Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

La Bassa e il Partito Democratico: ecco le priorità dettate dai nostri sindaci

001-studioieffe-_D729521 (1)

Foto di gruppo per i candidati modenesi del Pd

Sono i giorni della pubblicazione del rapporto Ichese, del ritorno della paura di possibili correlazioni trivellazioni e sisma, della rabbia per un rapporto che è stato tenuto nascosto per troppo tempo, con le ferite ancora vive dell’alluvione e pronti a spingere di nuovo i nostri 27 morti del terremoto nel tragico anniversario che ci aspetta, e che qualcuno passerà ancora nei Map.
Per il partito che qui governa omogeneamente su tutta la Bassa, il Partito Democratico, è un difficile momento per la campagna elettorale, anche perchè chi si candida qui si deve dare risposte su decisioni prese altrove, a Modena, Bologna o Roma.
Per questo ieri, alla grande iniziativa che ha dato il via, con Debora Serracchiani, alla campagna elettorale del PD  a Modena, è stato deciso di dare spazio a chi è il volto più credibile oggi del partito, i sindaci.
Per la Bassa ha parlato il primo cittadino di Medolla, Filippo Molinari. Questo il discorso che ha tenuto.

 

Buonasera a tutti, sono molto felice di essere qui con tutti voi stasera.

Idealmente sono con me, su questo palco, anche i sindaci del cratere dei sismi del maggio 2012 e dell’alluvione del gennaio 2014, molti dei quali, come me, si ricandidano per un secondo mandato. A tutti loro e anche ai nuovi candidati che raccolgono la pesante eredità emergenziale di chi li ha preceduti – penso a Francesca Silvestri a Bastiglia o a Lisa Luppi a Cavezzo o a Luca Prandini a Concordia – va il mio primo pensiero ed il mio abbraccio più grande.

E parto proprio da qui: perché ricandidarsi dopo aver sostenuto una prova così dura come quella della gestione dell’emergenza prima, della ricostruzione poi? La domanda non è così peregrina, perché questi ultimi due anni sono stati davvero difficili.

La risposta – una delle risposte possibili- è che io credo che in mezzo alle difficoltà che abbiamo dovuto e dobbiamo superare, in mezzo alla paura ed alle macerie, in mezzo ai danni ed alle inevitabili tensioni, sia nato un bel fiore.
Il fiore della responsabilità e dell’affidabilità, il fiore della capacità degli amministratori del nostro partito di rappresentare un punto di riferimento sicuro in un momento terribile.

Città capaci è lo slogan scelto per lanciare questa campagna per le amministrative. Io mi sentirei di aggiungere amministratori capaci, di fare cosa? Di fare comunità, di essere un collante vero per migliaia di persone smarrite e impaurite, di imprese in ginocchio e servizi da ricostruire.
Di esserci sempre e di esserci bene.

Personalmente ritengo ci sia un prima e un dopo nel modo di essere sindaco, perché da questa esperienza abbiamo imparato quanto sia importante tenere vivo un dialogo quotidiano con la propria comunità, quanto sia dispendioso ma indispensabile darsi, esserci, rispondere alle domande, paradossalmente anche fungere da parafulmine per le tensioni e le incazzature, se serve a fare un passo avanti. Quindi accanto al sindaco del fare che ha così ben descritto Giancarlo prima, non scordiamoci del sindaco dell’essere e dell’esserci, che è altrettanto importante per “fare comunità”.

Detto questo, l’esserci da solo spesso non basta.
Approfitto di questa serata per riportare all’attenzione di tutti e del partito nazionale in particolare la necessità, se vogliamo cogliere a pieno la sfida che i disastri naturali ci hanno consegnato, che gli eventi localizzati in un’area precisa del paese, oggetto prima di due eventi sismici poi di un’alluvione, diventino paradigmatici per l’intero sistema nazionale di sicurezza e grandi calamità.

Mancano ad oggi, infatti, in un paese così vulnerabile ed esposto alle calamità naturali come l’Italia, due leggi fondamentali, per il presente ed il futuro dei territori.

La prima legge, sulle grandi calamità naturali, dovrebbe disciplinare con quale governance, quali procedure, quali mezzi, quali risorse umane ed economiche, gestire una grande emergenza ogni volta che questa si presenti. Facendo tesoro delle esperienze passate, sia quelle positive e virtuose, sia quelle negative, è imprescindibile arrivare ad una legge quadro nazionale, per non dover ogni volta ripartire da zero, impostando un corpus normativo e modalità operative sempre diversi.

La seconda legge, visto la peculiarità del territorio italiano, spesso fragile per caratteristiche intrinseche, ma più spesso vittima di cattiva programmazione ed utilizzo, è una legge di contenimento dell’uso dei suoli e di prevenzione dai rischi cui il territorio e’ sottoposto. Una legge nazionale che indirizzi e guidi anche a livello locale la programmazione territoriale nella direzione di tutelare e valorizzare il territorio, decidendo una volta per tutte e in maniera inequivocabile di considerarlo un bene da preservare piuttosto che una “materia prima” da utilizzare, passando dalla logica dell’emergenza a quella della prevenzione dai rischi a cui è sottoposto.

Perché servire la propria comunità è un onore ed un privilegio, anche e soprattutto nella tempesta. Ma se si ha alle spalle un sistema normativo solido e condiviso, possiamo evitare fatiche immani a tutti“.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    Due chiacchiere surreali con la band indie rock in corsa per le selezioni del popolare reality show[...]