Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Sisma e Cavone, arriva l’interrogazione ministeriale per rendere pubblici i dati che mancano

Depositata una interrogazione al Ministro dello sviluppo economico con l’obiettivo di ottenere di rendere pubblici quei dati che ancora mancano, richiesti dai cittadini e dal mondo accademico e chiarire se sia possibile o meno escludere che il sisma del 20 giugno 2014, con profondità ipocentrale identica a quella del pozzo “Cavone 14” sia stato indotto dalle iniezioni effettuate nel pozzo stesso. Inoltre, si chiede se si ritiene che le reiniezioni di acque di giacimento nel pozzo  siano state eseguite nel rispetto della normativa che regola la tutela delle acque dall’inquinamento e se si ritenga l’area interessata idonea tettonicamente e sismicamente per la reiniezioni di fluidi nel sottosuolo. L’interrogazione, presentata dal deputato Vittorio Ferraresi del Movimento 5 Stelle nasce perchè “Non ci accontentiamo dei primi dati usciti dallo studio commissionato per verificare se le estrazioni di idrocarburi, e soprattutto l’immissione di acqua in pressione nel pozzo Cavone 14, siano o meno concausa dei sismi verificatisi negli ultimi anni nel nostro territorio pensiamo che questa ricerca sia carente sotto molti aspetti.

Manca, tra l’altro, una precisa ricostruzionedella struttura tridimensionale del giacimento e delle aree circostanti, manca una ricostruzione del contesto idrogeologico del sottosuolo attraversato dai pozzi per la definizione della geometria degli acquiferi e delle eventuali contaminazioni delle acque di falda. Le conclusioni pubblicate dal Rapporto del 27 giugno, che affermano che i fluidi iniettati nel pozzo 14 non causano modificazioni nei pozzi circostanti, sono banali risultanze note da tempo. ARPA, sezione di Modena, in un suo rapporto del 5 luglio 2011 già lo diceva:- Il pozzo Cavone 14 non ha interferenza con il resto del giacimento come è evidenziato dall’andamento erogativo dei pozzi limitrofi che non è stato interessato dall’ attività di reiniezione in corso da circa tre decenni.

Se già lo si sapeva con quale scopo si è speso soldi e tempo per un dato di per se inutile all’obiettivo prescritto dalla commissione ICHESE: – L’attuale stato delle conoscenze el’interpretazione di tutte le informazioni raccolte ed elaborate non permettono di escludere, ma neanche di provare, la possibilità che le azioni inerenti lo sfruttamento di idrocarburi nella concessione di Mirandola possano aver contribuito a “innescare” l’attività sismica del 2012 in Emilia.   Pertanto sarebbe necessario avere almeno un quadro più completo possibile della dinamica dei fluidi nel serbatoio e nelle rocce circostanti al fine di costruire un modello fisico di supportoall’analisi statistica. Forse solo allo scopo di tranquillizzare la popolazione e poter così permettere senza ostacoli la prosecuzione di trivellazioni e pompaggi anche in zona sismica? Perché è questo il sospetto che naturalmente viene.

Abbiamo chiesto, con una interrogazione depositata oggi, al Ministro dello sviluppo economico di rendere pubblici quei dati che ancora mancano, richiesti dai cittadini e dal mondo accademico; di chiarire se sia possibile o meno escludere che il sisma del 20 giugno 2014, con profondità ipocentrale identica a quella del pozzo “Cavone 14” sia stato indotto dalle iniezioni effettuate nel pozzo stesso; se si ritiene che le reiniezioni di acque di giacimento nel pozzo  siano state eseguite nel rispetto della normativa che regola la tutela delle acque dall’inquinamento e se si ritenga l’area interessata idonea tettonicamente e sismicamente per la reiniezioni di fluidi nel sottosuolo.
Ma abbiamo chiesto soprattutto –conclude il deputato – se non si ritenga necessario adottare un provvedimento che, in relazione alle aree del territorio nazionale ad alto e medio rischio sismico, vieti il rilascio di nuovi titoli minerari e sospenda l’efficacia dei titoli in corso”.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    I platani di Novi, uno sguardo più da vicino ai condannati all'eliminazione
    I platani di Novi, uno sguardo più da vicino ai condannati all'eliminazione
    Sono i platani di via XXII Aprile nelle immagini di Laura Biolcati Rinaldi[...]
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]