SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Bimbo investito e ucciso, una tragedia per due famiglie

Il corpicino di Zackaria, – oh, piccolo angelo volato in cielo troppo presto – nel fosso sembrava ancora più piccolo di quello che realmente era. Raggomitolato su stesso e coperto da una mano pietosa che ha portato qui un asciugamano, non rivelava nulla di quel vivace e allegro bambino che era fino a pochi momenti fa. Ovvero, prima che un’auto lo investisse travolgendo di punta la sua biciclettina e scagliando il bambino giù nel fosso, dove è morto sul colpo.

Era da poco tramontato il sole, ma la visibilità era già scarsa in quel tratto di strada  – la provinciale 468 – che troppe tragedie ha già visto in passato. Quella di ieri è l’ennesima, forse prevedibile dice chi la frequenta e ogni giorno vede stuoli di bambini a piedi e in bici che raggiungono la fermata del bus, a ogni ora pedoni che fanno rientro a casa con un passaggio e compiono qualche metro di strada per entrare nell’area della periferia più periferia di Finale Emilia che si chiama Salde Entrà.

Brutta strada, quella già ribattezzata Strada della Morte: niente illuminazione, niente slarghi, canale da un lato e canale dall’altro, strada su cui ti viene voglia di correre perchè stai tornando a casa o ti affretti al lavoro, asse viario usatissimo nella Bassa per chi si muove tra San Felice sul Panaro e Finale Emilia.

Anche Zackaria era su quella strada ieri sera, anche lui si affretta verso casa perchè col tramonto si rientra sennò la mamma borbotta, e il sole era scomparso da diversi minuti ormai.
Pedalava veloce Zackaria, pedalava senza pensare a niente, correva e aveva fretta su quel suo minuscolo biciclino rosso e giallo. Pedalava e ora era quasi arrivato, la vedeva già la sua casa: pochi metri ancora e sarebbe arrivato e speriamo la mamma non borbotti.

Non sapeva, Zackaria, che poco lontano da lui stava sopraggiungendo da dietro un’automobile. Non sapeva che proprio quell’auto, quella Renault Scenic che ora ha il muso accartocciato sulla biciclina rossa e gialla, proprio quell’auto gli avrebbe mangiato la vita.

E’ stato un attimo: un tonfo, una frenata stridula e Zackaria vola, vola verso il terreno, sbatte la testa, muore sul colpo.

E’ un attimo che dalla case vicine escano le persone, un attimo che la notizia arrivi a casa di Zackaria, un attimo che la vita della sua famiglia sia spezzata per sempre in un dolore che è impossibile superare.

Sulla provinciale si forma presto un capannello di auto costrette a fermarsi perchè la strada viene bloccata per i rilievi e non si potranno muovere fino alle 10 di sera. Decine di persone vedono quell’asciugamano che nasconde pietoso il bambino, decine di persone vedono quella tendina colorata che rallegra la Scenic assassina, simbolo della presenza di un piccolo anche lì.

Un attimo che ruba l’anima, che rovina per sempre  – in modo diverso, ma ugualmente ineluttabile – due famiglie: quella della vittima e quella del guidatore.

 

Leggi la cronaca dell’incidente

Guarda le foto realizzate sul luogo

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: