Medolla, il Tre stelle chiuderebbe prima del previsto. Amara sorpresa per i lavoratori

Già la notizia della chiusura aveva creato sconcerto e sconforto. Ma ora un’altra bruttissima sorpresa pare attendere i lavoratori del Tre stelle di Medolla e di San Cesario: si chiuderebbe prima del previsto. La chiusura ufficiale era infatti annunciata per il 31 maggio, ma a quanto pare l’azienda  – Mercatone Uno, che detiene i negozi della catena – avrebbe deciso di di anticipare i tempi, forse già al prossimo lunedì.

In risposta i sindacati prevedono due giorni di sciopero e picchietti, anche perchè c’è incognita, a questo punto, sul numero degli esuberi e sul destino dei 20 lavoratori. Non si sa se l’incontro per definire gli ammortizzatori,  in Provincia, sarà confermato, nè se comunque i lavoratori avranno lo stipendio di maggio.

A quanto pare tutta la merce presente nei due stabilimenti verrà spostata a Bologna, dove dovrebbe avvenire la svendita.

 

 

Ed ecco il comunicato di Filcams CGIL – Fisascat CISL – Uiltucs UIL Modena

“A seguito dell’annunciata chiusura dei negozi Tre Stelle di San Cesario e Medolla e dopo l’incontro svolto il 16 aprile scorso con la Direzione Aziendale, i lavoratori e le lavoratrici interessati, unitamente ai sindacati di categoria hanno deciso di avviare una iniziativa di due giornate di sciopero nei giorni 28 e 29 Aprile. La protesta si rende necessaria perché ad oggi l’azienda non vuole assumere gli impegni presi per garantire i 20 posti di lavoro a rischio in provincia di Modena. Nell’ultimo incontro nazionale Mercatone Business e le OO.SS. hanno sottoscritto un verbale di incontro con il quale l’azienda si impegnava ad avviare un percorso che garantisse il mantenimento del maggior numero possibile di posti di lavoro e comunque il sostegno al reddito possibile attraverso l’uso della Cigs e/o dei Contratti di Solidarietà. Ora tutto sembra andare nella direzione opposta.

La merce dei punti vendita in chiusura viene rapidamente spostata a Bologna dove sembra sarà concentrata la svendita ed è ormai voce diffusa che i punti vendita chiuderanno entro poche settimane, cosa che non è stata ufficializzata nemmeno alle RSA/RSU ed OO.SS. Il Gruppo Mercatone Business ha tenuto gli incontri previsti nei territori interessati dalle chiusure, ma le proposte sono insufficienti e, soprattutto, non è stato possibile fare una valutazione complessiva perché manca la mappatura completa degli organici.

Il 14 Maggio si terrà a Bologna un incontro nazionale che deve essere l’occasione per imprimere una accelerazione alla trattativa a partire dalle precise informazioni sulla composizione dell’organico, dalle possibilità reali di riassorbimento degli esuberi in tempi brevi e dalle modalità con cui si affronteranno le imminenti chiusure, per tutelare lavoratrici e lavoratori coinvolti, anche attraverso l’ampliamento dell’utilizzo del Contratto di Solidarietà nei punti vendita che resteranno aperti e che saranno via via interessati dalla ristrutturazione.

A sostegno di questa iniziativa di sciopero nelle giornate del 28 e 29 Aprile si effettuerà un presidio presso il magazzino di San Cesario (località San’Anna) a partire dalle ore 9”.

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Arriva il wifi gratuito al Policlinico e a Baggiovara
    Arriva il wifi gratuito al Policlinico e a Baggiovara
    Al Policlinico la copertura è già attiva in tutti gli edifici ospedalieri, mentre all’Ospedale Baggiovara al momento è limitata ai reparti situati al secondo e terzo piano[...]
    Ubriaco stacca con un morso un dito ad un buttafuori
    Ubriaco stacca con un morso un dito ad un buttafuori
    Voleva entrare a tutti i costi in discoteca[...]
    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Grande emozione per il rocker: "Alla fine di tutto o all’inizio di tutto ringrazio comunque sempre il cielo e la chitarra“[...]
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    "Matrimonio di convenienza" nasce dalle lunghe file sulla Canaletto e dai giri in più fatti quando ponte Motta era chiuso. [...]
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    I due cantanti - molto amati dai giovani - hanno cantato in reparto al Policlinico[...]
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Lo strumento aveva certificato che c'era troppo alcol nel sangue (un tasso di 1,77, quando il limite è 0,5 grammi per litro)[...]
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Al via un nuovo piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima[...]
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Giocherà contro la Francia, la partita è in programma il 20 gennaio allo stadio Orange Vélodrome di Marsiglia. [...]
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    La geografia dice una cosa, ma le mappe cognitive che abbiamo in testa possono trarre in inganno[...]
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    L'ordinanza del Tribunale di Roma crea un precedente unico in Italia[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: