L’Arma e la Liberazione di Modena: il ricordo dell’Associazione nazionale Carabinieri

L’Associazione Nazionale Carabinieri della provincia di Modena ricorda oggi – con la Brigata Polacca che entrò per prima a Modena il 22 aprile 1945 (da Nonantola) – il Nucleo di Carabinieri inserito in essa come in tutte le Grandi Unità Alleate, su disposizione del Generale Alexander che aveva voluto diecimila Carabinieri per le Armate Alleate. Quel Nucleo era comandato dal Sottotenente Romano Danelli.

La caserma di viale Tassoni a Modena in una foto d'epoca

La caserma di viale Tassoni a Modena in una foto d’epoca

Domenica 22 aprile nel 1945 i militari polacchi con i Carabinieri occuparono la caserma della Milizia fascista e della GNR in viale Tassoni (oggi Caserma “Emanuele Messineo”): quando nei mesi successivi i Polacchi lasciarono Modena, i Carabinieri confiscarono (era stata edificata dai fascisti modenesi) la caserma di viale Tassoni ad uso del “Nucleo Autocarrato Carabinieri” che vi rimase sino al 1965 con le Autoblindo “Stanghound” donate dagli Inglesi (della VI^ Divisione corazzata) ai Carabinieri itaiani.

Una vicenda analoga riguarda Montese, liberata dalla Brigata Brasiliana (FEB) che aveva al proprio interno il Nucleo Carabinieri comandato dal M.llo Antonino Bertot.

Tra i Carabinieri impegnati nei reparti partigiani modenesi al momento della Liberazione, si ricordano

Bonvicini Luigi – Serramazzoni (Brigata Adelchi-Corsini)
Bosi Guerrino “Tenente Macario” nella Brigata Costrignano – Montecreto
Brugioni Luigi – alto Appennino modenese
Muraro Ottorino – poi Comandante della Stazione CC. di Fiorano
Il pavullese Ten Colonnello Martino Veduti, già Medaglia d’Oro, in Piemonte
Il ligure Brigadiere Celso Viglino, tra Modena e Bologna, poi “caduto” in servizio a Modena nel 1947.

I Carabinieri di Finale Emilia e Massa Finalese (comandati dai Marescialli Giuseppe Avallone e Luigi Beato) che aiutavano gli ebrei a procurarsi documenti falsi e ad espatriare, vennero tutti deportati in Germania e di loro non si ebbero più notizie.

Unici ad oggi viventi, due Carabinieri ultranovantenni modenesi, deportati in Germania, Ezio Trenti di Vignola-Marano e Dovilio Calendi, liberati dalle truppe Anglo-Americane, rimasero a combattere in Nord-Europa all’interno dei reparti Alleati.

Cinque i Carabinieri “caduti” nella Resistenza modenese:
Sassi Ivo nei boschi di Ciano – ricordato nel sacrario partigiano a Ciano di Zocca
Corazzari Alberto (Brigata “Costrignano”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Ferrari Luigi di Montefiorino, nome di battaglia “Angelo” (Brigata “Bigi”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Rusticelli Giorgio (Divisione “Armando”) – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina
Marinelli Annibale, abruzzese di Colonnella, a San Cesario sul Panaro, nella strage in cui fu massacrata Gabriella Degli Esposti – ricordato con foto nel Sacrario partigiano ai piedi della Ghirlandina

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Il comico che interpretava Oriano Ferrari ora vive in auto dopo il dissesto economico causato dalla separazione dalla moglie[...]
    E le lasagne diventano da bere
    E le lasagne diventano da bere
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]