SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Bike sharing regionale, la postazione di Modena

bike_sharing_modenaÈ stato inaugurato a Modena questa mattina, domenica 6 aprile, il nuovo servizio di bike sharing regionale “Mi muovo in bici”. A tagliare il nastro, intorno alle 10.30 alla Stazione dei treni, sono stati il sindaco di Modena Giorgio Pighi, l’assessori comunale all’Ambiente, Simona Arletti, e alla Mobilità, Gabriele Giacobazzi, l’assessore regionale alle Attività produttive, piano energetico e sviluppo sostenibile Gian Carlo Muzzarelli, Marco Giupponi della società Bicincittà e rappresentanti del Consorzio solidarietà sociale al quale è affidata la manutenzione delle bici.


All’inaugurazione hanno preso parte anche i partecipanti degli sciami di biciclette partiti da varie parti della città in occasione della domenica senz’auto, che ha visto alternarsi numerose e articolate iniziative gratuite nelle piazze e in diversi angoli della città dedicate a chi ha deciso di muoversi e stare in compagnia durante l’arco della giornata festiva. Aperte anche molte attività commerciali del centro storico.
D’ora in avanti in piazza Alighieri (Stazione dei treni), in piazza Matteotti e nei pressi del terminal degli autobus di via Gottardi è quindi possibile prelevare una delle biciclette del bike sharing. L’Amministrazione ha attivato questo sistema di noleggio già presente in altre città della Regione, che a Modena si va ad aggiungere al servizio gratuito “C’Entro in bici”, con l’obiettivo di implementare la rete di servizi di trasporto integrato regionale. Con la stessa tessera “Mi muovo”, infatti, i cittadini dell’Emilia Romagna possono utilizzare diverse modalità di trasporto su tutto il territorio regionale: autobus, treni e bici urbani ed extraurbani, regionali e locali, biciclette tradizionali e, in alcune città, a pedalata assistita. La Regione ha fornito le biciclette, complete di postazioni, in comodato al Comune, che si è invece occupato delle installazioni necessarie e della gestione del servizio.

A Modena sono disponibili una trentina di biciclette a pedalata tradizionale, con 15 colonnine per il prelievo o deposito in ogni postazione, in modo da rendere possibile il ritiro del mezzo in una postazione e la consegna in un’altra. Il servizio, attivo tutti i giorni, 24 ore su 24, è destinato a tutti i cittadini dell’Emilia-Romagna dai 16 anni in su, in particolare a pendolari e turisti, che hanno la necessità di effettuare brevi spostamenti in città, senza imbattersi nel problema dell’accesso alla Ztl o del parcheggio.
Il noleggio giornaliero ha un costo di 5 euro, mentre gli abbonamenti annuali ricaricabili hanno un costo fisso di iscrizione annuale di 15 euro, cui vanno aggiunti 5 euro di spesa per la tessera e 5 di ricarica minima obbligatoria. La prima mezzora di utilizzo è gratuita, quindi ad esempio, se un pendolare preleva la bicicletta in stazione dei treni per recarsi in centro storico e la deposita in piazza Matteotti, e ritorno, non avrà costi di utilizzo ulteriori a quello annuale fisso. Ogni mezzora successiva fino alla terza ora ha un costo di 0,80 centesimi e dalla terza alla 24esima ora di 2 euro all’ora. È possibile, inoltre, aggiungere una copertura assicurativa facoltativa con validità annuale al costo di 5 euro.
Per informazioni www.comune.modena.it/mobilita, numero verde regionale 800 388988; per abbonamenti Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Modena, tel. 059 20312, o www.mimuovoinbici.it.

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Fiocco azzurro in redazione: benvenuto Orlando
    Fiocco azzurro in redazione: benvenuto Orlando
    E' nato il figlio della nostra direttrice[...]
    Carpi e quella scritta "stazione" da bocciatura elementare
    Carpi e quella scritta "stazione" da bocciatura elementare
    Lettere capovolte nella nuova scritta sulla facciata della stazione ferroviaria. Un grande capolavoro di approssimazione[...]
    Anni: 6. Idee: chiare. "Da grande voglio entrare nell'Arma dei Carabinieri"
    Anni: 6. Idee: chiare. "Da grande voglio entrare nell'Arma dei Carabinieri"
    La piccola Avery si è presentata alla caserma di Carpi per conoscere i suoi eroi[...]
    Alessia Vescovini, 18 anni da Mirandola: è tra le più brave d'Italia con l'inglese
    Alessia Vescovini, 18 anni da Mirandola: è tra le più brave d'Italia con l'inglese
    La studentessa del Liceo Pico va a Urbino per disputare le semifinali del Campionato nazonale delle Lingue[...]
    La Bassa? E' anche... una birra. Ma di un'altra Bassa
    La Bassa? E' anche... una birra. Ma di un'altra Bassa
    Etichetta rosa e un nome a noi caro per una birra lager che riporta al ciclismo e a Pantani. Ma si tratta di una Bassa... diversa[...]
    Da Correggio a Guercino, in mostra i capolavori della collezione dei Duchi d'Este
    Da Correggio a Guercino, in mostra i capolavori della collezione dei Duchi d'Este
    Dal 17 febbraio al 13 maggio alla Galleria Estense di Modena [...]
    Valentina Bianchini da Mirandola nel consiglio direttivo di Assofranching
    Valentina Bianchini da Mirandola nel consiglio direttivo di Assofranching
    Nuovo importante incarico per l'imprenditrice di 37 anni[...]
    Con Vasco Rossi il Comune di Modena ha violato la par condicio, sanzionato dal Garante
    Con Vasco Rossi il Comune di Modena ha violato la par condicio, sanzionato dal Garante
    A finire nei guai con l'Autorità per le comunicazioni fu anche il Comune di Mirandola, richiamato per l'uso non corretto de L'Indicatore Mirandolese.[...]
    Loris Tromba da Cavezzo sul podio dei mondiali di karate
    Loris Tromba da Cavezzo sul podio dei mondiali di karate
    Un successo importante che valorizza tutto lo sport della scuola della Bassa[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: