Trivellazioni e terremoti, c’è rabbia: “Si chiedano i danni alle compagnie petrolifere”

Dopo mesi di impegno nella battaglia contro i progetti di trivellazione per l’ estrazione idrocarburi, apprendiamo oggi dalla prestigiosa rivista Science che “in un rapporto non ancora pubblicato, una giuria internazionale di geologi ha concluso che un paio di terremoti mortali che hanno colpito la regione italiana Emilia-Romagna nel 2012 potrebbe essere stato innescato dall’estrazione del petrolio in un giacimento petrolifero locale”. E il comitato NO TRIV a FE, nato per dire no a nuove trivellazioni nel territorio ferrarese, a due passi dall’epicentro modenese del sisma 2012, punta il dito contro la Regione, chiedendo la verità sul lavoro della commissione e che si reclami un risarcimento danni alle compagnie petrolifere.

“Il giacimento in questione – prosegue la nota del comitato – sarebbe quello di Cavone in zona Mirandola, vicinissimo all’epicentro dei devastanti terremoti del maggio 2012, in cui nel 2011 si è avuto un picco di attività estrattiva e il rapporto di cui si parla è quello tanto atteso della Commissione di esperti internazionali Ichese. L’espressione “non può essere escluso” contenuta nel rapporto è talmente forte che la Regione Emilia Romagna, la Protezione Civile e il Ministero dello sviluppo economico hanno pensato di non renderlo pubblico per più di due mesi , dal febbraio scorso, e hanno taciuto ai comitati e a tutti i cittadini che si stanno battendo sui territori emiliani contro le trivellazioni.

Siamo stati meno di un mese fa a Bologna, numerosi, preparatissimi e determinati, per incontrare – ricordano i No Triv – chi ha responsabilità sulla materia, in particolare l’assessore Muzzarelli la cui firma sta su decine di delibere, odg e permessi. L’assessore non si è nemmeno presentato e chi lo ha sostituito, oggi sappiamo che già allora era a conoscenza del rapporto Ichese.

A poche ore dalla rivelazione di Science, la Regione ammette di conoscere da tempo quel rapporto, quindi di averlo nascosto ai cittadini e racconta in una nota che si è costituito nello stesso mese di febbraio un gruppo di lavoro tra Ministero, Protezione Civile e Regione composto da altri “esperti” che da allora stanno lavorando su” approfondimenti per dare le risposte necessarie”. Un’altra commissione per prendere tempo? Ora BASTA!! i cittadini NO TRIV indignati e preoccupati chiedono:

-che venga IMMEDIATAMENTE reso pubblico il rapporto Ichese nella sua formulazione originale

-che venga convocata d’urgenza una Giunta Regionale straordinaria per fermare TUTTI i progetti di trivellazione in Emilia Romagna,in maniera irrevocabile.

-che venga esaminata la possibilità di intraprendere un percorso giudiziario per chiedere i risarcimenti alle compagnie petrolifere degli incommensurabili danni umani, sociali e economici provocati dal sisma

Dopodichè – è l’esplicito invito dei ferraresi – preparino le valigie assieme alle compagnie petrolifere perchè chi ha tenuto nascosto fino ad ora il rapporto della Commissione Ichese, ha apertamente violato la Convenzione di Aarhus del 25 giugno 1998, la conseguente Decisione 2005/370/CE del Consiglio, del 17 febbraio 2005, la direttiva 2003/4/ CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 28 gennaio 2003 e il Dlgs 195/05 e successive modifiche e tutte le normative conseguenti”

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    La situazione nel resto della sala non è migliore. L'ascensore risulta fuori servizio e la finestra rotta[...]
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Nei Paesi extra UE o non convenzionati con l'Italia, i cittadini sono tenuti a pagare in proprio le spese mediche (spesso notevolmente elevate) [...]
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Il rettile, la cui detenzione è vietata, era lungo 70 centimetri[...]
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Come faceva il noto scrittore peruviano che raccontava la sue avventure in sudamericane, il medico di Cavezzo con penna e foto descrive i suoi viaggi nelle terre dei Nativi.[...]
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Sono state installate da un paio di giorni e non sono certo passate inosservate[...]
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    Le due famiglie della Bassa sono fedelissime della Riviera romagnola e il Comune di Cervia le ha premiate[...]