Rimedi naturali contro le allergie di stagione

Con l’arrivo della bella stagione, anche le allergie hanno iniziato subdolamente ad infastidire una grossa fetta di popolazione. Statistiche affermano che addirittura 20 milioni di persone soffrano di questa patologia. Ecco allora qualche consiglio per affrontare al meglio pruriti nasali, lacrimazione, congestione nasale e tosse stizzosa.

Non sto ad elencarvi gli antiistaminici, ormai tutti i soggetti allergici li conoscono perfettamente, sanno quali utilizzare affinché siano i più adatti al loro problema. Forse, però, non tutti sanno che anche diverse sostanze naturali aiutano ad affrontare meglio questa “piaga” annuale. Ecco quindi il capostipite delle terapie, signore e signori, vi presento il Ribes Nigrum. Di questa pianta, il cui nome comune è ribes nero, vengono utilizzate diverse parti, in primis le foglie, la cui attività è simil-cortisonica.

Ecco quindi il perchè dell’efficacia nel trattamento delle riniti allergiche. Andando più nello specifico il ribes nero stimola la corteccia delle ghiandole surrenali che aumenteranno la secrezione di sostanze antinfiammatorie. La forma più utilizzata è il macerato glicerico, si possono utilizzare anche 45 gocce nell’arco delle 24 ore, l’assunzione può continuare per tutta la durata dell’esposizione agli antigeni (tutta la stagione). L’azione antiinfiammatoria sarà valida soprattutto per riniti allergiche, lacrimazione eccessiva e congiuntivite. Di questa pianta si utilizzano che le gemme ed i frutti, con una azione positiva soprattutto sul microcircolo e sulla retina.

Altra pianta molto utilizzata nella terapia fitoterapica è senz’altro la Rosa Canina, ricchissima in Vitamina C, flavonoidi, tannini e carotenoidi. Le parti della pianta che interessano nella terapia antiallergica sono foglie, fiori e radici da cui si ottengono tisane, infusi e decotti. L’azione principale è quella antiedemigena dovuta alla presenza di tannini e flavonoidi, i primi ad effetto astringente sulle mucose ed i secondi con un effetto tonico sul microcircolo. In questo caso se si utilizza la tintura madre, la posologia indicata sono 45 gocce fino a 3 vole al giorno, ma non è necessario un periodo continuativo, ma solo durante la fase acuta. L’ultima pianta di cui voglio parlare è una vecchia conoscenza di farmacisti ed erboristi, la Boswellia. Questa viene spesso utilizzata per contrastare affezioni sia infiammatorie (dolori reumatici, artriti…) sia allergiche. Il principio attivo della pianta è l’Acido Boswellico, estratto dalla resina. Ha dimostrato avere una azione inibitoria sul rilascio di leucotrieni (mediatori dell’infiammazione) durante il processo infiammatorio, in questo modo si riduce la risposta infiammatoria causa principale della contrazione dei bronchioli e quindi dell’asma allergico. I leucotrieni sono gli stessi responsabili dell’infiammazione a livello articolare nelle artriti e nei dolori reumatici. Adesso avete tre nuovi alleati contro le allergie stagionali. Usateli al meglio.

Un saluto

Dott. Luca Bompani

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Il comico che interpretava Oriano Ferrari ora vive in auto dopo il dissesto economico causato dalla separazione dalla moglie[...]
    E le lasagne diventano da bere
    E le lasagne diventano da bere
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]