Base in Albania, ramificazioni in Italia: ecco la banda di ladri di trattori sgominata dai Carabinieri

“Una banda criminale, che ha evidenziato una costante ed elevata capacità aggressiva nei confronti delle componenti sociali ed istituzionali locali”, con base in Albania e ramificazioni in tutto il Nord Italia dove reinvestiva i frutti delle rapine in immobili e titoli. E’ l’identikit della banda di ladri sgominata oggi dai Carabinieri, che ha imperversato in tutta la Bassa, composta da almeno nove uomini dai 23 ai 56 anni, 8 albanesi e un italiano quello arrestati.

Nelle prime ore del mattino, i Carabinieri di Bologna hanno dato esecuzione a Bologna, Modena, Ferrara, Alessandria e Pordenone a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere su ordine del G.I.P. del Tribunale di Bologna a carico di 9 soggetti, a vario titolo indagati, in concorso tra di loro di plurimi furti aggravati e ricettazione di numerosi macchinari agricoli per un valore di milioni di euro.

L’operazione giunge ad esito di un’articolata attività investigativa, convenzionalmente denominata “Agroton”, avviata nel decorso mese di gennaio, durante la quale i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bologna Borgo Panigale hanno documentato, attraverso lo sviluppo di plurimi servizi tecnici di censura di conversazioni tra presenti e conseguenti servizi dinamici, mirati alla verifica delle reciprocità relazionali e delinquenziali tra gli indagati, l’operatività di un sodalizio criminale di matrice italo-albanese, operante in diverse provincie dell’Emilia Romagna, dedito al furto di diverse macchine agricole, fra cui trattori, rimorchi ed altri veicoli in genere.

È emerso, dalle condotte investigazioni, che al sodalizio in questione, la cui base operativa ha probabilmente sede in Albania, aderiscano altri soggetti, stabilmente dimoranti in Albania, in corso di identificazione, ritenuti veri e propri committenti dei furti perpetrati in Italia, occupandosi anche della successiva fase di ricettazione della merce trafugata.

Le indagini hanno consentito di realizzare un approfondito percorso investigativo, finalizzato alla completa disarticolazione del complesso ed articolato giro di furti e ricettazione, ricostruendo gli attuali interessi criminali imputabili all’organizzazione criminale indagata. 

Le vittime dei furti

Lungo l’elenco dei mezzi recuperati e restituiti agli agricoltori derubati, oltre a quelli già riconsegnati alla Falconiera dei fratelli Golinelli di Mirandola.

* trattore marca “John Deere” targato BA910X del valore di 20 mila euro asportato nella notte del 07 marzo 2016 nel comune Dozza (BO) dall’azienda agricola di  Zuffa Mauro;

*trattore marca “John Deere, valore 40 mila euro, asportato nella notte  tra il 20.03.2016 ed il 21.03.2016 in danno della ditta C.AP.A. di Correggio (Mo);

* trattore marca “Fendt 339, valore 130 mila euro, asportato nella notte  tra il 20.03.2016 ed il 21.03.2016 in danno della ditta C.AP.A. di Correggio (Mo);

* due trattori del valore di 100 mila euro, di cui uno marca “Same” e l’altro “John Deere” asportati dalle aziende agricole denominate rispettivamente “Rinaldi Lino e Bruno” e “Venturelli Francesco” di Nonantola;

Ma non è finita qui

E’ molto ampio il circuito di interessi economici, patrimoniali e societari riconducibili ad affiliati e loro prestanomi di questa banda. Tanto che i Carabinieri, all’esito della complessiva attività di accertamento, hanno elaborato un’ulteriore informativa di reato, ancora in fase di redazione, finalizzata al sequestro di beni, consistenti in immobili, conti correnti, titoli mobiliari e autoveicoli, individuati in Emilia Romagna ed in Albania.

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]