SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Alluvione e trombe d’aria: contributi per le abitazioni non principali, spese riconosciute al 50%

Arriva il riconoscimento dei contributi per le abitazioni non principali e per i beni mobili in esse contenuti, danneggiate dall’alluvione del 2014 e dalla tromba d’aria del 2013 (quella che colpì le zone di San Martino Spino e Gaggio, vicino Castelfranco) che colpirono numerosi comuni delle province di Modena e Bologna. Sarà riconosciuto il 50% delle spese ammissibili. Per far fronte alla copertura dei costi è stato destinato 1 milione e 760 mila euro. Contemporaneamente, oltre 4 milioni di euro sono destinati ad interventi urgenti di riduzione del rischio idraulico e messa in sicurezza dei fiumi Secchia e Panaro. Lo stabiliscono le ordinanze n. 3 e n. 4, firmate dal presidente della Regione e Commissario delegato alla Ricostruzione Stefano Bonaccini e pubblicate sul Bollettino Ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna n. 53 del 13 marzo 2015.

L’ordinanza n. 3
Il provvedimento disciplina i criteri, l’entità e le modalità per il riconoscimento dei contributi ai privati che abbiano presentato – entro il termine dell’8 agosto 2014 stabilito dalle ordinanze precedenti – le domande per: abitazioni non principali del proprietario o di un terzo alla data degli eventi calamitosi; eccedenze del massimale di 85.000 euro per beni immobili o parti comuni di beni immobili danneggiati; abitazioni inagibili dal sisma del 2012 e successivamente colpite dalla tromba d’aria o dall’alluvione.
Per i danni alle abitazioni non principali e ai beni mobili in esse ubicati sarà riconosciuto il 50% delle spese ammissibili a contributo; per i danni alle abitazioni principali e alle parti comuni di un immobile eccedenti il massimale di 85.000 euro il contributo è riconosciuto applicando un’aliquota progressiva sulla parte eccedente; infine, per i danni alle abitazioni inagibili per gli effetti del sisma 2012, che siano stati successivamente colpiti dalla tromba d’aria o dall’alluvione, il contributo è riconosciuto al 100% se l’abitazione era prima casa alla data del sisma (non potendolo essere alla data dei successivi eventi in quanto inagibile).
I Comuni entro 30 giorni provvederanno a completare l’istruttoria delle domande. In totale, alle Amministrazioni comunali sono giunte: 121 richieste di contributi per abitazioni non principali; 7 richieste relative ad eccedenze il massimale di 85.000 euro per danni ai beni immobili o alle parti comuni di beni immobili; 23 richieste per abitazioni inagibili dal sisma del 2012, successivamente colpite dalla tromba d’aria o dall’alluvione.
Gli interventi di ripristino delle abitazioni distrutte o danneggiate e delle parti comuni dell’immobile danneggiato, la riparazione o il riacquisto dei beni mobili dovranno essere eseguiti e comprovati con la documentazione di spesa entro il 30 aprile 2016. Il termine potrà essere prorogato dal Comune, in ragione della specificità della situazione, per un periodo comunque non superiore a 6 mesi. La documentazione di spesa da presentare dovrà seguire le norme e i criteri già stabiliti dalle ordinanze commissariali n. 2 e n. 8 dello scorso anno, che fissavano anche il termine dell’8 agosto 2014 per la presentazione delle domande.

L’ordinanza n. 4
L’ordinanza n. 4 riguarda il proseguimento e la conclusione dei lavori di ripristino delle opere pubbliche danneggiate durante l’alluvione del 19 e 20 gennaio 2014 (a cui vengono destinati 180 mila euro) e l’autorizzazione di un ulteriore stralcio di opere per la messa in sicurezza idraulica del territorio modenese; a questo scopo sono stanziati 4 milioni 80 mila euro. In totale, si tratta di 4 milioni 260 mila euro.
Sono previsti e finanziati interventi sui principali affluenti di Secchia e Panaro immediatamente a sud della città di Modena. In particolare: Torrente Fossa, Gherbella, Nizzola e Guerro con la finalità di adeguare strutturalmente e funzionalmente il sistema difensivo esistente e di adeguare nodi e tratti particolarmente critici, per ridurre la pericolosità soprattutto in caso di eventi di piena; interventi su Secchia e Panaro in corrispondenza di segnalazioni di criticità trasmesse dai Comuni, contenute all’interno dei piani comunali di emergenza di Protezione civile e nel programma provinciale di previsione e prevenzione con la finalità di aumentare, per i tratti particolarmente critici, il livello di sicurezza e ridurre la pericolosità e il rischio per gli elementi esposti. Altri lavori riguardano il proseguimento degli interventi su Secchia e Panaro per ripristinare le arginature in corrispondenza dei tratti danneggiati dalle tane di animali e mantenere la sezione di deflusso attraverso l’asportazione del materiale flottante.
Le risorse stanziate permettono di far fronte alle criticità evidenziate durante le campagne di monitoraggio messe a punto dal sistema di Protezione civile provinciale con il supporto di Aipo, Comuni, Organizzazioni di volontariato di Protezione civile e Ambiti territoriali di caccia.
Le ordinanze sono consultabili on line su E-R nell’apposito sito dedicato a “I provvedimenti per alluvione e trombe d’aria”. Per l’ordinanza n. 4 sono pubblicati anche gli allegati, con l’elenco degli interventi autorizzati, l’indicazione degli enti attuatori e le risorse stanziate (quando l’importo è pari a zero si tratta di lavori a costo zero, perché in concessione)

Rubriche

Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    L'imprenditore argentino diventerà dottore in Ingegneria del Veicolo[...]
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Si usa per ridurre il dolore neuropatico cronico di intensità elevata e trattare i pazienti affetti da sclerosi multipla con spasticità, in caso di resistenza alle terapie convenzionali.[...]
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Una sigora di Bomporto chiede giustizia per quel che le è accaduto loscorso febbraio[...]
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Allarme in paese per il via vai di lampeggianti blu nella notte[...]
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Brusco risveglio per tanti finalesi nella notte tra mercoledì e giovedì attorno alle 3 del mattino[...]
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Davanti alla gelateria che lancia l'iniziativa ci saranno i volontari dell’associazione a fare informazione[...]
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Si tratta di una epigrafe vergata su una tavola di legno piantata sul terreno[...]
    Pensano sia un allarme a tenerli svegli, invece è il canto dell'assiolo
    Pensano sia un allarme a tenerli svegli, invece è il canto dell'assiolo
    È il piccolo rapace cantato nella celebre poesia di Giovanni Pascoli[...]
    Stop a barbecue, fuochi e grigliate ai Laghi Curiel
    Stop a barbecue, fuochi e grigliate ai Laghi Curiel
    Più sicurezza, maggior decoro e riqualificazione. Sanzioni a partire dal 1° luglio [...]
    Il romanzo moderno? Si scrive e si legge su Facebook
    Il romanzo moderno? Si scrive e si legge su Facebook
    Simonetta Calzolari sta pubblicando un romanzo storico a puntate sul popolare social network[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: