San Prospero, il candidato Giuseppe Balletta (M5S) presenta la lista agli elettori

san prospero m5sA San Prospero sabato prossimo, 12 Aprile alle ore 11, presso il bar Ariete il Movimento 5 Stelle  presenterà alla cittadinanza il candidato sindaco Giuseppe Balletta, 46 anni, infermiere, e i candidati consiglieri (in foto),  alla presenza del deputato Vittorio Ferraresi e degli altri candidati sindaci della Provincia di Modena.
Ecco il teso della lettera di presentazione di Balletta. “Carissimi concittadini di San Prospero, ho deciso di presentare la mia candidatura a Sindaco per le elezioni del 25 maggio.
Dopo lunga riflessione ho capito che era il momento di mettere al servizio del mio paese il mio modo di essere. Essere cioè un Sindaco disponibile all’ascolto, sempre alla ricerca del confronto, determinato a compiere scelte condivise, attento all’uso delle parole, sempre alla ricerca del bene comune, impegnato a valorizzare ciò che unisce piuttosto che a enfatizzare ciò che divide. Con questo impegno mi metto a disposizione”.

“Mi metto a disposizione perché  – prosegue Balletta – voglio bene al mio Comune e stimo le persone che vi abitano: voglio che San Prospero possa trovare una nuova concordia anche attraverso l’impegno al dialogo tra tutti. Solo così potremo crescere.

Mi presento con una squadra fatta di  volti nuovi, tutti con un solo, unico obiettivo: essere utili alla propria comunità.

“E’ giunto il tempo di spalancare le finestre e di far entrare una nuova luce in questo Comune”. Ad un certo punto, abbiamo capito che era necessario superare gli steccati e, con buona volontà, unirsi per spiazzare un modus operandi che, ormai, ha fatto il suo tempo .

E’ vero  noi forse, siamo quei ragazzotti che non comprendono le strategie di chi mangia politica da tanti anni ma, di sicuro, abbiamo un sogno e la forza di poterlo realizzare. Immaginiamo un paese diverso, dove le opportunità siano uguali per tutti e non ci siano i privilegiati di turno. La nostra lista si presenta per stravolgere il paese e siamo certi di avere tutte le carte in regola per vincere le prossime elezioni .

La proposta di un nuovo modello di democrazia, inclusivo e trasparente, indirizzato verso una gestione orizzontale della “cosa pubblica”, che esalti e favorisca, attraverso sistemi di partecipazione diretta, il ruolo attivo, partecipativo e contributivo del cittadino è alla base del programma elettorale che prevede, inoltre, per la città di San Prospero un modello di sviluppo alternativo ed ecosostenibile che non distrugga il territorio ma che promuova le risorse locali, preservando e valorizzando le matrici ambientali e culturali.

Per fare davvero un punto e andare a capo la guida di San Prospero non può essere affidata a persone che hanno appartenuto al ceto politico che ci ha portati fino a qui. Io mi sento di portare una novità .

Per rompere con il passato  penso a un gesto simbolico, ma di responsabilità per la nuova classe politica Sanprosperese: ogni assessore al momento della nomina riceverà una scatola.

Gli servirà a raccogliere le proprie cose in caso di inefficienze, errori o discordanze con le linee concordate.

Un altro forte segno di novità. La San Prospero che abbiamo in mente è un paese vero, attraente, aperto, solidale e giovane. Questa campagna elettorale, da parte mia, sarà incentrata solo sulle idee per la città e per il suo sviluppo, senza guardare agli avversari , vedete, quello che vogliamo fare è costruire una politica basata sul metodo, affiancato inevitabilmente ai contenuti. Vogliamo creare un laboratorio politico da cui far scaturire il nostro programma di lavoro che non sarà quindi un pacchetto chiuso presentato ai cittadini, ma nascerà dall’ascolto e dalle idee dei cittadini, realizzato da giovani e da professionisti che con gioia si sono già messi a lavoro. E’ evidente che questa riorganizzazione viaggerà verso dei criteri fondamentali: il bello, il decoro e la dignità dell’ambiente urbano, la sostenibilità ambientale e sociale di ciascuna scelta, la piena mobilità di ogni cittadino. Questi saranno i valori che vogliamo mettere in campo.

Staremo all’ascolto di ciascun cittadino, contiamo sull’apporto delle intelligenze e delle straordinarie professionalità che San Prospero offre. Voglio smontare pezzo per pezzo, con l’entusiasmo e le idee, quel mito assurdo che la vittoria dei nostri oppositori sia già acquisita e per questo non si dovrebbe votare per noi. E’ un argomento assurdo su cui si specula con buona o malafede. Da oggi comincerò a parlare alle persone, guardandole negli occhi e interrogando i miei coetanei, chiedono loro quale futuro vogliono e sognano per sé, i loro figli e i loro nipoti. Questa sarà la domanda che porrò per metterli di fronte alla loro coscienza e capirne le vere necessità.Per quanto ci riguarda poi, noi ci rivolgiamo ad un elettorato fatto di gente libera e serena, di gente che a volte è delusa e silente a cui vogliamo dare voce.

Vogliamo far sentire i Sanprosperesi orgogliosi della loro amministrazione .

Proprio il confronto con la cittadinanza dovrà essere il centro del nuovo corso della vita dell’amministrazione Sanprosperese . Una cittadinanza attiva, non soltanto consapevole dei diritti e dei doveri che sono propri dell’essere cittadino, ma sensibilizzata sui problemi della comunità a cui appartiene e capace di assumersi le giuste responsabilità è una risorsa importantissima che non possiamo più permetterci di dimenticare. Una risorsa che deve crescere con l’amministrazione e aiutarla nell’individuare i problemi e nel fare quelle scelte che garantiscono il benessere della collettività , noi non vogliamo un Comune per gli abitanti o per gli elettori : vogliamo un Comune dei Cittadini”.

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    La situazione nel resto della sala non è migliore. L'ascensore risulta fuori servizio e la finestra rotta[...]
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Nei Paesi extra UE o non convenzionati con l'Italia, i cittadini sono tenuti a pagare in proprio le spese mediche (spesso notevolmente elevate) [...]
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Il rettile, la cui detenzione è vietata, era lungo 70 centimetri[...]
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Come faceva il noto scrittore peruviano che raccontava la sue avventure in sudamericane, il medico di Cavezzo con penna e foto descrive i suoi viaggi nelle terre dei Nativi.[...]
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Sono state installate da un paio di giorni e non sono certo passate inosservate[...]
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    Le due famiglie della Bassa sono fedelissime della Riviera romagnola e il Comune di Cervia le ha premiate[...]