“Manutenzione fatta per tempo, sventato rischio collasso dei canali”

Con  la manutenzione fatta per tempo, è stato sventato il rischio collasso dei canali, che in questi giorni di piogge e neve in scioglimento sono messi sotto pressione. Lo spiega il Consorzio della Bonifica Burana, che in una nota illustra i lavori fatti su canali e fiumi in zona destra del Panaro.

Sotto, l’esempio di un argine prima e dopo la manutenzione

Ed ecco il testo di spiegazioni del Consorzio

“I 30 millimetri di pioggia caduti in pianura, sommati ai 50 caduti nel territorio collinare e montano si sono rivelati critici poiché riversatisi su terreni già intrisi dalle nevicate e dalle acque di pioggia dei giorni precedenti, creando una cortina d’acqua estremamente pericolosa da gestire su tutta la rete di canali e fiumi della zona in Destra Panaro – spiega il direttore del Consorzio della Bonifica Burana, Cinalberto Bertozzi. L’onda d’urto avrebbe potuto esondare e allagare il territorio, se non avessimo deciso, in sintonia con la Regione Emilia-Romagna che ha finanziato l’intervento, di garantire la migliore funzionalità idraulica con lo sfalcio della vegetazione infestante in previsione dell’incombente stagione invernale. Calcolando che il Torrente Samoggia, in località Budrie, ha toccato la quota limite dei 1.50 metri dalla sommità arginale, ora che la piena è in diminuzione possiamo dire che il peggio è scongiurato e abbiamo avuto ragione di essere previdenti.”

 

Il Presidente Francesco Vincenzi aggiunge: “il Consorzio della Bonifica Burana ha svolto il lavoro di sfalcio su un corpo idrico naturale, il Torrente Samoggia, dunque non di propria competenza e anticipando totalmente le spese, ritenendo che i tempi burocratici avrebbero messo a repentaglio la sicurezza del territorio. E questo è stato, assieme alla stretta collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, l’ago della bilancia che ha fatto la differenza tra un territorio in piena e un territorio allagato, con tutti i danni che ne sarebbero derivati.”

Il direttore Bertozzi aggiunge: “nei giorni scorsi, i guardiani del Consorzio, accanto al personale della Regione e della Protezione Civile, inoltre, hanno potuto transitare e controllare lo stato delle arginature, la presenza di eventuale falle e fontanazzi, solo grazie al lavoro fatto dal Burana in autunno. Prima del diserbo, le arginature erano rese completamente inaccessibili dalla vegetazione infestante, senza trascurare l’apporto fondamentale di un buon deflusso delle acque garantito dalla rimozione della stessa.”

I tecnici e i guardiani del Burana sono rimasti attivi durante tutto il periodo di transito della piena e hanno lavorato giorno e notte per la sorveglianza dei canali, per le operazioni di sgrigliatura e rimozione delle occlusioni e degli alberi caduti nei canali, nonché per il funzionamento dell’impianto di scolo Bondeno-Palata (alternando l’uso a uno e due gruppi di pompaggio), mentre la Botte Napoleonica scaricava per gravità mediamente 26 metri cubi al secondo. A protezione dei centri abitati si è attivata inoltre la Cassa di espansione del Canale di San Giovanni a Manzolino, Castelfranco Emilia, che se per giorni ha ricevuto le acque di piena, in queste ore sta iniziando lo scarico delle acque.

Quando ci sono da gestire velocemente grandi volumi d’acqua come quelli dei giorni scorsi, come in una buona orchestra, nessuno strumento può stonare e tutto deve essere calibrato al millilitro. E fare opera di prevenzione, nei fatti, ripaga sempre.

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Il comico che interpretava Oriano Ferrari ora vive in auto dopo il dissesto economico causato dalla separazione dalla moglie[...]
    E le lasagne diventano da bere
    E le lasagne diventano da bere
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]