SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Doni per il terremoto e lo Stato chiede le tasse: ora si prova a rimediare

Ha provocato molta rabbia scoprire che sulle donazioni per la nuova scuola post sisma di Cavezzo lo Stato ha preteso 300 mila euro di Iva, una situazione purtroppo comune a tutti i passaggi di denaro di questo tipo, ma che ha un sapore amaro. Dopo lo scandalo nazionale partito dalla pagine del Corriere della Sera, il Parlamento prova a rimediare: dal Pd è partita oggi una interrogazione al Governo su questo tema.

“Assoggettare, anche indirettamente, all’Iva del 10% le somme ricevute in beneficenza e corrisposte per le spese necessarie alla ricostruzione di opere di valore sociale (scuole, biblioteche, ecc), appare a chi ha donato un balzello incomprensibile e insopportabile, una vera e propria “speculazione” dello Stato sulla generosità e solidarietà dei cittadini”: non usa mezze parole nel suo comunicato stampa il senatore modenese del Pd Stefano Vaccari, secondo firmatario insieme al collega autonomista Vittorio Fravezzi, dell’interrogazione rivolta al ministro dell’Economia e delle Finanze Padoan e al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Poletti sul caso del nuovo polo scolastico di Cavezzo, in provincia di Modena. Com’è noto, il Corriere della sera e il Tg La 7 hanno raccolto tra i propri lettori e spettatori ben 3 milioni di euro da destinare alla ricostruzione delle scuole nel comune della Bassa modenese colpito dal terremoto del maggio 2012. Ebbene, lo Stato ha applicato l’Iva sulle somme donate, per un totale di 300mila euro.

“Nel nostro Paese la solidarietà e la beneficenza dei cittadini – ricorda Vaccari – hanno spesso permesso di ricostruire nei territori colpiti da calamità naturali strutture pubbliche andate distrutte svolgendo un’importante e tempestiva azione di surroga dell’intervento statale con ciò facendo risparmiare allo Stato milioni e milioni di euro. Le critiche sollevate nel caso di Cavezzo – continua Vaccari –  dovrebbero stimolare l’avvio di un processo di riflessione  riguardo la normativa fiscale da applicare in presenza di interventi di solidarietà che abbiano per oggetto la ricostruzione o la realizzazione di strutture destinate alla comunità colpita”. E’ per questo, quindi, che con l’interrogazione ai ministri Padoan e Poletti si chiede di “rivedere al più presto la disciplina  fiscale che grava sul mondo della solidarietà e della beneficenza, cogliendo l’occasione dell’annunciata riforma del terzo settore e/o della prossima legge di stabilità, per eliminare tutti gli attuali onerosi balzelli e prevedere a favore dei soggetti che effettuano donazioni a fini sociali la detrazione totale ai fini Irpef dell’importo donato”.

 

Rubriche

Glocal
L’intelligenza artificiale creerà nuovi posti di lavoro?
L’intelligenza artificiale migliorerà la produttività di molti posti di lavoro, eliminando milioni di posizioni di medio e basso livello, ma anche creando milioni di nuove posizioni di alta qualifica.leggi tutto
Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Si rompe la sedia mentre gioca a carte al bar, risarcimento da 10 mila euro
    Dovranno pagare i gestori. L'assicurazione del bar, invece, non è stata ritenuta responsabile dell'accaduto. [...]
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: