“Medolla Futura” ecco la lista a sostegno di Molinari. Stasera la presentazione

Questa sera  in auditorium alle ore 20.30 a Medolla c’è la presentazione di  lista e programma, che battezza a partire dalla comunicazione uno stile fresco e innovativo. Un capovolgimento del concetto di partecipazione (“non deve essere il cittadino a cercare con fatica l’amministrazione, ma l’amministrazione a cercare i cittadini nei suoi luoghi”), la riscoperta di nuove ambizioni (“la cultura al centro per ricostruireire anche l’immateriale”), l’aggiornamento di ruoli e funzioni per renderle più adeguate alle esigenze (“Unione dei Comuni di subito con Cavezzo e San Prospero e modifiche all’Unione Area Nord”. Questi sono solo alcuni dei punti messi in programma dalla lista “Medolla Futura” 5 donne e 5 uomini esperti di politica e non che sostengono la ricandidatura del sindaco Filippo Molinari.

Ma è già  on line  consuntivo di 5 anni di mandato (2009-2014) con le aree tecnica ed amministrativa. “Da qui partiamo per continuare, insieme, il lavoro per Medolla!”, spiegano dalla lista.

AREA TECNICA
(Urbanistica, Opere Pubbliche, Edilizia Privata, Ambiente, Manutenzioni, Protezione Civile)

1. Obiettivo di inizio mandato: sorveglianza del progetto Cispadana

risultato di fine mandato: con un lavoro congiunto sovra comunale, attuato in sede di Unione dei Comuni Modenesi Area Nord, si è proceduto a produrre osservazioni puntuali al progetto preliminare presentato dal Concessionario dell’Autostrada Cispadana, che sono state sostanzialmente accolte nel seno del progetto preliminare definitivo ora al vaglio della Commissione ministeriale di VIA per il parere sull’impatto ambientale dell’infrastruttura.

2. Obiettivo di inizio mandato:realizzazione del progetto di variante alla SP 468

risultato di fine mandato: si è proceduto a finalizzare un progetto preliminare di massima della variante alla SP 468, inserendo poi, in accordo con la Regione Emilia-Romagna e gli altri comuni dell’Unione, il progetto in priorità 1 tra quelli che saranno realizzati, come viabilità di supporto, contestualmente alla realizzazione dell’Autostrada Cispadana.

3. Obiettivo di inizio mandato: definizione del primo piano energetico comunale

risultato di fine mandato: Il Comune di Medolla ha aderito nel maggio 2010 al Patto dei Sindaci proposto dalla Commissione Europea e, a seguito di questo impegno, ha poi approvato, contestualmente all’approvazione del PSC e del RUE, il proprio Piano d’Azione per le Energie Sostenibili (PAES), nel quale sono riportate tutte quelle azioni in campo energetico-ambientale atte a ridurre le emissioni inquinanti del 20% entro il 2020, aumentando del 20% l’utilizzo di fonti rinnovabili. Un piano ben più ambizioso ed organico del previsto piano energetico comunale.

4. Obiettivo di inizio mandato: revisione e potenziamento del sistema di pubblica illuminazione

risultato di fine mandato: dopo un’attenta mappatura della pubblica illuminazione sull’intero territorio comunale, si è proceduto a portarla in zone del paese che ne erano prive (es. Via Bosco, Via Campana, Via Montalbano) e a potenziare alcuni tratti (Via Romana, Via Villafranca, ecc…).

5. Obiettivo di inizio mandato: approvazione del Piano Strutturale Comunale (PSC)

risultato di fine mandato: con delibera di Consiglio Comunale numero 30 del 31/8/2011 si è approvato il Piano Strutturale Comunale (PSC), seguito immediatamente dal nuovo Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), approvato sempre con delibera del Consiglio Comunale numero 31 del 31/8/2011.

6. Obiettivo di inizio mandato: definizione del Piano Operativo Comunale (POC)

risultato di fine mandato: dopo l’approvazione del PSC, si è proceduto alla definizione del Piano Operativo Comunale (POC), con un bando di pubblico interesse e la scelta delle proposte realizzabili da parte di una commissione ad hoc istituita. Si era prossimi all’adozione in Consiglio Comunale del Piano, quando gli eventi sismici del maggio 2012 ne hanno bruscamente interrotto l’iter. L’Amministrazione ha poi deciso di adottare il Piano della Ricostruzione, che dà risposte ai problemi urbanistico-edilizi sorti con il sisma, inglobando in tale strumento pianificatorio anche parte dei contenuti propri del POC, già definiti.

7. Obiettivo di inizio mandato: Completamento delle ali ovest ed est della palestra comunale

risultato di fine mandato: si è attuato il completamento dell’ala ovest della palestra, che dal settembre 2009 e fino agli eventi sismici del maggio 2012 ha ospitato la scuola dell’infanzia comunale-statale. Il sisma ha interrotto il percorso di completamento dell’ala est, che verrà ripreso e portato a compimento insieme al ripristino post sisma dell’intero complesso sportivo.

8. Obiettivo di inizio mandato: verifica esigenze nuovi spazi scuole primaria e media

risultato di fine mandato: si è proceduto, approfondendo gli andamenti demografici e le previsioni di sviluppo urbanistico del paese legati alla nuova pianificazione, a verificare le necessità di nuovi spazi delle scuole primaria e secondaria di primo grado. La prima necessita entro il 2015 di quattro nuove aule, la seconda di due. Il percorso di reperimento di questi spazi prevede di spostare la mensa della scuola primaria nei locali attualmente occupati dal centro culturale, trovando per quest’ultimo una nuova sede. Sempre negli spazi del centro culturale verranno ricavate due nuove aule per l’attigua scuola secondaria di primo grado.

9. Obiettivo di inizio mandato: mantenimento forte funzione pubblica per il vecchio municipio

risultato di fine mandato: prima degli eventi sismici che ne hanno provocato la demolizione, negli spazi dell’ex municipio avevano trovato sede, fin dal 2009, le realtà associative medollesi e il progetto adolescenti del comune. Si procederà ora alla ricostruzione dell’edificio, sempre allocando una forte funzione pubblica.

10. Obiettivo di inizio mandato: interventi di riqualificazione delle frazioni

risultato di fine mandato: attraverso il lavoro di una commissione partecipata da una rappresentanza di cittadini, si è proceduto ad un intervento complessivo di riqualificazione della frazione di Villafranca, che ha previsto la realizzazione del collettore fognario, il potenziamento della pubblica illuminazione, una razionalizzazione della raccolta stradale dei rifiuti, la valorizzazione del parco pubblico a fianco della chiesa parrocchiale, la realizzazione della rotonda in fregio alla SS 12 – incrocio con Via Villafranca. Analoga commissione si è insediata per la frazione di Camurana, ma il terremoto ne ha interrotto i lavori che saranno da riprendere.

11. Obiettivo di inizio mandato: potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti urbani

risultato di fine mandato: A partire dal 2 dicembre 2013 è partita su tutto il territorio comunale, forese compreso, la raccolta differenziata porta a porta dei rifuti urbani, frazione umida ed indifferenziata. Al contempo, è stata razionalizzata la raccolta stradale delle frazioni carta, plastica e vetro. Si è poi agito anche nella direzione di prevenire la formazione del rifiuto, attraverso la creazione del mercatino solidale del riutilizzo, al quale i cittadini possono conferire ciò che non è ancora rifiuto affinchè possa ritornare in circolo ed essere riutilizzato. Dalla vendita di questi materiali, sono poi scaturite specifiche azioni di solidarietà nei confronti della comunità.

12. Obiettivo di inizio mandato: costruzione della nuova scuola dell’infanzia statale
risultato di fine mandato: nell’ala ovest della palestra comunale è stata realizzata la scuola dell’infanzia statale, lì attiva dal settembre 2009 al maggio 2012. A seguito dell’inagibilità post sisma dell’edificio, è stato realizzato il nuovo polo scolastico per l’infanzia 0/6 anni dalla ONLUS Rock No War, che lo ha donato al Comune. Oggi il polo ospita sia il nido d’infanzia comunale Panda, sia la scuola dell’infanzia statale, in una visione integrata verticale.

13. Obiettivo di inizio mandato: costruzione della nuova caserma dei Carabinieri

risultato di fine mandato: si è proceduto ad una complessiva riqualificazione dell’immobile sede della caserma dei Carabinieri (sostituzione infissi, rifacimento del bagno, tinteggiatura complessiva). A seguito dell’inasprimento del patto di stabilità e del mancato adeguamento dei canoni di locazione per gli immobili di nuova costruzione da parte dello stato, si è sospeso l’iter per la costruzione della nuova sede, non più sostenibile.

14. obiettivo di inizio mandato: definizione del Piano Comunale di Protezione Civile in caso di emergenza

risultato di fine mandato: è stato approvato nel corso del 2011 il primo piano comunale di protezione civile, in collaborazione con la Provincia di Modena, secondo il moderno metodo Augustus, con la definizione delle funzioni comunali in caso di emergenza, le aree coperte e scoperte di raduno e assistenza delle popolazione, il sistema di comunicazione. Il Piano si è rivelato fondamentale nella gestione dell’emergenza sisma nel 2012, così come nell’emergenza alluvione del gennaio 2014. Oggetto di un paio di revisioni, il piano sarà costantemente aggiornato.
In previsione, dopo alcuni incontri preliminari, anche la nascita del gruppo comunale di volontari di protezione civile.

15. Obiettivo di inizio mandato: mobilità sicura, progetto di contenimento della velocità nel centro urbano

risultato di fine mandato: per scongiurare velocità eccessive su alcuni tratti di strade comunali e prevenire incidenti mortali o con grave pregiudizio per i cittadini, si è attuato un piano di realizzazione di dossi frangi-velocità che ha interessato alcune direttrici di traffico strategiche, ovvero Via Bruino, Via Matteotti, Via San Matteo, incrocio tra Via Piave e Via Caduti.

16. Obiettivo di inizio mandato: porre particolare attenzione al decoro urbano ed alla manutenzione del verde pubblico attraverso la valorizzazione del volontariato di quartiere.

Risultato di fine mandato: è stato attuato il progetto “ParchiAmo” – volontari del verde di quartiere, attraverso il quale gli stessi cittadini, sotto la supervisione dell’ufficio ambiente comunale, hanno adottato parchi e aiuole pubbliche, manutenendole nel corso dell’anno. Il progetto ha poi valorizzato queste aree ben curate, attraverso feste di quartiere che hanno consolidato la dimensione di fruizione sociale degli spazi.

AREA AMMINISTRATIVA
(Segreteria e Protocollo, Risorse Umane, Servizi Demografici, Polizia Municipale, Commercio ed attività produttive)

1. Obiettivo di inizio mandato: valorizzazione del commercio e del centro commerciale naturale

risultato di fine mandato: si è attuata una ricerca di mercato quali-quantitativa sulla situazione del commercio all’interno del comune, coinvolgendo operatori del settore, imprenditori e cittadini. I risultati dello studio sono stati condivisi con una commissione partecipata da residenti del centro storico, commercianti, associazioni di categoria, che ha licenziato il progetto di un Piano di Riqualificazione Urbana del centro (PRU) e dell’asse commerciale di Via Roma. Il piano prevedeva come primo step un concorso di idee in due fasi (concorso di idee e concorso di progettazione architettonica) che è stato realizzato nel corso del 2013, coinvolgendo sia l’area tecnica sia l’area amministrativa del comune. Il concorso ha visto la vittoria congiunta di tre studi di architettura che hanno steso congiuntamente un progetto preliminare che raccoglie il meglio delle proposte dei tre soggetti. Si sta attualmente lavorando con la Regione Emilia-Romagna e privati alla stesura di un accordo di programma per la realizzazione delle opere urbanistico-edilizie del PRU.

2. Obiettivo di inizio mandato: valorizzazione delle fattorie didattiche, dei prodotti a Km 0 e del mercato contadino

risultato di fine mandato: si è istituito anche nel comune di Medolla il mercato contadino, che viene riproposto ogni anni su più appuntamenti.

3. Obiettivo di inizio mandato: valorizzazione di percorsi enogastronomici e turistico ricettivi

risultato di fine mandato: si è aderito alla Strada dei Vini e dei sapori, insieme agli altri comuni dell’unione area nord. Sempre in collaborazione con l’Unione, si sono realizzate diverse edizioni de “L’autunno in tavola”, evento di valorizzazione dei prodotti tipici locali in collaborazione con commercianti e ristoratori.

4. Obiettivo di inizio mandato: adesione al progetto di corpo unico intercomunale

risultato di fine mandato: dal primo gennaio 2011 è stato istituito il corpo unico intercomunale di polizia municipale, con il trasferimento all’Unione Area Nord del personale di polizia municipale. Organizzato con una sede centrale e presidi comunali, il corpo unico ha consentito di ampliare la vigilanza del territorio con pattuglie serali/notturne e di specializzare gli interventi degli agenti (es. controllo cantieri, ecc…).

5. Obiettivo di inizio mandato: attuazione del progetto Piedibus

risultato di fine mandato: in collaborazione con AUSER, si è dato vita al Piedibus, l’originale “autobus a piedi” che accompagna a scuola i bambini, facendo loro sperimentare sul campo l’educazione stradale, in una dimensione socializzante. Attualmente sono tre le linee attive, che servono diverse zone del comune, con previsione di ampliamento.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Appuntamento il 16 dicembre con cioccolata calda (per i bimbi) e con brulè (per i grandi)[...]
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    La bestiola, dotata di microchip, è stata poi portata al sicuro al Canile in attesa di rintracciare il proprietario che risulta essere di Marano.[...]
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Si parte a giugno a Torino, Padova, Roma, Bari e Messina[...]
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    In difesa degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: