Degrado al laghetto di Montalbano, c’è chi lo considera una discarica

C’è chi lo considera una discarica, il laghetto di Montalbano, polmone verde nella zona industriale di Medolla nella zona del canale che costeggia l’omonima via.  E’un luogo dove molta gente va a pescare; si trova sulla sinistra prima del cavalcavia andando verso Cavezzo provenendo dalla rotonda del Sigma di Medolla. Tanti fanno passeggiate o ci arrivano con la bicicletta, ma c’è chi lo usa per lasciare la sua spazzatura.
Questa la situazione che si sono trovati davanti l’altro giorno due ragazzi che erano lì per una passeggiata, Simone Paraluppi e Isabella Rossi

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Tornando dal nostro solito giro in bicicletta – racconta Simone –  siamo passati dal laghetto di Montalbano in direzione Medolla e abbiamo trovato la situazione che vedete nelle foto. Sinceramente siamo rimasti un po’ perplessi da questo chiaro segno di inciviltà; perché se si vuole avere avere la libertà di fare serata con annesse bottiglie di birra, sigarette, pizza, siringhe, farmaci generici (da farmacie abusive), si dovrebbe poi avere il rispetto di lasciare l’ambiente come lo si è trovato, trattandosi di un luogo pubblico e non della propria casa dove ognuno può fare quello che vuole, anche adibirla a discarica. Perché aldilà dell’educazione, che non sempre è un optional, si tratta di avere anche semplicemente buon senso. Poi  – osserva ancora Simone che ha postato le immagini su Facebook – non meravigliamoci se la natura ci si rivolta contro visto che stiamo facendo di tutto per abusarne”.

Simone e Isabella non si sono limitati alla lamentela sui social. Si sono armati di guanti e sacconi e hanno raccolto tutto (in modo differenziato) “nella speranza di dare il buon esempio senza volere necessariamente solo puntare il dito” spiegano. Questo il risultato del loro lavoro. Sperando, che siano di buon esempio davvero a tanti incivili.

 

Sul Panaro on air

    • WatchArresti nella Bassa per crimini legati allo stoccaggio irregolare dei rifiuti
    • WatchAimag, la presidente Monica Borghi parla di bilancio e delle prospettive di fusioni
    • WatchMinorenne deruba una donna con difficoltà motorie

    Curiosità

    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Al via lo studio sulle tartughe esotiche che vivono in città
    Si ricorda che, proprio per limitare i danni che questa specie arreca alla fauna locale è vietato liberare la fauna esotica (come dispone l’art.8 della Legge regionale 5/2005). [...]
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    La signora Maria, "la bustera", compie cento anni
    Si festeggia un secolo di vita per questa nota commerciante[...]
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    San Prospero a Italia Gioca porta la bandiera dell'Emilia-Romagna
    Il gruppo di ragazze e ragazzi volerà a Cagliari e ha avuto l'onore di essere scelto a rappresentare l'intera regione[...]
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    Disabile rimane bloccata in ascensore al cimitero
    La signora era in visita, è stata salvata dalla figlia che è riuscita ad avvisare col telefonino[...]
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Prende forma ad Accumoli il centro commerciale donato dai negozianti di Cavezzo
    Le strutture che si trovavano in piazza Martiri diverranno il cuore commerciale della rinascita di questo paese del Centro Italia [...]
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Compriamo sempre più on line, i postini ci han portato 400 mila pacchi in pochi mesi
    Il portalettere, punto di riferimento insostituibile per le comunità locali sta cambiando il proprio ruolo di pari passo alle nuove abitudini di consumo. [...]
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    La carta aziendale usata per comprare bambole gonfiabili
    Scoperta una truffa informatica ai danni di una impresa di Carpi[...]
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    Spacciatrice di droga si trasferisce a Mirandola e viene arrestata
    La giovane, che ha 28 anni ed è di Carpi, è ora in carcere dove dovrà scontare tre anni e nove mesi[...]