Mirandola, domani si scopre una targa per tre bambini morti sotto il bombardamento alleato

Sarà scoperta domani, martedì 22 aprile alle ore 18 in via Pico 25 a Mirandola la targa che ricorda la morte di tre bambini il 20 aprile 1945, a causa di un bombardamento alleato. Si era alla fine della guerra e gli attacchi aerei e i cannoneggiamenti alleati erano diventati abbastanza frequenti e violenti.

Intorno alle ore 15 del 20 aprile, il centro storico mirandolese venne fatto bersaglio di un numero imprecisato di bombe d’aereo, provocando quattro morti e 21 feriti tra la popolazione civile.

Tre dei quattro deceduti erano bambini, che si trova­vano nel negozio di un barbiere. Era­no i due fratellini Enrico ed Alberto Cavicchioli, rispettivamente di 7 e 5 anni, e Maria Grazia Covezzi di 3, vittime innocenti e mai dimenticate nel ricordo dei loro cari, alcuni dei quali saranno presenti alla cerimonia.

Un particolare ringraziamento del Comune va anche alla famiglia Zerbini, proprietaria dello stabile su cui verrà apposta la targa. L’iniziativa rientra tra le celebrazioni del 69° anniversario della Liberazione. Il 22 aprile al pomeriggio avverrà anche il consueto giro dei tanti cippi partigiani che sul territorio ricordano il sacrificio dei Caduti della Resistenza.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Si ricorda che, proprio per limitare i danni che questa specie arreca alla fauna locale è vietato liberare la fauna esotica (come dispone l’art.8 della Legge regionale 5/2005). [...]
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    Si festeggia un secolo di vita per questa nota commerciante[...]
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    Il gruppo di ragazze e ragazzi volerà a Cagliari e ha avuto l'onore di essere scelto a rappresentare l'intera regione[...]
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    La signora era in visita, è stata salvata dalla figlia che è riuscita ad avvisare col telefonino[...]
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]