Microbiota, l’organo “invisibile” – della dottoressa Federica Felicioni

È dentro la pancia, pesa più del cuore, ha un’attività metabolica paragonabile a quella del fegato, è indispensabile, ma è invisibile… Cos’è?

Non lo troviamo ancora riportato nei libri di anatomia come un organo, ma in realtà lo è a tutti gli effetti per le funzioni che svolge, è il MICROBIOTA.

Sto parlando dei miliardi di batteri che costituiscono la flora batterica, che sono dentro di noi, che colonizzano tutto il nostro apparato digerente, partendo dalla bocca, fino all’ano. 

Il loro numero è dell’ordine di 100.000 miliardi ed il loro peso supera il chilo.

La cosa sconvolgente è che ci condizionano, ci influenzano e che persino il nostro umore può dipendere da loro.

Si tratta di abitanti diversi come tipologia di composizione e come quantità.

Comprendono centinaia di specie diverse. Alcuni ceppi ci caratterizzano e rimangono costanti al nostro interno, tanto da poter parlare di impronta microbica personale cioè diversa da individuo a individuo. 

Parte della nostra vita interna, è incentrata proprio sulla ricerca di un equilibrio dinamico con i batteri, che si autolimitano nella crescita e si confrontano con le altre specie batteriche. 

C’è una zona particolare del nostro intestino, ossia il colon, dove i batteri si moltiplicano più facilmente, qui infatti trovano abbondanza di residui alimentari. Da qui i batteri si spostano in altre zone, anche lontane, dove non è necessario competere per sopravvivere, ma ciò non è sempre positivo.

Una curiosità riguarda i Firmicutes: se questi batteri si trovano a proliferare in assenza di Bifidobatteri, allora sono in grado di innescare una serie di meccanismi complicati, che portano all’assorbimento di zuccheri provenienti dalla degradazione delle fibre. Questo significa che in talune occasioni si possono assorbire zuccheri dalle verdure! Questo è a dir poco una notizia terribile per chi è a dieta: cioè in altre parole mangio verdure e aumento di peso! Mangio insalata e cresce la glicemia!

Allora da oggi in poi potremmo anche iniziare a credere a chi afferma: “Mangio solo verdura eppure ingrasso”… anche se non gli abbiamo mai creduto, ora sappiamo che qualcosa di vero c’è!

Quindi tutto bene finché l’equilibrio fra specie diverse viene mantenuto, se siamo cioè in eubiosi. In queste condizioni alcuni microrganismi, necessari per il nostro organismo, sopravvivono in equilibrio fra loro, allo scopo di produrre delle sostanze utili, in cambio della sopravvivenza. Ma se si crea uno squilibrio, si ha una alterazione della flora batterica intestinale e si crea una condizione di disbiosi; ciò rende l’organismo suscettibile all’attacco di patogeni.

Uno studio fatto presso l’Università di Stanford ha evidenziato ad esempio che l’uso di antibiotici induce cambiamenti nella composizione della flora batterica tanto da portare alla scomparsa di alcune specie che potevano rappresentare una forma di protezione contro altri patogeni. Non solo gli antibiotici, ma anche antinfiammatori, lassativi, cortisonici, … possono modificare quell’equilibrio così precario. Il problema è che il danno ormai è fatto e gli effetti si potranno sentire anche a distanza di anni da quella assunzione di farmaci, senza però riuscire più a collegare causa ed effetto.

Anche condizioni di stress psico-fisici o ambientali o alimentari possono determinare questo sbilanciamento della microflora intestinale e determinare la disbiosi. Sono tanti gli studi che pongono in relazione alterazioni  del microbiota con diverse malattie metaboliche e con l’obesità. Alcuni studi sembrano anche indicare come alterazioni del microbiota possano avere un ruolo nella sindrome di Alzheimer, così come nell’insorgenza della depressione o della schizofrenia.

Un’alimentazione che preveda buone dosi di frutta, verdura, cereali integrali garantisce un buon apporto di quelle fibre che garantiscono vitalità e diversità del microbiota. Viceversa diete ricche di zuccheri  e povere di fibre possono alterare e compromettere pesantemente la popolazione batterica.

Il modo in cui ci alimentiamo è uno dei principali fattori in grado di influenzare la composizione del microbiota e quindi ancora una volta un’alimentazione corretta diventa la “carta vincente” da giocare per mantenere e migliorare la nostra salute ed il nostro benessere.

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Gara di solidarietà tra gli ex meccanici Ferrari per aiutare il comico Marco Della Noce
    Il comico che interpretava Oriano Ferrari ora vive in auto dopo il dissesto economico causato dalla separazione dalla moglie[...]
    E le lasagne diventano da bere
    E le lasagne diventano da bere
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Finto soldato americano le porta via 100mila euro
    Era una invenzione di tre uomini, tutti nigeriani e di base a Modena, che a turno intrattenevano in chat la signora truffata[...]
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Pensionato trova una bomba a mano e la porta dai Carabinieri
    Comportamento molto pericoloso. Sono intervenuti gli artificieri[...]
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]