Anci regionale: “Scarsa trasparenza sulle nomine”, la denuncia del M5S

Scarsa trasparenza sulle nomine nell’Associazione Comuni dell’Emilia-Romagna. E’ la denuncia, vergata in un comunicato stampa, dei conisglieri delle amministrazioni locali della regione eletti tra le fila del Movimento 5 Stelle.

“Piccoli comuni, Unioni di comuni, Comunità montane, Consigli Comunali, Commissioni, Giunte…: al variegato ed articolato mondo delle amministrazioni locali occorre aggiungere una galassia di ulteriori organismi con compiti talvolta nebulosi e complessi con modalità spesso oscure o non definite – si legge nella loro nota – I ruoli ed i fini di tali sovrapposizioni di strutture tra cui ricordiamo congressi assemblee coordinamenti, ecc.. sono appesantiti da regolamenti, statuti, procedure , prassi che separano la pubblica amministrazione dal semplice cittadino.

In Emilia Romagna esistono organismi come l’ANCI regionale che dichiarano di avere tra le finalità quella di “perseguire i propri scopi ispirandosi a valori di autonomia, indipendenza, rappresentatività; promuovendo e diffondendo la coscienza dei valori dell’autonomia, della sussidiarietà, del decentramento”.

Purtroppo come spesso accade le “alte” finalità dichiarate si scontrano con la realtà fatta di compromessi, relazioni, scambi ed imperizie che rendono le azioni di questi enti profondamente non democratiche.

Un esempio di questo contrasto, l’abbiamo avuto il 14 ottobre, in cui è stata convocata l’ assemblea dei consiglieri comunali di tutta la regione con tale ritardo che la partecipazione di un potenziale di 5000 eletti in tutta la regione si è concretizzato in poche decine di consiglieri che tra l’altro avevano il delicato compito di nominare il gruppo di coordinamento dei consiglieri comunali regionali che a sua volta avrebbe avuto il compito di nominare i rappresentanti all’interno del consiglio regionale.

Per l’ANCI la composizione dei 20 consiglieri avrebbe dovuto rispettare la percentuale dei sindaci (70% appartenenti al PD) conguagliata al 60% consiglieri PD e 40% altri partiti.

Ai consiglieri del MoVimento 5 Stelle dell’Emilia Romagna questa ripartizione non è sembrata corretta in quanto non rispetta il voto degli elettori che non hanno assegnato al PD il 70% dei voti alle amministrative su base regionale.

Tralasciamo l’effettiva utilità di tali organismi per denunciare un percorso che, aggiungendosi alle inique modalità elettive delle città metropolitane, delle unioni dei comuni e del senato, allontana drammaticamente le volontà e il diritto di scelta dei cittadini.

Il M5S  – chiude il comunicato – ha ritenuto di opporsi allo svolgimento di questa assemblea lottando nei luoghi deputati, per contrastare la scarsa partecipazione e l’assenza di un vero metodo democratico per l’elezione dei componenti degli organismi dell’ANCI regionale”.

Sul Panaro on air

    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri

    Curiosità

    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    La scrittrice col camice bianco: debutto letterario per la dottoressa Katia Durazzi
    Medico a Novi, fa parte della compagine di artisti che vede anche Doriano Novi, Giorgio Cavazza, Rino Fattori, Carlo Canevazzi, Luca Bompani[...]
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Al posto dell'ora di religione a scuola si fa zumba
    Un tempo - scherza Aimi (Fi) si diceva: "Non c'è più Religione", e non ci consola sapere che a Carpi al suo posto c'è finita la "Zumba". [...]
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    La ricostruzione dopo sisma Emilia finisce a Striscia la Notizia
    In Regione l'inviato del tg satirico di Canale 5 ha strappato un impegno a saldare il dovuto[...]
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    L'intervento, per asportare un tumore, a Ferrara. È il primo del genere in Italia[...]
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Il titolo viene rilasciato dopo 4 anni di degustazioni con almeno 40 assaggi all'anno. E un severo esame [...]
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che viene abbinato alle prime castagne.[...]
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Jessica Mandrioli, responsabile del Centro SLA, riceverà un finanziamento per una ricerca innovativa da svolgersi nei prossimi 2 anni sui meccanismi patogenetici della malattia[...]
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    Negli uffici postali della provincia di Modena meno pensioni cash allo sportello e sempre più accrediti su libretto o conto Bancoposta[...]