Martini Light, per l’azienda di Concordia è tregua: riparte la produzione

Dopo gli scioperi della scorsa settimana, che hanno visto i lavoratori della Martini Light di Concordia mobilitarsi per 3 giorni il 15-16 e 17 marzo , si è raggiunta stamattina una tregua grazie ad un’ipotesi di accordo alla presenza del sindaco, che verrà sottoscritta il prossimo 27 marzo presso la sede aziendale, solo nel caso che i primi impegni presi in mattinata vengano mantenuti.
Fiom/Cgil, Fim/Cisl e i lavoratori chiedono risposte rispetto alle due mensilità arretrate non ancora versate.
Lo stato di agitazione era in programma anche per la giornata di oggi, ma dopo l’accordo i lavoratori hanno avuto modo di partecipare all’assemblea sindacale per votare i contenuti dell’accordo emerso al tavolo.

La stragrande maggioranza dei lavoratori ha votato in modo favorevole all’ipotesi di ricevere un acconto del 20% del salario già nella giornata di domani e il saldo il 10 di aprile. L’azienda ha poi garantito piena continuità nei pagamenti dal mese di maggio, periodo in cui comincerà anche il recupero delle spettanze arretrate che verrà erogato mensilmente in modo da riportare in pari i lavoratori nei prossimi mesi.

“Non possiamo ritenerci completamente soddisfatti della proposta aziendale – dicono Alessandro Santini Fiom/Cgil e Alessandro Gamba Fim/Cisl – ma sottolineiamo come, per l’ennesima volta in questi mesi, i lavoratori della Martini Light abbiano dimostrato grande senso di responsabilità e di avere la testa sulle spalle. Questa è però l’ultima occasione per l’impresa di recuperare credibilità verso i dipendenti che non sono più disposti a tollerare mancanze come quelle subite nei mesi scorsi”.

L’auspicio delle rappresentanze sindacali era quello di vedersi offrire almeno la metà dei soldi non ancora versati, ma l’azienda ha sostenuto al tavolo di non poter essere in grado, oggi, di andare oltre quanto proposto.
Il tentativo di recuperare quote di mercato in aree geografiche non ancora battute dalla Martini potrebbe dare i suoi frutti nei prossimi mesi, “ma quello di cui hanno bisogno i lavoratori, al momento, è la certezza di un salario” aggiungono i sindacalisti.
“I lavoratori hanno digerito questa situazione con coscienza e con la consapevolezza che questo è attualmente l’unico modo per dare continuità al lavoro – continuano i sindacati impegnati al tavolo  – ma va ricordata all’impresa la sua responsabilità sociale, l’impegno necessario che un imprenditore deve mettere per uscire da questa difficoltà senza continuare a pretendere sacrifici inaffrontabili da lavoratori che non possono non pagare mutui o bollette”.
Servono risposte che, da aprile, diano seguito all’accordo perché ormai la situazione è a un punto morto – spiegano i sindacalisti di Fiom e Fim – o l’azienda mantiene fede ai suoi impegni presenti e futuri o, inevitabilmente, i lavoratori non potranno rimanere ancorati ancora a lungo ad una situazione che impedisce loro di percepire quanto dovuto”.

Le rappresentanze sindacali continueranno dunque a tenere monitorata la situazione. Nonostante gli incontri di stamane e della scorsa settimana svolti alla presenza del sindaco di Concordia, infatti, servirà presentare un piano industriale solido e credibile, nei prossimi mesi, per permettere alla Martini Light di recuperare il posto che le spetta nel settore dell’impiantistica di illuminazione.Da domani riprende dunque il lavoro e l’impresa, scaduto il contratto di solidarietà, si appoggerà a partire dal 1° aprile ad una cassa integrazione che servirà a tamponare eventuali cali di lavoro ancora imprevedibili, ma che non verrà utilizzata in modo “selvaggio” e sarà concertata con le Rsu.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    In difesa degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. [...]
    Scuderia Imperiale ed Extrema Kart, la Bassa al Motor Show
    Scuderia Imperiale ed Extrema Kart, la Bassa al Motor Show
    Il reparto racing della carrozzeria mirandolese e il kartodromo di Massa Finalese sono i due brand della nostra area presenti alla kermesse bolognese - FOTO[...]
    Accademia per il Balsamico tradizionale, ultimo sabato di assaggi
    Accademia per il Balsamico tradizionale, ultimo sabato di assaggi
    Appuntamento sabato 2 dicembre per 40 maestri, 25 assaggiatori, 40 fra allievi e aspiranti allievi e una mezza dozzina di neofiti[...]
    Boom di turisti... a Carpi e nella Ceramic Land
    Boom di turisti... a Carpi e nella Ceramic Land
    A sorpresa risultano essere zone molto attrative per i turisti[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: