Meno attese e più integrazione, le promesse per la sanità provinciale

«Ridurre i tempi di attesa per le prestazioni, stabilizzare le piante organiche del personale, proseguire nell’operazione di riequilibrio assicurando la tenuta del sistema che ha nei servizi in rete un punto di forza che va migliorato, anche attraverso una maggiore integrazione del Policlinico con l’ospedale di Baggiovara». Sono alcune tra le linee di intervento per il futuro della sanità modenese indicate da Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, nel corso della Conferenza territoriale sociale e sanitaria che si è svolta nei giorni scorsi. L’organismo, composto dai sindaci modenesi, è presieduto da Muzzarelli insieme al sindaco Carpi Alberto Bellelli, spiega una nota della Provincia.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i nuovi direttori del Policlinico Ivan Trenti e dell’Ausl di Modena Massimo Annichiarico che hanno illustrato in sintesi i dati del consuntivo 2014. Un’occasione, quindi, come ha sottolineato Muzzarelli, per aprire un confronto sul futuro della sanità modenese, verificare l’andamento delle programmazione effettuata in passato «ma soprattutto sviluppare un primo ragionamento sul tema delle risorse perché la vera sfida è sul 2015 anche rispetto al finanziamento che, a chiusura della fase di concertazione, sarà garantito dalla Regione».

E a questo proposito Muzzarelli ha annunciato un prossimo incontro in Provincia con l’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi e la Conferenza modenese.

«Con l’approvazione del bilancio regionale – ha sottolineato Muzzarelli – verificheremo con l’assessore le linee programmatiche e gli obiettivi ma soprattutto presenteremo le esigenze di un territorio modenese che vanta servizi di qualità in rete che intendiamo mantenere e migliorare». Un tema ripreso nel suo intervento da Bellelli che ha sottolineato «l’esigenza di articolare le Case della salute a seconda delle necessità del territorio e di aggiornare la programmazione sanitaria».

Su questi temi nel corso della Conferenza sono intervenuti anche Claudio Pistoni, sindaco di Sassuolo, che ha evidenziato la necessità di un rapporto più stretto tra direzioni delle aziende e sindaci, tema ripreso anche da Stefano Reggianini, sindaco di Castelfranco Emilia; Roberto Rubbiani, sindaco di Serramazzoni, dopo aver espresso un giudizio positivo sulle nomine dei direttori ha parlato di «necessità di salvaguardare le positive peculiarità della sanità modenese», mentre Romano Canovi, sindaco di Pavullo, ha manifestato la «preoccupazione che i tagli possano ricadere sulle realtà più deboli come la montagna». Maino Benatti, sindaco di Mirandola, «ha posto l’accento sull’impegno del dopo sisma» sollecitando una «nuova programmazione  dei servizi», Mauro Smeraldi, sindaco di Vignola, dopo aver sollecitato un maggiore coinvolgimento dei Comuni sulle scelte, ha posto il tema «dell’unificazione necessaria, tra le due aziende ospedaliere», mentre Maria Costi, sindaco di Formigine, ha sollecitato «una maggiore attenzione alla prevenzione un problema sul quale le Case della salute possono avere un ruolo prezioso».

Al termine dell’incontro la Conferenza ha espresso un giudizio positivo sui consuntivi delle due aziende con Smeraldi che si è astenuto.

 

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]