SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

“Siamo vittime di malapolitica che devasta il territorio”, la lettera dagli alluvionati parmensi ai cugini modenesi

sala_baganza_alluvioneCari amici, permettetemi di mandare a nome  degli alluvionati parmensi, un abbraccio solidale ai nostri corregionali modenesi, vittime anche loro di una malapolitica che attraverso scelte scellerate, devasta il territorio, con la poca attenzione preventiva, cementificazione selvaggia e le svariate opere inutili, la logica conseguenza sono le ripetute alluvioni che rovinano e sconvolgono il vivere quotidiano di tanti cittadini che nell’arco di pochissimo tempo perdono tutto“. Comincia così la lettera che del comitato degli alluvionati di Sala Baganza, cittadina del parmense che finì sott’acqua nel 2011 e che a oggi non ha visto un euro di risarcimento, manda ai modenesi che vivono in queste ore il loro stesso dramma.

Da voi, siamo stati indicati come esempio negativo di che cosa può succedere, dopo che si spengono i riflettori mediatici  e le varie passerelle di politici che sono o dovrebbero essere gli stessi delegati alla salvaguardia e tutela dei beni comuni, con promesse di aiuti, mobilitazioni, interpellanze.
Nel giugno 2011 a Sala Baganza e comuni limitrofi, una bomba d’acqua ha devastato il territorio provocando 1 morto, 2 feriti gravi e danni a privati e aziende produrrive ( siamo nel cuore della food valley) stimati in milioni di euro, purtroppo siamo incappati in amministratori comunali, provinciali e regionali che con il loro non fare, per non pestarsi i piedi a vicenda, non hanno saputo tutelare e difendere gli interessi legittimi dei propri concittadini danneggiati.
Il caro ministro della finanza creativa, Tremonti, alla fine del governo Berlusconi, con il decreto milleproroghe aveva svuotato il fondo di solidarietà della protezione civile, dopo le malefatte delle varie cricche che avevano speculato e rubato sulle varie disgrazie, (emblematico è l’esempio del G8 in Sardegna e il terremoto de L’Aquila), noi ci siamo esattamente trovati in questa fase. Ma nonostante questo la nascita del nostro comitato ha fatto si che non scemasse l’attenzione, attraverso la mobilitazione, denunce di non intervento, cercando di fare da supporto alle tante famiglia attanagliate dalla burocrazia.
Siamo stati tra i promotori della nascita di una rete nazionale degli alluvionati, che ha permesso lo scambio di documentazione, esperienze delle varie difformità di trattamento delle emergenze nelle varie parti d’italia, dove ogni regione ha una sua linea di comportamento.

Nel giugno 2012 a Sala c’è stato il primo incontro nazionale dove si è discusso l’opportunità di arrivare a presentare una proposta di legge che impone un cambiamento di rotta nelle politiche ambientali e che metta al centro il ristoro dei danni ai privati cittadini. Investire nella prevenzione, stop al consumo di suolo selvaggio, appannaggio di speculatori e faccendieri. Il tutto reperendo fondi con la confisca dei beni alle organizzazioni criminali, fermando lo sperpero dei soldi per l’acquisto degli F35, strumenti obsoleti per esportare morte e non democrazia, fermando le opere inutili che contribuisco alla devastazione del territorio, Tav, Cispadana, Bretelle varie.

Si possono creare migliaia di nuovi posti di lavoro in questa fase di crisi internazionale non è proprio male, e contribuire veramente alla messa in sicurezza del territorio nazionale.
Uscire dalle fasi emergenziali, vuol dire togliere terra da sotto i piedi ai vari furbetti che da sempre spalleggiati da politici speculatori di consenso, facendo dell’emergenze continue  un sistema di potere.

Ci mettiamo a vostra completa disposizione per aiuti e scambi di informazioni documentali.

Non fatevi abbindolare da furboni e sciacalli che attraverso le disgrazie cercano di emergere cercando consenso.

Mai abbassare la guardia per una battaglia di civiltà, per vivere in un mondo migliore

Nicola Luberto

Coordinatore del “COMITATO 11 GIUGNO

mail: comitatosala@gmail.com

web: http://www.facebook.com/Comitato11Giugno

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: