Educazione stradale nelle scuole, ecco il nuovo protocollo

FRER0009772Insieme per aumentare la cultura della sicurezza stradale e dell’educazione a una mobilità sicura, consapevole e sostenibile. A partire dai banchi di scuola. E’ l’impegno – rinnovato – della Regione (assessorato Mobilità e Trasporti) e dell’Ufficio Scolastico Regionale attraverso la sigla di un protocollo d’intesa, che durerà fino al 31 dicembre 2017. In Emilia-Romagna, la collaborazione (la prima in Italia) tra Regione e mondo della scuola per l’educazione alla sicurezza stradale tra gli studenti ha inizio nel 1994, con la firma di un protocollo con la Sovrintendenza Scolastica e i Provveditorati agli Studi. Negli anni, con le scuole, attraverso l’Osservatorio per l’educazione stradale e la sicurezza della Regione, sono state realizzate attività didattiche per sensibilizzare gli studenti e progetti sperimentali per la formazione dei docenti. L’esempio più recente è “OneLife”, percorso comunicativo che non affronta esclusivamente con gli alunni il tema della sicurezza stradale, ma intende proporre un concetto più ampio di stile di vita.

“Da sempre la Regione è impegnata sul fronte della sicurezza stradale, agendo su più livelli: quello formativo-culturale, attraverso le campagne di sensibilizzazione e gli interventi nelle scuole realizzati dall’Osservatorio, e quello infrastrutturale – sottolinea Alfredo Peri, assessore alla Mobilità e Trasporti – . E’ anche grazie a quest’impegno che in Emilia-Romagna, negli ultimi dieci anni, il numero di morti per incidenti stradali si è più che dimezzato. Si tratta di un risultato indubbiamente positivo, che però non ci basta. Dobbiamo continuare a lavorare, anche perché il Programma d’azione europeo per la sicurezza stradale 2011–2020 intende consolidare e migliorare i risultati raggiunti nel decennio precedente, in modo da ridurre gli incidenti stradali del 50%. In particolare, si propone di rafforzare l’istruzione e la formazione proprio dei giovani utenti della strada”.

“Già da molti anni, grazie alla collaborazione con l’Osservatorio regionale per la sicurezza e l’educazione stradale – aggiunge Stefano Versari, vice direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale – nelle scuole dell’Emilia-Romagna vengono svolte iniziative di sensibilizzazione degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, in modo particolare degli adolescenti, sui temi della sicurezza stradale e dell’importanza di comportamenti responsabili. E’ fondamentale – prosegue Versari – che nella scuola i ragazzi abbiano l’opportunità di apprendere le regole per una mobilità sicura, acquisendo consapevolezza dei limiti e dei pericoli che la strada può riservare. Anche in questo modo le nuove generazioni possono sviluppare un maggior senso di responsabilità e rispetto delle regole della convivenza civile”.

Con il nuovo protocollo, i firmatari rinnovano l’impegno a promuovere la collaborazione dei Comuni, delle Province, degli enti e delle istituzioni interessate al tema della sicurezza e dell’educazione stradale. L’Ufficio Scolastico Regionale sosterrà le istituzioni scolastiche favorendo la realizzazione di iniziative di educazione stradale mirate all’acquisizione, da parte degli studenti, di comportamenti corretti e consapevoli, sviluppando azioni di monitoraggio e individuando le migliori esperienze. Sulla base del protocollo l’Ufficio Scolastico Regionale si adopererà inoltre per sviluppare iniziative, sempre in tema di educazione stradale, per i ragazzi con bisogni educativi speciali (con particolare riferimento agli alunni disabili e con disturbi specifici dell’apprendimento).

La Regione (assessorato Mobilità e Trasporti) si impegna a sostenere, anche economicamente, sulla base delle proprie disponibilità finanziarie, lo sviluppo dei progetti di educazione stradale inseriti nei POF degli istituti scolastici. Per l’anno scolastico 2013/2014, lo stanziamento ammonta a 140mila euro. La Regione favorirà inoltre iniziative di formazione e sensibilizzazione in tema di educazione stradale per il personale docente, sosterrà l’utilizzo di aree idonee per le prove pratiche di apprendimento alla guida dei veicoli a due e quattro ruote per neo patentati, e promuoverà la disponibilità per gli ambiti territoriali provinciali di ausili e materiale didattico.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    Si festeggia un secolo di vita per questa nota commerciante[...]
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    Il gruppo di ragazze e ragazzi volerà a Cagliari e ha avuto l'onore di essere scelto a rappresentare l'intera regione[...]
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    La signora era in visita, è stata salvata dalla figlia che è riuscita ad avvisare col telefonino[...]
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    La situazione nel resto della sala non è migliore. L'ascensore risulta fuori servizio e la finestra rotta[...]
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Nei Paesi extra UE o non convenzionati con l'Italia, i cittadini sono tenuti a pagare in proprio le spese mediche (spesso notevolmente elevate) [...]