San Prospero, il candidato Giuseppe Balletta (M5S) presenta la lista agli elettori

san prospero m5sA San Prospero sabato prossimo, 12 Aprile alle ore 11, presso il bar Ariete il Movimento 5 Stelle  presenterà alla cittadinanza il candidato sindaco Giuseppe Balletta, 46 anni, infermiere, e i candidati consiglieri (in foto),  alla presenza del deputato Vittorio Ferraresi e degli altri candidati sindaci della Provincia di Modena.
Ecco il teso della lettera di presentazione di Balletta. “Carissimi concittadini di San Prospero, ho deciso di presentare la mia candidatura a Sindaco per le elezioni del 25 maggio.
Dopo lunga riflessione ho capito che era il momento di mettere al servizio del mio paese il mio modo di essere. Essere cioè un Sindaco disponibile all’ascolto, sempre alla ricerca del confronto, determinato a compiere scelte condivise, attento all’uso delle parole, sempre alla ricerca del bene comune, impegnato a valorizzare ciò che unisce piuttosto che a enfatizzare ciò che divide. Con questo impegno mi metto a disposizione”.

“Mi metto a disposizione perché  – prosegue Balletta – voglio bene al mio Comune e stimo le persone che vi abitano: voglio che San Prospero possa trovare una nuova concordia anche attraverso l’impegno al dialogo tra tutti. Solo così potremo crescere.

Mi presento con una squadra fatta di  volti nuovi, tutti con un solo, unico obiettivo: essere utili alla propria comunità.

“E’ giunto il tempo di spalancare le finestre e di far entrare una nuova luce in questo Comune”. Ad un certo punto, abbiamo capito che era necessario superare gli steccati e, con buona volontà, unirsi per spiazzare un modus operandi che, ormai, ha fatto il suo tempo .

E’ vero  noi forse, siamo quei ragazzotti che non comprendono le strategie di chi mangia politica da tanti anni ma, di sicuro, abbiamo un sogno e la forza di poterlo realizzare. Immaginiamo un paese diverso, dove le opportunità siano uguali per tutti e non ci siano i privilegiati di turno. La nostra lista si presenta per stravolgere il paese e siamo certi di avere tutte le carte in regola per vincere le prossime elezioni .

La proposta di un nuovo modello di democrazia, inclusivo e trasparente, indirizzato verso una gestione orizzontale della “cosa pubblica”, che esalti e favorisca, attraverso sistemi di partecipazione diretta, il ruolo attivo, partecipativo e contributivo del cittadino è alla base del programma elettorale che prevede, inoltre, per la città di San Prospero un modello di sviluppo alternativo ed ecosostenibile che non distrugga il territorio ma che promuova le risorse locali, preservando e valorizzando le matrici ambientali e culturali.

Per fare davvero un punto e andare a capo la guida di San Prospero non può essere affidata a persone che hanno appartenuto al ceto politico che ci ha portati fino a qui. Io mi sento di portare una novità .

Per rompere con il passato  penso a un gesto simbolico, ma di responsabilità per la nuova classe politica Sanprosperese: ogni assessore al momento della nomina riceverà una scatola.

Gli servirà a raccogliere le proprie cose in caso di inefficienze, errori o discordanze con le linee concordate.

Un altro forte segno di novità. La San Prospero che abbiamo in mente è un paese vero, attraente, aperto, solidale e giovane. Questa campagna elettorale, da parte mia, sarà incentrata solo sulle idee per la città e per il suo sviluppo, senza guardare agli avversari , vedete, quello che vogliamo fare è costruire una politica basata sul metodo, affiancato inevitabilmente ai contenuti. Vogliamo creare un laboratorio politico da cui far scaturire il nostro programma di lavoro che non sarà quindi un pacchetto chiuso presentato ai cittadini, ma nascerà dall’ascolto e dalle idee dei cittadini, realizzato da giovani e da professionisti che con gioia si sono già messi a lavoro. E’ evidente che questa riorganizzazione viaggerà verso dei criteri fondamentali: il bello, il decoro e la dignità dell’ambiente urbano, la sostenibilità ambientale e sociale di ciascuna scelta, la piena mobilità di ogni cittadino. Questi saranno i valori che vogliamo mettere in campo.

Staremo all’ascolto di ciascun cittadino, contiamo sull’apporto delle intelligenze e delle straordinarie professionalità che San Prospero offre. Voglio smontare pezzo per pezzo, con l’entusiasmo e le idee, quel mito assurdo che la vittoria dei nostri oppositori sia già acquisita e per questo non si dovrebbe votare per noi. E’ un argomento assurdo su cui si specula con buona o malafede. Da oggi comincerò a parlare alle persone, guardandole negli occhi e interrogando i miei coetanei, chiedono loro quale futuro vogliono e sognano per sé, i loro figli e i loro nipoti. Questa sarà la domanda che porrò per metterli di fronte alla loro coscienza e capirne le vere necessità.Per quanto ci riguarda poi, noi ci rivolgiamo ad un elettorato fatto di gente libera e serena, di gente che a volte è delusa e silente a cui vogliamo dare voce.

Vogliamo far sentire i Sanprosperesi orgogliosi della loro amministrazione .

Proprio il confronto con la cittadinanza dovrà essere il centro del nuovo corso della vita dell’amministrazione Sanprosperese . Una cittadinanza attiva, non soltanto consapevole dei diritti e dei doveri che sono propri dell’essere cittadino, ma sensibilizzata sui problemi della comunità a cui appartiene e capace di assumersi le giuste responsabilità è una risorsa importantissima che non possiamo più permetterci di dimenticare. Una risorsa che deve crescere con l’amministrazione e aiutarla nell’individuare i problemi e nel fare quelle scelte che garantiscono il benessere della collettività , noi non vogliamo un Comune per gli abitanti o per gli elettori : vogliamo un Comune dei Cittadini”.

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]