rischi di certi stili di vita così come nei centri anziani, polisportive – spiega Maurizio Calestrini, presidente di Alice Carpi -. Tramite proposte mirate – anche spettacoli teatrali -, si cerca di allargare la platea di chi conosce l’ictus e Alice.  Periodicamente – prosegue Calestrini – i volontari di Alice insieme ai sanitari effettuano attività di prevenzione nella popolazione presso Centri Commerciali di Carpi e  Mirandola  con prelievi per valutare colesterolo e glicemia e misurazioni della pressione con valutazione finale del medico neurologo”.

E’ in questo contesto che sabato 29 marzi dalle 9 alle 19 è stato organizzato il presidio gratuito di prevenzione presso il centro commerciale della Mirandola. Verranno effettuati test gratuiti del colesterolo e della glicemia, verrà rilevata la pressione arteriosa con una nuova apparecchiatura, in collaborazione con il Consorzio Farmacisti,  che può verificare la fibrillazione atriale e, al termine, ci saranno i consigli del medico neurologo.

Tramite un proprio comitato scientifico Alice collabora  con la Neurologia per strategie comuni di tutela dei pazienti colpiti da ictus e  programmi di ricerca clinica. In particolare, la  salvaguardia  della Stroke Unit (Unità Ictus) è la base per il più qualificato e specializzato  intervento sui colpiti da ictus.

In questi mesi  Alice  sta collaborando con un progetto Regionale (Eroi) di studio e valutazione sulla efficacia delle informazioni preventive alla popolazione per il migliorare la  rapidità dell’intervento sanitario su un ictus in corso.

Sin dall’inizio Alice si pone a  fianco dei malati e famigliari: nella assistenza alle famiglie per il recupero sociale dell’ ammalato e per  accedere ai servizi e agli Enti Pubblici. Inoltre organizza presso  palestre e circoli locali  attività  motorie di gruppo (con fisioterapisti), musicoterapia, biodanza, tai chi per consentire agli ammalati di muoversi e socializzare. Sostiene finanziariamente  l’intervento gratuito  dello psicologo o del logopedista ove necessario e sostiene tre associazioni dei centri sociali per trasportare gratuitamente gli ammalati e familiari presso gli ambulatori, palestre e circoli per le attività di  fisioterapia e di movimento

Alice – conclude con orgoglio il presidente Calestrini – trae linfa anche dalla grande  generosità dei cittadini, delle imprese, dalla ricchezza e presenza  dei circoli sociali, anziani, polisportive ecc. Nel 2013  Alice ha donato alla struttura ospedaliera quasi 18 mila euro rinnovando le attrezzature per la fisioterapia, e acquistando un centro di controllo per la Stroke Unit (Unità Ictus) che consente di visualizzare i parametri vitali di sei pazienti contemporaneamente. Abbiamo allo studio altre  iniziative a tutta l’area nord della provincia e al Distretto Sanitario di Mirandola a favore dei pazienti colpiti da ictus e delle loro famiglie. Per fare ciò è importante che altri amici volontari residenti a Mirandola, Finale, S.Felice decidano di “darci una mano” regalandoci anche poco del loro tempo e idee da realizzare nel loro territorio”.

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Fiocco azzurro in redazione: benvenuto Orlando
    Fiocco azzurro in redazione: benvenuto Orlando
    E' nato il figlio della nostra direttrice[...]
    Carpi e quella scritta "stazione" da bocciatura elementare
    Carpi e quella scritta "stazione" da bocciatura elementare
    Lettere capovolte nella nuova scritta sulla facciata della stazione ferroviaria. Un grande capolavoro di approssimazione[...]
    Anni: 6. Idee: chiare. "Da grande voglio entrare nell'Arma dei Carabinieri"
    Anni: 6. Idee: chiare. "Da grande voglio entrare nell'Arma dei Carabinieri"
    La piccola Avery si è presentata alla caserma di Carpi per conoscere i suoi eroi[...]
    Alessia Vescovini, 18 anni da Mirandola: è tra le più brave d'Italia con l'inglese
    Alessia Vescovini, 18 anni da Mirandola: è tra le più brave d'Italia con l'inglese
    La studentessa del Liceo Pico va a Urbino per disputare le semifinali del Campionato nazonale delle Lingue[...]
    La Bassa? E' anche... una birra. Ma di un'altra Bassa
    La Bassa? E' anche... una birra. Ma di un'altra Bassa
    Etichetta rosa e un nome a noi caro per una birra lager che riporta al ciclismo e a Pantani. Ma si tratta di una Bassa... diversa[...]
    Da Correggio a Guercino, in mostra i capolavori della collezione dei Duchi d'Este
    Da Correggio a Guercino, in mostra i capolavori della collezione dei Duchi d'Este
    Dal 17 febbraio al 13 maggio alla Galleria Estense di Modena [...]
    Valentina Bianchini da Mirandola nel consiglio direttivo di Assofranching
    Valentina Bianchini da Mirandola nel consiglio direttivo di Assofranching
    Nuovo importante incarico per l'imprenditrice di 37 anni[...]
    Con Vasco Rossi il Comune di Modena ha violato la par condicio, sanzionato dal Garante
    Con Vasco Rossi il Comune di Modena ha violato la par condicio, sanzionato dal Garante
    A finire nei guai con l'Autorità per le comunicazioni fu anche il Comune di Mirandola, richiamato per l'uso non corretto de L'Indicatore Mirandolese.[...]
    Loris Tromba da Cavezzo sul podio dei mondiali di karate
    Loris Tromba da Cavezzo sul podio dei mondiali di karate
    Un successo importante che valorizza tutto lo sport della scuola della Bassa[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: