L’uomo delle bici di San Felice ha l’anima punk. E sfonda in Giappone

Di solito parliamo di lui per i furti che subisce nel suo negozio o per le iniziative di beneficenza che organizza, ma Alessandro Alessi – l’uomo delle bici di San Felice sul Panaro –  riserva tante sorprese. Perchè non solo ha un passato rockettaro di alto livello, ma anche un presente che lo vede sfondare con la sua musica addirittura in Giappone. Infatti, proprio nel paese del Sol Levante ha pubblicato il primo album della sua band: sono state vendute decine di copie e da Tokyo già chiedono la seconda ristampa. Un successo inaspettato, ma basta sentire questa musica per capire che è meritato.

L’intervista ad Alessandro Alessi

Qualche anno fa Alessi fondò con un gruppo di amici gli Stompin’ Mad Bats, i Pipistrelli Pazzi che non stan mai fermi. Il genere è non facile e si chiama psychobilly musica che che fonde varie forme di punk rock con il rockabilly e altri generi. Erano in 5 e il sanfeliciano suonava il contrabbasso e faceva la back voice

“E’ stato il periodo più bello della mia vita – racconta Alessi oggi – tutto girava sulla vita notturna, gran baracca e sesso… Come la maggior parte delle band ci siamo sciolti quando era il momento buono, dissapori interni diciamo, alla fine ci siamo accorti che solo in due eravamo pronti a mollare tutto per fare gli artisti, gli altri tre… Mille storie, studio, la morosa, la mamma eccetera eccetera. Quando ci siamo sciolti io sono impazzito, sì è stata la più grossa delusione della mia vita, sono andato giù di testa praticamente”

Chi c’era nella band?

Oltre a me c’era Paolo Mazzoli, sempre di S. Felice,  che vive a Bologna, lui cantava Ora è laureato in Chimica e lavora all’Università di Bologna. Sempre di San Felice era Giustino Scardovelli, batterista, anche lui ora vive a Bologna ed è ingegnere informatico  e Stefano Duò, il sanfeliciano alla chitarra, che ora fa il DJ e lavora alla Emilplast, azienda dei suoi fratelli. Infine Matteo Ferlin, di Finale, chitarra, ora vive a Milano, fa il grafico e suona tuttora.

Avete avuto una bella carriera direi.

Sì. Abbiamo fatto parecchie date in giro per l’Italia, poi in Inghilterra più volte. Ci siamo sciolti appena prima della tournèe in Giappone, quella che secondo me ci avrebbe lanciati. In tre non volevano venire, che occasione persa!

Perchè l’exploit di oggi il Giappone?

Il genere è una sorta di rockabilly mischiato con il punk, in Giappone va ancora molto, come anche negli States, dove ha avuto il massimo di punta tra il 2007 ed il 2010, mentre in Europa tra l’88 ed il 98.

Perchè proprio ora a tanti anni dalla chiusura della vostra avventura musicale?

Il disco l’abbiamo registrato tra il ’93 ed il ’94, non l’ho mai fatto uscire perché ero molto arrabbiato con coloro che non volevano seguirmi nell’avventura mondiale. L’ho tenuto lì, finché un paio di anni fa, l’ho riascoltato ed ho detto “Ma quanto eravamo bravi?” da lì ho ricontattato gli altri, visto che dopo quasi 20 anni mi era “passata” l’arrabbiatura ed insieme abbiamo lavorato alla copertina, al sito e siamo usciti a fine Marzo. 
Poi siamo andati online, e da lì sono arrivate le richieste, la maggior parte dal Giappone, poi Usa, Australia, paesi nordici, anche dalla Russia. 

E ora, parola alla musica

Tutte le notizie e per ordinare il cd: http://www.stompinmadbats.com/it/

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    Arrivano poltrone e divano per la sala d'attesa del Comune di Finale ma... è proibito sedersi
    La situazione nel resto della sala non è migliore. L'ascensore risulta fuori servizio e la finestra rotta[...]
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Paese che vai, assistenza che trovi. I consigli Ausl per chi va in vacanza all'estero
    Nei Paesi extra UE o non convenzionati con l'Italia, i cittadini sono tenuti a pagare in proprio le spese mediche (spesso notevolmente elevate) [...]
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Porta il cane a passeggio e trova un pericoloso varano
    Il rettile, la cui detenzione è vietata, era lungo 70 centimetri[...]
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Un premio per il nuovo libro di Rino Fattori, il Castaneda della Bassa
    Come faceva il noto scrittore peruviano che raccontava la sue avventure in sudamericane, il medico di Cavezzo con penna e foto descrive i suoi viaggi nelle terre dei Nativi.[...]
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Piazza Verdi e la storia delle panchine della discordia
    Sono state installate da un paio di giorni e non sono certo passate inosservate[...]
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    In vacanza da 40 anni sempre nello stesso albergo: un premio per Dotti di Mirandola e per i Frabetti di San Felice
    Le due famiglie della Bassa sono fedelissime della Riviera romagnola e il Comune di Cervia le ha premiate[...]