Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Da Finale al Parlamento il caso della Campari che licenzierebbe i terremotati

“Non siamo in presenza di una vera crisi, ma di un caso, purtroppo frequente, di licenziamenti per alleggerire il costo del personale, pur in una situazione di bilanci più che positivi”. Così il Movimento 5 Stelle chiede, con una interrogazione al Ministro Poletti, che su Campari che starebbe per mandare a casa diversi dipendenti dello stabilimento di Finale Emilia, sia fatto tutto il possibile per scongiurare la mobilità e che si lavori per avere, all’interno del gruppo Campari, un piano aziendale di ricollocamento del personale considerato in esubero.
“Non siamo ancora fuori dalla emergenza causata dal terremoto – si legge in una nota – ci vorranno ancora anni, ed il prezzo che stanno pagando le famiglie è altissimo, sia per quanto riguarda gli alloggi ancora inagibili, sia per quanto riguarda il reddito. Occorre che tutti facciano il massimo sforzo per sostenere il tessuto sociale del territorio, sia le imprese che le istituzioni di fronte a questi drammi personalmente farò quanto è in mio potere, conto che lo facciano anche gli altri”.Ecco il testo dell’interrogazione firmata da Vittorio Ferraresi

 

INTERROGAZIONE:

 

Interrogazione a risposta scritta

22/09/2014

Primo firmatario Vittorio Ferraresi
Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali  

per sapere, premesso che:

il 17 settembre 2014, con lettera di Assolombarda, la società Fratelli Averna SpA, con sede legale a Caltanisetta, via Xiboli, 345, comunica al Ministero del lavoro, alle organizzazioni sindacali ed agli enti regionali competenti di Emilia Romagna e Sicilia, la necessità di riduzione del proprio personale di 52 lavoratori, di cui 7 con qualifica di dirigente, prevalentemente impiegato nel settore commerciale ed amministrativo;

Fratelli Averna S.p.A. è leader nel mercato spirit in Italia, è proprietaria di Averna, il secondo amaro più venduto in Italia e uno dei liquori italiani più conosciuti e apprezzati nel mondo;

il 3 giugno 2014, a seguito del signing del 15 aprile 2014, il Gruppo Campari ha perfezionato l’acquisizione del 100% di Fratelli Averna S.p.A., il controvalore totale dell’operazione è stato pari a € 103,7 milioni;

Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage; è presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano sia in Europa che nelle Americhe;

con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 3 aziende vinicole in tutto il mondo e una rete distributiva propria in 19 paesi; il Gruppo impiega oltre 4000 persone; le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001;

il Bilancio 2013 del Gruppo Campari ha registrato un valore delle vendite pari a euro 1.524,1 milioni (+13,7%; variazione organica +1,7%) con un utile netto di euro 149,8 milioni; l’utile netto del Gruppo del primo semestre 2014 è stato di € 57,3 milioni;

nella relazione intermedia sulla gestione, al 30 giugno 2014, del Gruppo, in merito all’acquisizione di Averna, si legge: “ il gruppo Averna è proprietario di un portafoglio di prodotti caratterizzati da posizionamento premium, elevata marginalità e leadership nelle categorie di riferimento … L’acquisizione di gruppo Averna rappresenta un’opportunità per fare leva sulla struttura distributiva diretta nei mercati chiave dei brand acquisiti al fine di accelerarne la crescita in modo profittevole e in linea con la strategia di crescita per acquisizioni”;

la missima di Assolombarda, che comunica la messa in mobilità dei lavoratori del gruppo Averna, è la scelta fatta dalla dirigenza del Gruppo Campari che, pur continuando ad avere bilanci estremamente positivi, sia in termini di vendite che di margini operativi, decide di licenziare i dipendenti dei gruppi che acquisisce;

e lo fa negando contestualmente l’opportunità del riassorbimento dei 52 dipendenti all’interno di un Gruppo che ne conta 4.000, ed escludendo l’ipotesi di Cassa integrazione guadagni sia ordinaria che straordinaria, rendendosi esclusivamente disponibile eventualmente a valutare trattamenti economici di cosiddetta buona uscita;

siamo, con tutta evidenza, di fronte ad un esempio di impresa italiana, la Campari, che ha scelto di crescere a scapito dell’occupazione: “ … un’opportunità per fare leva sulla struttura distributiva diretta nei mercati chiave dei brand acquisiti al fine di accelerarne la crescita in modo profittevole e in linea con la strategia di crescita per acquisizioni”;

indifferente nei confronti dei propri lavoratori, nonostante il Codice Etico e i buoni principi enunciati nell’adesione alla cosiddetta Responsabilità sociale di impresa in cui è possibile leggere: “ anche durante il 2013, sono state adottate azioni per valorizzare le risorse che lavorano nell’azienda (i ‘Camparisti’). Queste ultime costituiscono infatti gli ambasciatori più autentici del Gruppo Campari nel mondo”;

la drammatica situazione occupazionale del Paese non è solo numeri: il tasso di disoccupazione in Italia, dal 2007 al 2013, è praticamente raddoppiato passando dal 6,09% al 12,19%, in Sicilia, sede del gruppo Averna,  ha raggiunto il 21,03%, è nel dramma di migliaia di famiglie che stanno perdendo, insieme al reddito, la propria personale dignità di cittadini;

a Finale Emilia, dove è previsto il licenziamento di 13 dipendenti, si ricorda che si è ancora in piena emergenza terremoto, a seguito dei sismi del maggio 2012;

secondo la Cisl, dai primi mesi del 2013, i disoccupati della Bassa modenese sono aumentati del 17,5%, contro una percentuale provinciale ferma al 3,9%; ancora più grigio il quadro dipinto dalla Cgil: “I fenomeni sismici hanno  inciso in maniera devastante in un territorio già fortemente colpito dalla crisi economica” secondo  Tania Scacchetti , segretario della Cgil di Modena: “ e se si è riuscito a evitare che molte aziende delocalizzassero, è anche vero che tanti hanno chiuso, riversando in un mercato già saturo migliaia di disoccupati che ora è quasi impossibile ricollocare”;

se Governo e il Ministro interrogato non ritengano di doversi adoperare per:

– mettere in discussione la procedura di mobilità promosso dalla società Fratelli Averna SpA;

– chiedere alla società Davide Campari – Milano SpA un piano industriale in cui risulti possibile il riassorbimento del personale considerato in esubero all’interno del gruppo e/o contestualmente una prospettiva di riorganizzazione aziendale del gruppo Averna.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    La Zecca dello Stato ha presentano la nuova Collezione Numismatica 2021[...]