Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Amianto a San Felice, il sindaco sollecita la messa in sicurezza

La richiesta di costituire un deposito permanente di materiali pericolosi con l’amianto, avanzata a San Felice sul Panaro per uno spazio a ridosso del centro abitato, continua a tenere banco mentre la Provincia prende tempo per concedere o rifiutare l’autorizzazione.

Una attesa lunga che per il Movimento 5 Stelle non deve significare lassismo sul fronte della tutela della salute pubblica, vista la pericolosità del materiale stoccato che proviene dalle demolizioni post terremoto.

E il sindaco di San Felice replica adesso con fermezza: “Come Comune non stiamo con le mani in mano”. E si propone anche di un Tavolo di monitoraggio con associazioni, sindacati e partiti.

“Si legge in una nota del Comune che “il Sindaco ha emesso giovedì 25 settembre una ulteriore ordinanza sindacale nei confronti di Bianchini Costruzioni, inviata anche al commissario giudiziale, con la quale chiede di rispettare le precedenti ordinanze che prevedevano il mantenimento in sicurezza dei cumuli inquinati dalla  presenza di amianto e in parte posti sotto sequestro giudiziale al polo industriale.
Lunedì 29 settembre il Sindaco, rispondendo alle interrogazioni dei gruppi di minoranza in Consiglio Comunale, ha illustrato il punto della situazione sul deposito di materiale contaminato da amianto, ripercorrendo la storia degli avvenimenti e dei provvedimenti adottati dal Comune di San Felice e dalla conferenza di servizi con gli enti preposti, Provincia di Modena, Arpa e Asl.
Il Sindaco ha proposto l’istituzione di un tavolo di monitoraggio a tutela della salute dei cittadini composto in prima battuta dai gruppi consiliari e poi dalle associazioni e sindacati del territorio”.

 
Di seguito l’intervento del Sindaco di San Felice Alberto Silvestri.

Risposta del Sindaco al punto 5 odg c.c. 29/9/2014, Interrogazione del Gruppo Sanfeliciani
per Reagire:

“Partiamo con una considerazione: vicende come queste sono molto delicate e richiedono
la massima attenzione da parte di tutti, vista la delicatezza dei temi che vengono trattati e
le ripercussioni che questi temi possono avere sulla vita dei cittadini, quindi l’attenzione su
questi temi è stata fin da subito ed è tuttora ai massimi livelli.

Come forse è noto ai più la vicenda nasce nel settembre 2012, in piena emergenza post-
sisma, a seguito del ritrovamento di alcuni frammenti di cemento amianto nel materiale
riciclato utilizzato per la realizzazione di un’area adibita a parcheggio in prossimità del
campo tende di San Biagio.

A seguito di quel ritrovamento e dopo le necessarie analisi che ne hanno confermato la
natura, come amministrazione abbiamo chiesto la verifica sui siti di Piazza Italia, Ri-
Commerciamo, Nuova Chiesa e Nuovo Municipio e sull’area a fianco dei Vigili Del Fuoco
ed anche in questi casi vi è stato un riscontro positivo perché gestiti dalla stessa impresa.

In seguito ai riscontri avuti dalle verifiche, abbiamo fatto le opportune segnalazioni alla
Procura della Repubblica, ed è stato avviato un procedimento giudiziario per stabilire le
responsabilità per l’accaduto. In merito ci siamo di recente costituiti Parte Civile.
Contestualmente sono state emanate una serie di ordinanze e si è intrapreso un percorso
condiviso con Arpa, Asl e Provincia per liberare piazza Italia e mettere in sicurezza San
Biagio, ricordo che dalle stime fatte il materiale inquinato o potenzialmente tale si aggira
tra le 90.000 e le 100.000 tonnellate.

Abbiamo fatto parecchi incontri con la Regione, ed a seguito di diverse conferenze di
servizio con gli enti preposti, ARPA ASL e Provincia di Modena, a dicembre 2013 è stato
emesso un provvedimento dirigenziale della Provincia col quale si chiede all’impresa:
a) di avviare un percorso per la realizzazione di un deposito D12 riguardante i rifiuti
relativi ai siti sopra indicati e comunque presenti nel territorio del comune di San
Felice;
b) in alternativa di procedere allo smaltimento.

In aprile 2014 è stato presentato un progetto in Provincia che lo ha pubblicato, si è
successivamente, a fine luglio riunita la conferenza di servizi con Arpa, Usl, Provincia e
Comune, nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, ne sono
scaturite diverse richieste di integrazione che a fine agosto il 28/8 sono state notificate
all’impresa e quindi si sono interrotti i termini del procedimento in attesa che vengano
fornite dall’impresa le integrazioni richieste e per produrre le quali l’impresa ha 45 giorni di
tempo.

Per completezza di informazione va detto che l’impresa oggi è in concordato preventivo,
nel piano concordatario predisposto e approvato dal tribunale sono state previste delle
somme per la realizzazione del deposito.

Proponiamo di Istituire un Tavolo di monitoraggio della situazione a garanzia della
salute dei cittadini ed a tutela del nostro territorio, composto in un primo tempo
dall’amministrazione e dai capigruppo, per estenderlo successivamente alle associazioni
di categoria ai sindacati ed a quanti in forma associata desidereranno farvi parte.
Appena il quadro si sarà ulteriormente chiarito faremo le iniziative più opportune per
informare i cittadini.” 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    Luciano Ligabue al Vox di Nonantola, sul palco in silenzio per salvare la musica live
    E' il messaggio lanciato con un video pubblicato su Facebook ad un anno dallo stop alla musica dal vivo con il pubblico.[...]
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le mascherine trasparenti di Mirandola sbarcano a Sanremo 2021
    Le indossano, tra gli altri, quelli de La strana coppia di Radio Bruno. Sono prodotte da Renometal e commercializzate dalla mirandolese Encaplast [...]
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]