SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

In ospedale a Mirandola i volontari accolgono i pazienti per… “Spezzare l’attesa”

volontariaOffrono accoglienza e ascolto alle persone che attendono le cure, sostengono i familiari che sono in attesa durante la visita del proprio parente. Questi i principali compiti dei volontari che prestano servizio nelle sale d’attesa del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Mirandola nell’ambito del progetto “Spezza l’attesa!” promosso da AVO Mirandola, Azienda USL e Associazione Servizi per il Volontariato di Modena.

 

Il progetto, il primo di questo genere nella nostra provincia, è operativo dall’inizio di gennaio e il primo bilancio è decisamente positivo. “L’umanizzazione della prima parte della prestazione in Pronto Soccorso garantisce il recupero della centralità del paziente, facendosi carico non solo degli aspetti fisici della malattia, ma anche di quelli psicologici, relazionali e sociali, conciliando politiche d’accoglienza, informazioni e comfort con percorsi assistenziali il più possibile condivisi e partecipati”spiega il

Luca Gelat

Luca Gelati

dottor Luca Gelati, coordinatore del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Mirandola. “Il tempo d’attesa è anche una preziosa opportunità per trasmettere al cittadino informazioni sui corretti stili di vita e sulla rete dei servizi socio-sanitari. Oltre a migliorare l’accoglienza dei pazienti, il progetto influisce positivamente sul lavoro degli operatori del Pronto Soccorso, contribuendo a creare un ambiente più sereno e accogliente”.

 

Trenta volontari, dopo aver frequentato un corso specifico, prestano servizio nelle sale d’attesa del Pronto Soccorso. Sono presenti tutti i giorni con turni di tre ore nella fascia oraria che va dalle 10.00 alle 22.00. Compito dei volontari è accogliere e informare i cittadini che arrivano in Pronto Soccorso, fornendo informazioni sull’organizzazione e sul funzionamento della struttura, ad esempio sul perché dell’attesa, sui ticket e sui codici colore.

 

Quali sono le reazioni delle persone a questa iniziativa? A spiegarlo sono due volontarie. Barbara 46 anni, nella vita di tutti i giorni impiegata, e Alessandra, 42 anni, esperta di comunicazione e grafica. “Svolgo un lavoro di front office che mi porta a essere a contatto con le persone e questo mi aiuta molto anche nella mia attività di volontariato. Siamo partiti in gennaio – spiega Barbara – dopo aver frequentato un corso che ci ha preparato ad affrontare, anche dal punto vista psicologico, questo impegno. All’inizio c’è un ‘muro’ perché chi arriva in pronto soccorso è una persona che evidentemente ha un problema, quindi prevale la preoccupazione e stress. A volte, basta una parola, un’indicazione o un gesto d’aiuto. Superato l’impatto iniziale, le persone apprezzano molto quello che facciamo e anche per noi è molto gratificante ottenere riconoscenza.”

“Cercavo un’occasione per fare qualcosa nel sociale – aggiunge Alessandra – e ho aderito perché è un tipo di volontariato diverso dal solito. Le persone che ci vedono in sala d’aspetto spesso hanno una reazione di sorpresa. Ovviamente c’è una componente emotiva che va gestita, è normale che ci sia tensione. Superate le difficoltà iniziali, le persone ci accolgono in maniera piacevole e c’è molta fiducia. Il nostro compito è fondamentalmente quello di dare un sostegno emotivo e poi c’è una componente informativa. Le domande riguardano il perché dell’attesa, il ruolo degli operatori, i ticket. Diamo una mano a pazienti e familiari e la reazione è sempre positiva. Spesso tornano a salutarci e ringraziarci, per questo siamo molto orgogliosi del nostro servizio.”

foto gruppo PS Mirnadola

POSITIVO IL PRIMO BILANCIO

Il progetto sta ottenendo ottimi riscontri a Mirandola e sarà esteso anche agli altri Pronto Soccorso della provincia. Al Santa Maria Bianca è inoltre in programma l’installazione nelle sale d’attesa di alcuni monitor che permetteranno di visualizzare in tempo reale informazioni sul numero complessivo d’utenti in carico al servizio, suddivisi per codici colore, in modo da tenere aggiornati i pazienti sul carico di lavoro complessivo del Pronto Soccorso.

 

Per aderire è sufficiente contattare Annamaria Ragazzi dell’associazione AVO di Mirandola al numero 339 6236795 oppure scrivere una mail a mirandola@volontariamo.it

 

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    La paura è collegata alla memoria: uno stimolo associato a un evento negativo del passato può attivare una reazione di allarme.[...]
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: