Un sorso di caffè per la Torre di Finale, in tutta Italia ricordano il sisma così

london bar roma_1Dalle province più vicine come Bologna, Reggio Emilia, Parma e Ferrara, alle più lontane Brescia, Como, Verona, Milano, Novara, Latina, Lodi e Roma. In tanti hanno risposto all’iniziativa Caffè Molinari Loves Emilia, promosso, si legge in un comunicato stampa – dall’omonima azienda modenese per raccogliere fondi a favore della ricostruzione della torre dei modenesi di Finale Emilia attraverso la vendita di tazzine personalizzate con il profilo del monumento divenuto simbolo del sisma di maggio 2012.

 

“Si tratta di un risultato certamente auspicato, ma almeno in parte inaspettato. Il merito va soprattutto ai tanti che sino a oggi hanno acquistato le tazzine e ai gestori di pubblici esercizi che fanno parte della nostra rete di distribuzione che hanno colto a pieno lo spirito dell’iniziativa. A poco meno di due mesi dalla chiusura della raccolta voglio quindi ringraziare pubblicamente tutti e ricordare che ci sono ancora quasi due mesi per aiutare i nostri amici della bassa” commenta Giuseppe Molinari direttore generale della storica azienda di Modena.

Inutile stilare delle graduatorie  – prosegue la nota di Caffè Molinari – perché a vincere è comunque la solidarietà. Non mancano però alcune piccole curiosità: se infatti era prevedibile che il maggior numero di tazzine fossero vendute  in provincia di Modena, difficile invece era immaginare che il London Bar di Roma ed il Ristorante Le Bon Bec di Lodi sarebbero stati i due locali che in assoluto hanno venduto più servizi da caffè personalizzati con Torre dei modenesi.

Enzo Borgese, titolare del London Bar di Roma

TAZZA EMOemilia 1liv_Light“Siamo molto felici di aver contribuito in modo così importante a questa bella iniziativa” – queste le parole del titolare del London Bar di Roma, Enzo Borgese – “Il nostro è un locale particolare, serviamo clientela selezionata e abbiamo prodotti molto ricercati: marmellate provenienti da tutti i paesi, più di 100 tipi di thè, 800 tipi di cioccolate, confetti, pastiglie, dolci rigorosamente fatti a mano, Champagne e caffè… Molinari. Appena saputo dell’iniziativa abbiamo subito messo in mostra le bellissime tazzine con il relativo espositore. La curiosità della nostra clientela ha fatto il resto: le persone chiedevano, volevano sapere il perché di quelle tazzine e di quella grafica e noi abbiamo raccontato la storia. La solidarietà è scattata immediatamente e così abbiamo venduto i box da 7, contribuendo in modo significativo”.

Santo Toninelli Ristorante Le Bon Bec Zelo Buon Persico

Cambia la regione, cambia la realtà, dalla capitale ad un piccolo paese, Zelo Buon Persico, alle porte di Lodi, ma non cambia il risultato: il Ristorante Le Bon Bec conferma che la solidarietà non ha connotazione geografica. Il titolare Santo Toninelli racconta la sua esperienza.

“Abbiamo proposto le tazzine, esponendole sul bancone, ma anche attraverso la pubblicità diretta: ho acquistato per primo qualche tazzina e ho iniziato a portare il caffè al tavolo proprio con quelle tazzine; il cliente ha così avuto modo di vederle, averle tra le mani e di conseguenza si è informato. Abbiamo parlato dell’iniziativa e le abbiamo vendute. Siamo una realtà di provincia e quindi siamo ancor più contenti del risultato ottenuto”.

 

Marco Campioli, Capolinea Cafè Nonantola

Si aggiudica il primo posto nella vendita delle tazzine singole il Capolinea Cafè di Nonantola.

Marco Campioli, giovane gestore del locale, parla di questo exploit.

“Le tazzine del Caffè Molinari sono un oggetto molto conosciuto nella nostra zona. Quando è uscita quella disegnata per raccogliere fondi per la ricostruzione della torre, non abbiamo fatto altro che presentarla ai nostri clienti, raccogliendo risultati di vendita davvero notevoli. Tutto il nostro staff si è dato da fare, pubblicizzandola; l’iniziativa è decollata a ridosso delle feste natalizie, quando le persone hanno visto nella tazzina una bella idea regalo. Aver venduto così tante tazzine credo sia riconducibile al fatto che anche Nonantola è stata colpita dal terremoto e quindi le persone si sono sentite maggiormente coinvolte e attente alla solidarietà”.

Le tazzine Caffè Molinari Loves Emilia v – ricorda il comunicato stampa dell’azienda -sono in vendita in tutti i locali – bar e ristoranti – che partecipano all’iniziativa fino al 30 aprile 2014.

Le tazzine singole, custodite in un’elegante confezione personalizzata, o in box da 7 pezzi, possono anche essere acquistate on-line collegandosi al sito www.caffemolinari.com.

 

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Arriva il wifi gratuito al Policlinico e a Baggiovara
    Arriva il wifi gratuito al Policlinico e a Baggiovara
    Al Policlinico la copertura è già attiva in tutti gli edifici ospedalieri, mentre all’Ospedale Baggiovara al momento è limitata ai reparti situati al secondo e terzo piano[...]
    Ubriaco stacca con un morso un dito ad un buttafuori
    Ubriaco stacca con un morso un dito ad un buttafuori
    Voleva entrare a tutti i costi in discoteca[...]
    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Grande emozione per il rocker: "Alla fine di tutto o all’inizio di tutto ringrazio comunque sempre il cielo e la chitarra“[...]
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    "Matrimonio di convenienza" nasce dalle lunghe file sulla Canaletto e dai giri in più fatti quando ponte Motta era chiuso. [...]
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    I due cantanti - molto amati dai giovani - hanno cantato in reparto al Policlinico[...]
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Lo strumento aveva certificato che c'era troppo alcol nel sangue (un tasso di 1,77, quando il limite è 0,5 grammi per litro)[...]
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Al via un nuovo piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima[...]
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Giocherà contro la Francia, la partita è in programma il 20 gennaio allo stadio Orange Vélodrome di Marsiglia. [...]
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    La geografia dice una cosa, ma le mappe cognitive che abbiamo in testa possono trarre in inganno[...]
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    L'ordinanza del Tribunale di Roma crea un precedente unico in Italia[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: