Microbiota, l’organo “invisibile” – della dottoressa Federica Felicioni

È dentro la pancia, pesa più del cuore, ha un’attività metabolica paragonabile a quella del fegato, è indispensabile, ma è invisibile… Cos’è?

Non lo troviamo ancora riportato nei libri di anatomia come un organo, ma in realtà lo è a tutti gli effetti per le funzioni che svolge, è il MICROBIOTA.

Sto parlando dei miliardi di batteri che costituiscono la flora batterica, che sono dentro di noi, che colonizzano tutto il nostro apparato digerente, partendo dalla bocca, fino all’ano. 

Il loro numero è dell’ordine di 100.000 miliardi ed il loro peso supera il chilo.

La cosa sconvolgente è che ci condizionano, ci influenzano e che persino il nostro umore può dipendere da loro.

Si tratta di abitanti diversi come tipologia di composizione e come quantità.

Comprendono centinaia di specie diverse. Alcuni ceppi ci caratterizzano e rimangono costanti al nostro interno, tanto da poter parlare di impronta microbica personale cioè diversa da individuo a individuo. 

Parte della nostra vita interna, è incentrata proprio sulla ricerca di un equilibrio dinamico con i batteri, che si autolimitano nella crescita e si confrontano con le altre specie batteriche. 

C’è una zona particolare del nostro intestino, ossia il colon, dove i batteri si moltiplicano più facilmente, qui infatti trovano abbondanza di residui alimentari. Da qui i batteri si spostano in altre zone, anche lontane, dove non è necessario competere per sopravvivere, ma ciò non è sempre positivo.

Una curiosità riguarda i Firmicutes: se questi batteri si trovano a proliferare in assenza di Bifidobatteri, allora sono in grado di innescare una serie di meccanismi complicati, che portano all’assorbimento di zuccheri provenienti dalla degradazione delle fibre. Questo significa che in talune occasioni si possono assorbire zuccheri dalle verdure! Questo è a dir poco una notizia terribile per chi è a dieta: cioè in altre parole mangio verdure e aumento di peso! Mangio insalata e cresce la glicemia!

Allora da oggi in poi potremmo anche iniziare a credere a chi afferma: “Mangio solo verdura eppure ingrasso”… anche se non gli abbiamo mai creduto, ora sappiamo che qualcosa di vero c’è!

Quindi tutto bene finché l’equilibrio fra specie diverse viene mantenuto, se siamo cioè in eubiosi. In queste condizioni alcuni microrganismi, necessari per il nostro organismo, sopravvivono in equilibrio fra loro, allo scopo di produrre delle sostanze utili, in cambio della sopravvivenza. Ma se si crea uno squilibrio, si ha una alterazione della flora batterica intestinale e si crea una condizione di disbiosi; ciò rende l’organismo suscettibile all’attacco di patogeni.

Uno studio fatto presso l’Università di Stanford ha evidenziato ad esempio che l’uso di antibiotici induce cambiamenti nella composizione della flora batterica tanto da portare alla scomparsa di alcune specie che potevano rappresentare una forma di protezione contro altri patogeni. Non solo gli antibiotici, ma anche antinfiammatori, lassativi, cortisonici, … possono modificare quell’equilibrio così precario. Il problema è che il danno ormai è fatto e gli effetti si potranno sentire anche a distanza di anni da quella assunzione di farmaci, senza però riuscire più a collegare causa ed effetto.

Anche condizioni di stress psico-fisici o ambientali o alimentari possono determinare questo sbilanciamento della microflora intestinale e determinare la disbiosi. Sono tanti gli studi che pongono in relazione alterazioni  del microbiota con diverse malattie metaboliche e con l’obesità. Alcuni studi sembrano anche indicare come alterazioni del microbiota possano avere un ruolo nella sindrome di Alzheimer, così come nell’insorgenza della depressione o della schizofrenia.

Un’alimentazione che preveda buone dosi di frutta, verdura, cereali integrali garantisce un buon apporto di quelle fibre che garantiscono vitalità e diversità del microbiota. Viceversa diete ricche di zuccheri  e povere di fibre possono alterare e compromettere pesantemente la popolazione batterica.

Il modo in cui ci alimentiamo è uno dei principali fattori in grado di influenzare la composizione del microbiota e quindi ancora una volta un’alimentazione corretta diventa la “carta vincente” da giocare per mantenere e migliorare la nostra salute ed il nostro benessere.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Feriti, curati e pronti a volare di nuovo: si liberano i pettirossi
    Appuntamento il 16 dicembre con cioccolata calda (per i bimbi) e con brulè (per i grandi)[...]
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    Cagnolino in bilico sul ponte salvato dalla furia del fiume Secchia
    La bestiola, dotata di microchip, è stata poi portata al sicuro al Canile in attesa di rintracciare il proprietario che risulta essere di Marano.[...]
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Fissate le prime dati dei concerti 2018 di Vasco Rossi
    Si parte a giugno a Torino, Padova, Roma, Bari e Messina[...]
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Addio a Lando Fiorini, la voce di Roma dall'infanzia a Disvetro di Cavezzo e a Novi
    Passò qui l'infanzia nei difficilissimi anni del Dopoguerra[...]
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Si innamora a prima vista e ora la cerca su Facebook
    Un govane di Quistello, dopo aver incrociato gli occhi con una coetanea di Carpi a una cena [...]
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tuning al Motor Show, quando il sogno americano è made in... Crevalcore
    Tra le curiosità del Motor Show, nel padiglione dedicato al tuning spiccava anche una Camaro anni '70 rivitalizzata da un'officina di Beni Comunali [...]
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Il vino rubato e sequestrato dato in dono alla Croce Rossa
    Si tratta di oltre mille bottiglie che erano state trovate dalla Polizia in un furgone abbandonato sulla Canaletto[...]
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    E nella piazza terremotata si addobba per le feste... la gru della ricostruzione
    Accade a Mirandola con la gru del cantiere all'ombra del vecchio Municipio in piazza Costituente[...]
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Ponte dell'Immacolata, verso il tutto esaurito in Appennino
    Lo dicono le stime di Confesercenti Modena [...]
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    Anas, Mit e Polizia di Stato: Al via la nuova campagna sulla sicurezza stradale con Francesco Gabbani
    In difesa degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: