L’Arma e la Liberazione di Modena: il ricordo dell’Associazione nazionale Carabinieri

L’Associazione Nazionale Carabinieri della provincia di Modena ricorda oggi – con la Brigata Polacca che entrò per prima a Modena il 22 aprile 1945 (da Nonantola) – il Nucleo di Carabinieri inserito in essa come in tutte le Grandi Unità Alleate, su disposizione del Generale Alexander che aveva voluto diecimila Carabinieri per le Armate Alleate. Quel Nucleo era comandato dal Sottotenente Romano Danelli.

La caserma di viale Tassoni a Modena in una foto d'epoca

La caserma di viale Tassoni a Modena in una foto d’epoca

Domenica 22 aprile nel 1945 i militari polacchi con i Carabinieri occuparono la caserma della Milizia fascista e della GNR in viale Tassoni (oggi Caserma “Emanuele Messineo”): quando nei mesi successivi i Polacchi lasciarono Modena, i Carabinieri confiscarono (era stata edificata dai fascisti modenesi) la caserma di viale Tassoni ad uso del “Nucleo Autocarrato Carabinieri” che vi rimase sino al 1965 con le Autoblindo “Stanghound” donate dagli Inglesi (della VI^ Divisione corazzata) ai Carabinieri itaiani.

Una vicenda analoga riguarda Montese, liberata dalla Brigata Brasiliana (FEB) che aveva al proprio interno il Nucleo Carabinieri comandato dal M.llo Antonino Bertot.

Tra i Carabinieri impegnati nei reparti partigiani modenesi al momento della Liberazione, si ricordano

Bonvicini Luigi – Serramazzoni (Brigata Adelchi-Corsini)
Bosi Guerrino “Tenente Macario” nella Brigata Costrignano – Montecreto
Brugioni Luigi – alto Appennino modenese
Muraro Ottorino – poi Comandante della Stazione CC. di Fiorano
Il pavullese Ten Colonnello Martino Veduti, già Medaglia d’Oro, in Piemonte
Il ligure Brigadiere Celso Viglino, tra Modena e Bologna, poi “caduto” in servizio a Modena nel 1947.

I Carabinieri di Finale Emilia e Massa Finalese (comandati dai Marescialli Giuseppe Avallone e Luigi Beato) che aiutavano gli ebrei a procurarsi documenti falsi e ad espatriare, vennero tutti deportati in Germania e di loro non si ebbero più notizie.

Unici ad oggi viventi, due Carabinieri ultranovantenni modenesi, deportati in Germania, Ezio Trenti di Vignola-Marano e Dovilio Calendi, liberati dalle truppe Anglo-Americane, rimasero a combattere in Nord-Europa all’interno dei reparti Alleati.

Cinque i Carabinieri “caduti” nella Resistenza modenese:
Sassi Ivo nei boschi di Ciano – ricordato nel sacrario partigiano a Ciano di Zocca
Corazzari Alberto (Brigata “Costrignano”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Ferrari Luigi di Montefiorino, nome di battaglia “Angelo” (Brigata “Bigi”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Rusticelli Giorgio (Divisione “Armando”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Marinelli Annibale, abruzzese di Colonnella, a San Cesario sul Panaro, nella strage in cui fu massacrata Gabriella Degli Esposti – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Per Vasco Rossi le chiavi della città di Modena
    Grande emozione per il rocker: "Alla fine di tutto o all’inizio di tutto ringrazio comunque sempre il cielo e la chitarra“[...]
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    E' la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley
    "Matrimonio di convenienza" nasce dalle lunghe file sulla Canaletto e dai giri in più fatti quando ponte Motta era chiuso. [...]
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    Benji e Fede in visita ai bambini ricoverati in ospedale
    I due cantanti - molto amati dai giovani - hanno cantato in reparto al Policlinico[...]
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Diciottenne di Mirandola sorpresa ubriaca alla guida si mangia lo scontrino dell'etilometro
    Lo strumento aveva certificato che c'era troppo alcol nel sangue (un tasso di 1,77, quando il limite è 0,5 grammi per litro)[...]
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Qualità dell'aria, calano le CO2
    Al via un nuovo piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima[...]
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Da Finale Emilia alla Nazionale di calcio, brava Eleonora Goldoni!
    Giocherà contro la Francia, la partita è in programma il 20 gennaio allo stadio Orange Vélodrome di Marsiglia. [...]
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    E' più a est Bologna o Roma? E chi è più a nord, Trento o Aosta?
    La geografia dice una cosa, ma le mappe cognitive che abbiamo in testa possono trarre in inganno[...]
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    Social, potrebbe costare caro a mamma o papà pubblicare foto dei figli
    L'ordinanza del Tribunale di Roma crea un precedente unico in Italia[...]
    Nel film di Natale con Massimo Boldi spunta... il Lambrusco di Sorbara
    Nel film di Natale con Massimo Boldi spunta... il Lambrusco di Sorbara
    Il cinepanettone del 2017 omaggia il nostro celebre vino[...]
    Oltre un milione di visitatori nei musei dell'Emilia-Romagna
    Oltre un milione di visitatori nei musei dell'Emilia-Romagna
    Nessun museo fa però parte della classifica dei primi trenta[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: