SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Il ministro Poletti a Cavezzo: “Per la Bassa legge ad hoc”

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti era questa mattina a Cavezzo per visitare il territorio colpito in questi due anni da terremoto, per vedere cosa è stato fatto e soprattutto cosa ancora rimane da fare,accettando l’invito dell’Amministrazione comunale. “Per la Bassa serve una legge ad hoc, una norma nazionale sulle calamità, per fare in modo che le strumentazioni usate nelle ermegenze diventino regole generali, di modo da intervenire immediatamente“, ha spiegato il ministro ai sindaci che chiedevano fiscalità di vantaggio e deroghe al patto di stabilità

Mi ha dato l’impressione di una persona disponibile e aperta all’ascolto e ovviamente gli ho sottoposto diversi bisogni con cui ci troviamo a dover fare i conti in questa fase così complessa – commenta il sindaco di Cavezzo Lisa Luppi – Le richieste sul versante dei Comuni sono chiare: deroga al patto di stabilità nei prossimi anni per permettere la ricostruzione degli edifici pubblici, continuità per il personale comunale assunto con l’emergenza sisma soprattutto per i servizi tecnici che devono espletare le procedure per la ricostruzione delle abitazioni, una legge quadro nazionale sulle calamità naturali per dare prevedibilità al ‘chi fa cosa’ quando si verifica un evento calamitoso. Per le imprese le richieste sono lo snellimento e la semplificazione burocratica, l’accesso al credito e la fiscalità di vantaggio di cui ci aspettiamo un ritorno. E, per tutti,  la questione dell’Iiva sulle opere realizzate attraverso le donazioni, come l’ultima parte del nostro polo scolastico“. Anche se, sulla vergognosa norma che tassa le donazioni dei cittadini sulla ricostruzioni, Poletti non ha preso impegni diretti.

Dall’opposizione di Cavezzo Katia Motta dichiara: “ci vorrebbero tante anime concrete come lui, che pur tra le difficoltà di dover discutere e ottenere le misure necessarie con gli altri centri di potere nazionale, ha l’umiltà e la curiosità necessarie per andare a mettere il naso nelle situazioni reali e capire meglio come vive il lavoro il proprio Paese nelle sue varie sfaccettature, e conta molto sul coinvolgimento diretto dei cittadini nelle decisioni amministrative“.

Presenti all’incontro anche Confagricoltura, Copagri e Cia, che nell’occasione hanno consegnato a Poletti un documento firmato dai tre presidenti provinciali, nel quale si chiede al Governo una serie di misure in favore delle aziende agricole, alla luce delle crescenti difficoltà del fare impresa nel settore agroalimentare.

La presidente di Confagricoltura Modena Eugenia Bergamaschi spiega in una nota l’importanza dell’incontro con il ministro: «Le aziende della Bassa e i suoi cittadini stanno ancora affrontando i problemi derivanti dal terremoto, anche se non se ne parla più. La visita del Ministro Poletti, che ringrazio a nome di Confagricoltura Modena, fa sentire di nuovo la vicinanza delle istituzioni, ma questo non è abbastanza. Rendere più rapide le procedure burocratiche e diminuire il costo del lavoro sono le richieste che abbiamo fatto al Governo, misure urgenti che servono per ridare ossigeno ad un settore come l’ortofrutta, in difficoltà a causa della crisi dei consumi, della stagionalità e dell’embargo russo. In particolare il costo del lavoro è come un macigno per le imprese, non solo quelle agricole: per tornare competitivi è necessario rivedere il cuneo fiscale. La crisi dell’ortofrutta non coinvolge soltanto i produttori, ma tutta la filiera, compreso il mondo delle cooperative. Anche per questo la presenza del Ministro Poletti, ex presidente di Legacoop, è particolarmente significativa. Questo Governo – conclude la presidente Bergamaschi –, che si dichiara aperto alle riforme e all’innovazione, deve ascoltare la nostra voce e passare dalle parole ai fatti».

Rubriche

Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Bimbo di Mirandola scrive alla regina Elisabetta. E lei gli risponde
    Bimbo di Mirandola scrive alla regina Elisabetta. E lei gli risponde
    Ha ringraziato il piccolo Benedetto per il gentile pensiero rivolto a sua Maestà[...]
    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Con la sua Osteria Francescana è di nuovo al primo posto dei 50 Best Restaurant. [...]
    Un anno di festa per la saga emiliana di Don Camillo e Peppone
    Un anno di festa per la saga emiliana di Don Camillo e Peppone
    Accade a 50 anni dalla scomparsa di Giovannino Guareschi[...]
    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    L'imprenditore argentino diventerà dottore in Ingegneria del Veicolo[...]
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Si usa per ridurre il dolore neuropatico cronico di intensità elevata e trattare i pazienti affetti da sclerosi multipla con spasticità, in caso di resistenza alle terapie convenzionali.[...]
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Una sigora di Bomporto chiede giustizia per quel che le è accaduto loscorso febbraio[...]
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Allarme in paese per il via vai di lampeggianti blu nella notte[...]
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Brusco risveglio per tanti finalesi nella notte tra mercoledì e giovedì attorno alle 3 del mattino[...]
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Davanti alla gelateria che lancia l'iniziativa ci saranno i volontari dell’associazione a fare informazione[...]
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Si tratta di una epigrafe vergata su una tavola di legno piantata sul terreno[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: