Trivellazioni nel Ferrarese: sulla stessa richiesta il Veneto dice no e l’Emilia dice si

“La giunta regionale  ha negato il permesso di ricerca idrocarburi sul territorio, richiesto da “X”. Lo rende noto l’assessore regionale alla difesa del suolo  che ha proposto il provvedimento, adottato con il concerto dell’assessore allo sviluppo economico “Y”, con il quale viene accolto integralmente il giudizio non favorevole di compatibilità ambientale al rilascio del permesso, espresso dalla Commissione regionale VIA”.

E’ dalla Regione Veneto che arriva questa comunicazione, una semplicissima nota stampa (qui il testo integrale) con cui a dicembre scorso si dà notizia ai giornalisti del no alla richiesta di trivellazioni adottate dalla società Northsun Italia S.p.A. di Roma che vuole andare alla ricerca di idrocarburi nell’area Risorta tra Ferrara e il Polesine.

Un atto importante, di trasparenza, che in Veneto si compie e in Emilia-Romagna no. Qui infatti non si usa comunicare alla stampa gli esiti di questo tipo di richieste, che pure viaggiano al ritmo di una trentina di sempre nuove.

Basta scorrere nell’archivio dei comunicati stampa della nostra regione per vederlo. alla parola “Idrocarburi” un paio di comunicati… ogni tre anni.
regione trivellazioni

E se in quanto a trasparenza c’è evidentemente da considerare quella veneta una “buona pratica”, lo stesso si può fare se si entra nel merito.
Continuiamo a leggere il comunicato della Regione Veneto che spiega perchè viene detto “no”. Ecco:

Da subito mi ero attivata – commenta l’assessore veneto – perché fossero accolte e sostenute le istanze del territorio, contrarie ad ogni ipotesi di ricerca ed estrazione di idrocarburi per l’impatto che possono avere su un’area così delicata come il Polesine. I comuni e lo stesso ente Parco Delta del Po hanno approvato uno specifico ordine del giorno contro questa eventualità. Che avessimo ragione è stato confermato da ultimo anche in sede tecnica, con un parere ampiamente motivato a tutela di questo territorio”.

Il parere della commissione – sottolinea da parte sua un altro membro di Giunta – si conclude infatti con l’affermazione che, stanti le connotazioni geologiche, idrogeologiche, idrauliche e ambientali espresse dal contesto non appaiono consone nuove azioni di ricerca mineraria da esplicarsi su ambiti già soggetti a subsidenza a seguito di precedenti estrazioni minerarie“.

Tradotto, in Veneto non diamo il permesso: abbiamo accolto le istanze del territorio.

In Emilia la Bassa le sue istanze contro le trivellazioni le ha espresse in tutti i modi possibili, basta leggere qui, qui, qui, qui, qui, qui…. ma niente.

C’è dell’altro.

Come si vede andando a guardare tutto il percorso che ha fatto la pratica della società Northsun Italia S.p.A. di Roma sul sito del Ministero si scopre che se il Veneto ha detto no a questa trivellazione, come abbiamo mostrato, l’Emilia-Romagna, invece, ha detto sì.

Guardate pure:

veneto no_emilia_si

Alla stessa identica richiesta, sulla stessa pratica il Veneto a febbraio ha detto no e l’Emilia-Romagna  dieci giorni dopo ha detto sì.

Una incongruenza che lascia perplessi: perchè agli emiliani va bene una cosa che i veneti hanno ritenuto pericolosa per “un’area così delicata”? Quali diverse valutazioni hanno fatto gli esperti consultati dalle due regioni? Che tipo di peso specifico hanno avuto, nelle riunioni di Valutazione Impatto Ambientale, le segnalazioni dei comitati?

Attendiamo, noi come tutti, risposte.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    L'intervento, per asportare un tumore, a Ferrara. È il primo del genere in Italia[...]
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Il titolo viene rilasciato dopo 4 anni di degustazioni con almeno 40 assaggi all'anno. E un severo esame [...]
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che viene abbinato alle prime castagne.[...]
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Jessica Mandrioli, responsabile del Centro SLA, riceverà un finanziamento per una ricerca innovativa da svolgersi nei prossimi 2 anni sui meccanismi patogenetici della malattia[...]
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    Negli uffici postali della provincia di Modena meno pensioni cash allo sportello e sempre più accrediti su libretto o conto Bancoposta[...]
    Altro che brodo: ecco i tortellini alla carbonara
    Altro che brodo: ecco i tortellini alla carbonara
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Ghirlandina, al via i lavori: le visite proseguono fuori
    Ghirlandina, al via i lavori: le visite proseguono fuori
    Sarà proposto un servizio di visita guidata cosiddetta “orizzontale”, ovvero condotta, senza salire, agli esterni di Torre, piazza Grande e Duomo, [...]
    E la Mercedes esulta sfrecciando davanti a casa Ferrari - IL VIDEO
    E la Mercedes esulta sfrecciando davanti a casa Ferrari - IL VIDEO
    Sui social la scuderia festeggia... a Maranello, ma concede alla Rossa l'onore delle armi: "Il valore di una vittoria è nella grandezza degli avversari"[...]