SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

FOTO Concordia, San Felice, Cento, ecco i progetti di ricostruzione finanziati da lavoratori e imprese

Ricostruzione EmiliaDal terremoto alla ricostruzione, presentati oggi a Roma i progetti di ricostruzione con i contributi di lavoratori e imprese “Fondo sisma Confindustria Cgil Cisl Uil Conservizi”

L’accordo nazionale 
Il 30 maggio 2012  il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi e i Segretari generali
CGIL Susanna Camusso,  CISL Raffaele Bonanni e UIL Luigi Angeletti hanno attivato  –
in analogia con  interventi  svolti  in precedenti occasioni  –  un Fondo di  solidarietà 
per  le  popolazioni,  i  lavoratori  e  i  sistemi  produttivi  colpiti  dal  sisma  del  22  e  29 maggio, al quale ha aderito successivamente Confservizi.
Le  Parti  sociali  hanno  quindi  promosso,  in  collaborazione  con  le  rispettive
articolazioni territoriali,  la raccolta nelle aziende di contributi volontari.

Casa della musica a Pieve di Cento

Casa della musica a Pieve di Cento

La raccolta del Fondo 
Sono  confluiti nel  Fondo  interconfederale  i  contributi  volontari dei  lavoratori, pari
all’equivalente  di  un’ora  di  lavoro  e,  da  parte  delle  imprese,  pari  alla  somma  dei
versamenti dei propri dipendenti.
L’adesione al Fondo è stata molto positiva: al 31 dicembre 2013 sono stati  raccolti 7.765.672,40 euro.

L’operatività del Fondo 
Le  Organizzazioni  imprenditoriali  e  sindacali  dell’Emilia‐Romagna  e  di  Mantova
hanno  ricevuto  l’incarico operativo,  in qualità di  rappresentanti  sul  territorio delle
rispettive organizzazioni nazionali,  della gestione del Fondo e di tutte  le attività ad
esso connesse.

Il Gruppo  di  lavoro  a  ciò  dedicato  –  costituito  da Mario Agnoli,  Mauro  Redolfini,
Graziano  Cremonini,  Vincenzo  Colla,  Giorgio  Graziani,  Gianfranco Martelli  –     ha
condiviso  metodologia,   caratteristiche  e  contenuti  principali  delle  opere  da
realizzare con le risorse del Fondo.

Centro socio-sanitario San Felice

Centro socio-sanitario San Felice

Stretta connessione con il territorio 
La  filosofia di  fondo  che ha  guidato  le  scelte dei promotori del  Fondo  si  sostanzia
nella volontà di contribuire a rivitalizzare  i territori feriti dagli effetti del terremoto,
con  la  realizzazione  di  opere  funzionali  alle  esigenze  espresse  dai  lavoratori,  dalle
loro famiglie e dalle imprese.

Per  individuare  le  opere  necessarie  ed  utili,  si  è  cercato  di  individuare,  tramite  le rappresentanze  sindacali  ed  imprenditoriali,  le  esigenze  concrete  delle  comunità locali, a partire dai fabbisogni dei lavoratori e delle imprese.
Le esigenze sono state verificate e confrontate con  i rappresentanti delle Istituzioni
dei  territori,  cioè  Comuni  e  Province,  tenendo  conto  anche  degli  interventi
autonomamente definiti dalla Regione per quanto di propria competenza.

L’individuazione delle aree  in cui collocare gli  interventi è avvenuta sulla base delle
indicazioni  raccolte  da  lavoratori  ed  imprese  e  un’attenta  verifica  con  i  Comuni
coinvolti e la struttura del Commissario per la ricostruzione.
Un particolare elemento di novità, per quando riguarda il legame con il territorio, è il
coinvolgimento di un gruppo di  giovani architetti ed  ingegneri  residenti nelle aree
del sisma, selezionati per  l’occasione.   Essi, oltre a contribuire alla progettazione e
realizzazione  degli  interventi,   hanno  avuto  il  compito  di  instaurare  un  rapporto
costante con le comunità locali e una funzione di “ascolto”.

Le caratteristiche:  identificabilità ed innovatività  

Gli interventi saranno connotati, in particolare, da:

‐ identificabilità  e  tipicità  delle  opere,  sia  da  un  punto  di  vista  funzionale  sia
architettonico;
‐ innovatività dei materiali e delle tecniche costruttive;
‐ sperimentazione  tecnica,  con  performances  energetiche  e  di  sostenibilità
ambientale.

Centro sport Bondeno

Centro sport Bondeno

Destinatari e tipologie:  dai giovani alla terza età  

Circa  l’individuazione  dei  principali  beneficiari  degli  interventi,  si  è  deciso  di
realizzare  opere  riferibili  alle  diverse  fasi  della  vita  che  caratterizzano  la  struttura
sociale:  giovani, famiglie, anziani.

In  primis  i  giovani,  per  offrire  loro  strutture  ricreative  ed  impianti  sportivi  e,  più
ancora, luoghi di incontro, nell’ottica di rafforzare il rapporto con i territori nei quali
sono cresciuti. Poi famiglie e gli anziani, con particolare attenzione alle disabilità. Si è deciso di
fornire a queste famiglie strutture avanzate per la gestione delle attività quotidiane
delle persone portatrici di handicap.

schema intervento ricostruzione

L’affidamento  dei  lavori  di  progettazione  ad  un  architetto  di  chiara  fama,
l’architetto Mario Cucinella e  il suo studio Mario Cucinella Architects,   rappresenta
una ulteriore conferma dell’eccellenza del progetto che il Fondo intende realizzare.

Nel  maggio  2013  lo  Studio  ha  selezionato,  su  oltre  160  candidature,  sei  giovani
architetti e ingegneri residenti nelle aree del sisma, sotto i 30 anni.

Questi  professionisti  sono  protagonisti  del  Workshop  “Costruire  per  ricostruire
presso lo Studio Cucinella,  con l’obiettivo di progettare e coordinare la realizzazione
degli interventi, in stretta connessione con le comunità locali.

La  ricostruzione  diventa  così  occasione  per  “far  crescere”  professionalmente  un
gruppo di giovani laureati del territorio

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    La paura è collegata alla memoria: uno stimolo associato a un evento negativo del passato può attivare una reazione di allarme.[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: