Primo marzo 2017, è finito il terremoto d’Emilia

20 maggio 2012 – 28 febbraio 2017. Sono le date di inizio e fine del terremoto d’Emilia.

La fine del terremoto? Può finire un terremoto?

No, se pensiamo ai lutti che lascia, ai segni indelebili sulle nostre anime. Sì, può finire se tutto quello che è stato fisicamente distrutto si ricostruisce. 

E il terremoto d’Emilia è finito?

No, se pensiamo che anche nella più ottimistica lettura dei dati della ricostruzione non si va mai oltre al 70% del totale (valutazione della Regione; 40% quella dei comitati terremotati).

Sì, è finito se ci abbandoniamo alla volontà della burocrazia che, senza che ne sapessimo niente, ci ha fatto uscire dallo stato emergenziale che ci esonerava dall’obbligo di accoglienza dei richiedienti asilo. 

Sì, è finito se guardiamo ai processi giudiziari, che hanno decretato tante archiviazioni.

Sì, è finito se guardiamo a chi oggi è al lavoro negli uffici del nostri Comuni: meno persone di ieri, perchè il personale straordinario che ci era stato assegnato per la ricostruzione ha terminato il suo contratto, e resta solo qualche tecnico in più per seguire le pratiche.

Si, è finito se lo sguardo si posa lì dove c’erano i Map. Ora sono stati tutti smontati, gli spazi si aprono a nuove cementificazioni e i “casi sociali” sono da oggi nelle case popolari, discreti e silenziosi e lontano degli occhi.

Insomma, il terremoto d’Emilia è finito, si.

È perché allora nessuno ha voglia di festeggiare?

Area ex Map Cavezzo

Area ex Map Mirandola

 

 

 

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]