Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Ricostruzione, per le scuole meno soldi del previsto. Accade a Camposanto

Meno soldi a disposizione di quanto previsto per la ricostruzione post sisma a Camposanto: per quanto riguarda il capitolo scuole si è passati dalla previsione di 9 milioni di euro netti a circa 7 milioni di euro. E’ quanto emerso dall’incontro che il Comune aveva organizzato in regione con il neo Commissario straordinario per la ricostruzione Alfredo Bertelli, che si è tenuto a Bologna l’altro giorno.

La notizia non è del tutto una sorpresa: era noto che la somma dei contributi pubblici più le donazioni più i contributi liberali non poteva essere precisa finchè non si fossero fatti i conti con tasse, balzelli &Co (vista anche la brutta sorpresa che hanno avuto a Cavezzo, dove su una scuola totalmente costruita coi soldi dei doni ai terremotati provenienti dai cittadini, lo Stato ha preteso 300 mila euro di Iva, Ndr). Era noto, ma nessuno si aspettava un taglio che ammonta a un milione e 471 mila euro: non certo bruscolini.

Eppure così stanno le cose. All’incontro a Bologna i tecnici della regione sono stati chiarissimi.  Se nel bilancio previsionale 2014-2015 redatto dal Comune i fondi complessivi sono pari ad €9.040.683,00 (Contributo Regionale +donazioni ed erogazioni liberali), qualcosa è cambiato, perchè il Contributo Regionale è nettamente inferiore a quanto previsto, inferiore – per l’appunto – di 1,4 milioni di euro. Il totale (circa due milioni sono le donazioni)quindi cambia: a disposizione ci sono 7,6 milioni di euro, non un centesimo di più.

Viste le superfici delle scuole preesistenti, visto quanto disposto dall’articolo 6 comma 12 del Regolamento approvato, nell’ultima versione con l’ordinanza n. 47 del 13 giugno 2014, si rappresenta che il contributo che sarà erogato dal commissario delegato al comune  si legge in una nota della Regione –  è pari a: 
– Scuola materna mq. 924,00 x 1.450,00 = € 1.339.800,00 + IVA 10% = € 1.473.780,00
– Scuole elementari/medie (edificio unico) mq. 1578,00 x 1.450,00 = € 2.288.100,00 + IVA 10% = € 2.516.910,00
Per complessivi € 3.990,690,00
Certo di aver fornito un chiarimento definitivo sull’entità del contributo che il Commissario erogherà al Comune di Camposanto per le due scuole, è gradita l’occasione per inviare cordiali saluti. 
Arch. Alfiero Moretti

I conti in tasca al Comune sono stati fatti su richiesta del Comitato di cittadini “Io ho scelto C”, che propugna la costruzione di scuole ex novo per i bimbi di Camposanto, mentre l’Amministrazione comunale, alla fine del percorso partecipato di confronto con la cittadinanza, propende per l’ipotesi di ristrutturare le strutture provvisorie tirate su dopo il sisma e dove attualemnte i bimbi fanno lezione. Obiettivo: renderle definitive.

Anche il Commissario straordinario Bertelli propende per quest’ultima ipotesi: le strutture provvisorie sarebbero ritenute, si legge nel report dell’incontro fatto dal Comitato “perfettamente idonee da tutti i punti di vista (materiali e classe energetica) ed avranno una durata superiore ai 50 anni“.

C’è un dettaglio  – chiamiamolo così…  – che lascia perplessi molti. “L’amministrazione, proprietaria degli edifici, per poter utilizzare e rendere tali edifici definivi derogherà su più punti del DM 18 dicembre 1975 sull’edilizia scolastica: su spazi esterni insufficienti, vicinanza strada trafficata, inquinamento acustico, mancanza di palestra , vicinanza cimitero, parcheggi di pertinenza insufficienti.
Il Comitato Civico “io ho scelto C” sottolinea che tale scelta deroga in primis alla salute fisica e mentale dei nostri bambini, togliendo loro quanto previsto di diritto“.

Altra questione dibattuta: l’acquisto del terreno su cui sorgono le scuole provvisorie che diventerebbero definitive. Spiega ancora il Comitato:”La Regione Emilia Romagna ha concesso all’Amministrazione Comunale l’utilizzo del contributo per un importo pari a € 1.650.000, per la sistemazione di piste ciclabili e pedonali a servizio dei 2 futuri poli scolastici: perchè non usare  lo stesso importo per l’acquisto di un terreno? Il Commissario risponde che tale ipotesi è vietata dalla normativa vigente, che nessun Comune lo ha fatto e che non verrà concessa a noi questa possibilità in quanto non possiamo avere una corsia preferenziale“. Insomma, le deroghe sull’edilizia scolastica sì, si possono fare, quelle per acquistare il terreno no?

C’è spazio per qualche modifica? A quanto pare no. I cittadini spiegano che “L’amministrazione, convinta delle proprie scelte, ritiene che tale incontro debba considerarsi conclusivo e intende procedere con tutti gli atti necessari per incaricare la Regione della progettazione.

Il Comitato Civico “io ho scelto C” ritiene che queste scelte siano sbagliate e che un nuovo polo scolastico sia la scelta migliore per il nostro paese e continuerà a percorrere tutte le strade necessarie per ottenerlo”.

E la sindaca Antonella Baldini commenta: “l’incontro in Regione è stata l’occasione per i referenti del comitato di porre direttamente alla Struttura Commissariale i dubbi che avevano manifestato nei precedenti incontri. L’Amministrazione continuerà ad essere a disposizione per qualsiasi richiesta di chiarimento“.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Mario Veronesi come Bill Gates e Steve Jobs: ecco come si racconta il biomedicale di Mirandola
    Come quelli americani, è un sogno nato in un garage, racconta il professor Simone Ferriani per spiegare l'incredibile ascesa del distretto[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]