Gioco d’azzardo, un concorso per dire no alla dipendenza

Businessman at Card TableAspettative per il nuovo anno? Aprire il vocabolario, cercare la voce “gioco” e constatare soddisfatti che tra le sue declinazioni non compare il termine “azzardo”. Non è una letterata utopia di un gruppo di linguisti, ma l’obiettivo di “Mettiamoci in gioco” – campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo. È un’iniziativa nazionale nata nel 2012 ed è promossa da istituzioni, associazioni e sindacati. Tra questi, non poteva mancare la Uisp, che sfida il gioco d’azzardo bandendo il concorso “Gioco per gioco”. I partecipanti potranno esprimere la propria idea di gioco edificante attraverso la produzione di elaborati artistici di tipo digitale, fotografico, pubblicitario, teatrale e narrativo. Gli obiettivi sono due: valorizzare l’attività ludica e gli stili di vita sani ed esercitare pressione sulle istituzioni in direzione di un cambiamento della legislazione attuale.

Ma quali sono i numeri e le vittime del gioco d’azzardo? Un fatturato annuo di 80 miliardi di euro è stato immesso nel mercato a causa della capillare diffusione di lotterie, slot machine, poker e scommesse. È un’attività che colpisce svariate categorie sociali: dai giovani ai pensionati fino ai disoccupati, forse i più esposti di tutti. Parallelamente sono aumentate le spese dello Stato, in termini di costi sanitari, sociali e relazionali. Il numero dei giocatori patologici, o ad alto rischio di dipendenza, si stima essere intorno al milione. “Chiunque in un luogo pubblico, o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie tiene un gioco d’azzardo o lo agevola è punito dalla legge”. Così recita dal 1930 l’articolo 718 del codice penale. Tuttavia la moderna legislazione ha reso il confine tra gioco legale e gioco d’azzardo davvero sottile.

Uisp vuole condividere l’obiettivo di “Mettiamoci in gioco” con i suoi soci e dirigenti per dare un segnale di forte consapevolezza nei confronti del tema del gioco d’azzardo e delle sue conseguenze. Lo scopo è in linea anche con quanto sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani. La selezione dei vincitori del progetto sarà affidata a una commissione nominata dalla direzione nazionale Uisp che assegnerà quattro premi. L’iscrizione al concorso “Gioco per gioco”, totalmente gratuita, entro il 31 marzo, permetterà ai partecipanti diinterpretare e descrivere il gioco positivo attraverso l’espressione libera dell’arte. Una sfida ulteriore per ricercare nuove definizioni di un concetto, di per sé, aperto a molte ambiguità.

Scarica il bando del concorso

Stasera a Medolla si terrà una conferenza pubblica sul tema della dipendenza dal gioco d’azzardo. Alle ore 21 presso la Sala Conferenza dell’Hotel “La Cantina” di Medolla.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    Medico a Novi, fa parte della compagine di artisti che vede anche Doriano Novi, Giorgio Cavazza, Rino Fattori, Carlo Canevazzi, Luca Bompani[...]
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Un tempo - scherza Aimi (Fi) si diceva: "Non c'è più Religione", e non ci consola sapere che a Carpi al suo posto c'è finita la "Zumba". [...]
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    In Regione l'inviato del tg satirico di Canale 5 ha strappato un impegno a saldare il dovuto[...]
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    L'intervento, per asportare un tumore, a Ferrara. È il primo del genere in Italia[...]
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Il titolo viene rilasciato dopo 4 anni di degustazioni con almeno 40 assaggi all'anno. E un severo esame [...]
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che viene abbinato alle prime castagne.[...]
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Jessica Mandrioli, responsabile del Centro SLA, riceverà un finanziamento per una ricerca innovativa da svolgersi nei prossimi 2 anni sui meccanismi patogenetici della malattia[...]
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    Negli uffici postali della provincia di Modena meno pensioni cash allo sportello e sempre più accrediti su libretto o conto Bancoposta[...]