SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Alluvione, al via le querele e i sindaci si difendono così

FRER0020174Partono le azioni legali per i risarcimenti contro gli enti pubblici relativamente alla alluvione causata dall’esondazione del Secchia del 19 gennaio. Ecco come si difendono i sindaci.Scrive ad esempio Alberto Borghi: “LA PRETESA DI FERMARE IL MARE E LA REALTA’ DEL LIMITE UMANO
“Ti e’ arrivata la querela dal cittadino che ti incolpa di avergli mandato 13Milioni di metri cubi di acqua verso la sua casa?” …
In attesa di ricevere dai tecnici del consorzio di Burana la simulazione di cosa sarebbe successo senza l’arginello di 1mt in campagna fra Bastiglia e Sorbara e mezzo metro di file di sacchi sulla Verdeta subito dopo Bastiglia, ripenso a quelle decisioni condivise con la Protezione Civile provinciale, Burana, AIMA e AIPO, assunte la domenica pomeriggio alla notizia che l’acqua aveva gia’ raggiunto la rotonda sulla Verdeta fra Bastiglia e Sorbara.
Il Sindaco, capo della Protezione Civile locale, ha il compito di salvare il maggior numero di vite umane.
Senza conoscere nessun tipo di scenario e cosa realmente si trovava alle spalle di Bastiglia (cioe’ i 13M di metri cubi di acqua che avanzavano in centro a Bastiglia a 20 nodi circa), la mia idea era quella di evitare che l’acqua entrasse nei centri abitati, nella zona industriale e rimanesse tutta in campagna. Tutti i cittadini che vivevano in campagna fra Sorbara e Camposanto sono stati avvisati uno ad uno e ne abbiamo tenuto il registro per evitare, un domani, polemiche del tipo “io non lo sapevo”.
Percorrendo con l’auto la strada che da San Clemente entra in Bastiglia ho visto dove il Naviglio si incanala sotto la piazza, qui purtroppo abbiamo perso un cittadino di Bastiglia, non ancora ritrovato, intento ad aiutare altri in difficolta’, e dove esce nuovamente a cielo aperto, nelle vicinanze del cimitero.
L’acqua del Secchia e’ entrata nel Naviglio, e’ tracimata fuori dal Naviglio e si e’ incanalata nella vecchia ferrovia che collegava Mirandola con Modena. Un’altra parte ha invaso il centro di Bastiglia e ha raggiunto al rotonda sulla Verdeta.
Se guardiamo il nostro territorio e la sua conformazione, i suoi livelli, vediamo come l’acqua, una volta arginata dalla ferrovia, e’ andata diritto verso la Ravarino Carpi inondandola dalla Cantina Sociale di Sorbara sino alla rotonda di Bomporto. Qui avevamo chiuso i passaggi sotto la Panaria per evitare l’ingresso in Bomporto e mentre decidavamo cosa fare per evitare di allagare la zona industriale, l’acqua passava la Ravarino Carpi e inondava le imprese…
La vecchia ferrovia e il Cavo Fiumicello hanno guidato quel mare verso Gorghetto e verso via Prati Livelli allagando parte del territorio del comune di San Prospero dirigendosi poi, senza arrivare sulla via Per San Felice, verso la via Cavezzo Camposanto e inondando la casa di quel cittadino.
L’acqua che aveva invaso il Naviglio in parte era arrivata alla casa di quel cittadino e in parte era andata a riempire le casse di espansione ai prati di San Clemente, esondando dai due Cavi Minutara e Argine e allagando la campagna verso il santuario di San Clemente e la Panaria Bassa fino verso Villavara.
Con i militari facevamo sacchetti su via chiaviche per evitare che l’acqua entrasse in Bomporto da quella strada verso le campagne di Via Per Modena.
Un mio comando, condiviso sempre con il sistema di Protezione Civile, ha provato a stoppare quella parte di mare (una parte era arrivata alla Cavezzo Camposanto e un’altra fin verso la fine di Villavara ad ambo i lati della Panaria) che minacciava Bomporto provenendo da Villavara a ridosso della Via Per Modena (situazione ben nota ai Bomportesi nelle precedenti alluvioni).
300metri di strada da rimepire di sacchetti con 10 volontari + 50 uomini dell’esercito.
“SIndaco, inutile, l’acqua ci bagna gia’ i piedi e abbiamo solo iniziato a mettere i sacchi si sabbia…”
Una ruspa era pronta sul fondo Tosatti a fare un argine per bloccare l’acqua verso il centro di Bomporto…
“Sindaco, inutile, digli di scappare, l’acqua e’ troppa”… quella parte restante del secondo mare stava arrivando…
Sull’argine del Naviglio all’altezza della Cantina della Volta, ho visto l’onda dell’acqua travolgere ancora una volta la vita del nostro paese.
“Se arrivera’ quella querela, ci difenderemo in tribunale, quell’arginello non poteva fermare il mare e nessuna delle mie azioni poteva evitare di fare andare l’acqua dalle zone piu’ alte a quelle piu’ basse attraverso i canali di scolo”…
13Milioni di metri cubi di acqua non potevano essere fermati o deviati!”

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: