L’uomo delle bici di San Felice ha l’anima punk. E sfonda in Giappone

Di solito parliamo di lui per i furti che subisce nel suo negozio o per le iniziative di beneficenza che organizza, ma Alessandro Alessi – l’uomo delle bici di San Felice sul Panaro –  riserva tante sorprese. Perchè non solo ha un passato rockettaro di alto livello, ma anche un presente che lo vede sfondare con la sua musica addirittura in Giappone. Infatti, proprio nel paese del Sol Levante ha pubblicato il primo album della sua band: sono state vendute decine di copie e da Tokyo già chiedono la seconda ristampa. Un successo inaspettato, ma basta sentire questa musica per capire che è meritato.

L’intervista ad Alessandro Alessi

Qualche anno fa Alessi fondò con un gruppo di amici gli Stompin’ Mad Bats, i Pipistrelli Pazzi che non stan mai fermi. Il genere è non facile e si chiama psychobilly musica che che fonde varie forme di punk rock con il rockabilly e altri generi. Erano in 5 e il sanfeliciano suonava il contrabbasso e faceva la back voice

“E’ stato il periodo più bello della mia vita – racconta Alessi oggi – tutto girava sulla vita notturna, gran baracca e sesso… Come la maggior parte delle band ci siamo sciolti quando era il momento buono, dissapori interni diciamo, alla fine ci siamo accorti che solo in due eravamo pronti a mollare tutto per fare gli artisti, gli altri tre… Mille storie, studio, la morosa, la mamma eccetera eccetera. Quando ci siamo sciolti io sono impazzito, sì è stata la più grossa delusione della mia vita, sono andato giù di testa praticamente”

Chi c’era nella band?

Oltre a me c’era Paolo Mazzoli, sempre di S. Felice,  che vive a Bologna, lui cantava Ora è laureato in Chimica e lavora all’Università di Bologna. Sempre di San Felice era Giustino Scardovelli, batterista, anche lui ora vive a Bologna ed è ingegnere informatico  e Stefano Duò, il sanfeliciano alla chitarra, che ora fa il DJ e lavora alla Emilplast, azienda dei suoi fratelli. Infine Matteo Ferlin, di Finale, chitarra, ora vive a Milano, fa il grafico e suona tuttora.

Avete avuto una bella carriera direi.

Sì. Abbiamo fatto parecchie date in giro per l’Italia, poi in Inghilterra più volte. Ci siamo sciolti appena prima della tournèe in Giappone, quella che secondo me ci avrebbe lanciati. In tre non volevano venire, che occasione persa!

Perchè l’exploit di oggi il Giappone?

Il genere è una sorta di rockabilly mischiato con il punk, in Giappone va ancora molto, come anche negli States, dove ha avuto il massimo di punta tra il 2007 ed il 2010, mentre in Europa tra l’88 ed il 98.

Perchè proprio ora a tanti anni dalla chiusura della vostra avventura musicale?

Il disco l’abbiamo registrato tra il ’93 ed il ’94, non l’ho mai fatto uscire perché ero molto arrabbiato con coloro che non volevano seguirmi nell’avventura mondiale. L’ho tenuto lì, finché un paio di anni fa, l’ho riascoltato ed ho detto “Ma quanto eravamo bravi?” da lì ho ricontattato gli altri, visto che dopo quasi 20 anni mi era “passata” l’arrabbiatura ed insieme abbiamo lavorato alla copertina, al sito e siamo usciti a fine Marzo. 
Poi siamo andati online, e da lì sono arrivate le richieste, la maggior parte dal Giappone, poi Usa, Australia, paesi nordici, anche dalla Russia. 

E ora, parola alla musica

Tutte le notizie e per ordinare il cd: http://www.stompinmadbats.com/it/

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Albero di Natale osceno sequestrato dalla Municipale
    Albero di Natale osceno sequestrato dalla Municipale
    Un negoziante lo aveva decorato con decine di falli, anche illuminati[...]
    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Appuntamento il 16 dicembre con cioccolata calda (per i bimbi) e con brulè (per i grandi)[...]
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    La bestiola, dotata di microchip, è stata poi portata al sicuro al Canile in attesa di rintracciare il proprietario che risulta essere di Marano.[...]
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Si parte a giugno a Torino, Padova, Roma, Bari e Messina[...]
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: