Meno attese e più integrazione, le promesse per la sanità provinciale

«Ridurre i tempi di attesa per le prestazioni, stabilizzare le piante organiche del personale, proseguire nell’operazione di riequilibrio assicurando la tenuta del sistema che ha nei servizi in rete un punto di forza che va migliorato, anche attraverso una maggiore integrazione del Policlinico con l’ospedale di Baggiovara». Sono alcune tra le linee di intervento per il futuro della sanità modenese indicate da Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, nel corso della Conferenza territoriale sociale e sanitaria che si è svolta nei giorni scorsi. L’organismo, composto dai sindaci modenesi, è presieduto da Muzzarelli insieme al sindaco Carpi Alberto Bellelli, spiega una nota della Provincia.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i nuovi direttori del Policlinico Ivan Trenti e dell’Ausl di Modena Massimo Annichiarico che hanno illustrato in sintesi i dati del consuntivo 2014. Un’occasione, quindi, come ha sottolineato Muzzarelli, per aprire un confronto sul futuro della sanità modenese, verificare l’andamento delle programmazione effettuata in passato «ma soprattutto sviluppare un primo ragionamento sul tema delle risorse perché la vera sfida è sul 2015 anche rispetto al finanziamento che, a chiusura della fase di concertazione, sarà garantito dalla Regione».

E a questo proposito Muzzarelli ha annunciato un prossimo incontro in Provincia con l’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi e la Conferenza modenese.

«Con l’approvazione del bilancio regionale – ha sottolineato Muzzarelli – verificheremo con l’assessore le linee programmatiche e gli obiettivi ma soprattutto presenteremo le esigenze di un territorio modenese che vanta servizi di qualità in rete che intendiamo mantenere e migliorare». Un tema ripreso nel suo intervento da Bellelli che ha sottolineato «l’esigenza di articolare le Case della salute a seconda delle necessità del territorio e di aggiornare la programmazione sanitaria».

Su questi temi nel corso della Conferenza sono intervenuti anche Claudio Pistoni, sindaco di Sassuolo, che ha evidenziato la necessità di un rapporto più stretto tra direzioni delle aziende e sindaci, tema ripreso anche da Stefano Reggianini, sindaco di Castelfranco Emilia; Roberto Rubbiani, sindaco di Serramazzoni, dopo aver espresso un giudizio positivo sulle nomine dei direttori ha parlato di «necessità di salvaguardare le positive peculiarità della sanità modenese», mentre Romano Canovi, sindaco di Pavullo, ha manifestato la «preoccupazione che i tagli possano ricadere sulle realtà più deboli come la montagna». Maino Benatti, sindaco di Mirandola, «ha posto l’accento sull’impegno del dopo sisma» sollecitando una «nuova programmazione  dei servizi», Mauro Smeraldi, sindaco di Vignola, dopo aver sollecitato un maggiore coinvolgimento dei Comuni sulle scelte, ha posto il tema «dell’unificazione necessaria, tra le due aziende ospedaliere», mentre Maria Costi, sindaco di Formigine, ha sollecitato «una maggiore attenzione alla prevenzione un problema sul quale le Case della salute possono avere un ruolo prezioso».

Al termine dell’incontro la Conferenza ha espresso un giudizio positivo sui consuntivi delle due aziende con Smeraldi che si è astenuto.

 

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    In difesa degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. [...]
    Scuderia Imperiale ed Extrema Kart, la Bassa al Motor Show
    Scuderia Imperiale ed Extrema Kart, la Bassa al Motor Show
    Il reparto racing della carrozzeria mirandolese e il kartodromo di Massa Finalese sono i due brand della nostra area presenti alla kermesse bolognese - FOTO[...]
    Accademia per il Balsamico tradizionale, ultimo sabato di assaggi
    Accademia per il Balsamico tradizionale, ultimo sabato di assaggi
    Appuntamento sabato 2 dicembre per 40 maestri, 25 assaggiatori, 40 fra allievi e aspiranti allievi e una mezza dozzina di neofiti[...]
    Boom di turisti... a Carpi e nella Ceramic Land
    Boom di turisti... a Carpi e nella Ceramic Land
    A sorpresa risultano essere zone molto attrative per i turisti[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: