SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Autobus, investimento da 1 milione e mezzo sulle nuove corriere

Seta, in totale autofinanziamento, rinnova la flotta urbana ed extraurbana  con undici mezzi a basso impatto ambientale, in grado di migliorare sensibilmente anche il comfort dei passeggeri. Con uno stanziamento di circa 1,5 milioni di euro Seta ha infatti acquistato 10 mezzi extraurbani Irisbus-Iveco Crossway Euro 5, capaci di ospitare fino a 75 passeggeri, che andranno a sostituire altrettanti mezzi pre-Euro ormai obsolescenti e non più adeguati agli attuali standard qualitativi. Sulla rete urbana di Modena, inoltre, circolerà un ulteriore autobus Irisbus Citelis Euro 5 EEV alimentato a metano, modello già presente nella flotta urbana di Seta in altri 25 esemplari.

 

Con questi ultimi arrivi – si legge in una nota dell’azienda –  il totale dei mezzi immessi in servizio da Seta nel bacino modenese nel corso del 2014 ammonta a 46 autobus, per un investimento complessivo di circa 10 milioni di euro. Inoltre, l’età media complessiva della flotta modenese si abbassa ulteriormente, passando da 12,5 a 11,5 anni (10,6 anni per la sola flotta urbana). Soprattutto, la flotta aziendale Seta di Modena (composta da 403 mezzi, di cui circa un centinaio in servizio sulla rete urbana del capoluogo) compie un ulteriore miglioramento qualitativo: i mezzi a basso impatto ambientale (di categoria Euro 5 o superiore) ammontano oggi a quasi il 40% del totale.

 

“Questi ulteriori 11 mezzi ecologici e moderni acquistati per il bacino di Modena – dichiara Pietro Odorici, Presidente ed Amministratore Delegato di Seta – sono la dimostrazione concreta e tangibile dell’impegno che Seta ha sottoscritto all’atto della sua nascita: migliorare l’offerta di trasporto pubblico e realizzare economie gestionali. L’ammodernamento della flotta è un punto strategico della nostra gestione, perché apporta effetti positivi in termini di riduzione dei costi d’esercizio e di costi di manutenzione dei mezzi, oltre a migliorare l’impatto ambientale ed il comfort dei passeggeri. Ad oggi possiamo rilevare con soddisfazione che gli obiettivi fissati dal Piano industriale su questo aspetto sono stati pienamente raggiunti, anzi superati ampiamente: a fronte di una previsione di 50 nuove acquisizioni nel triennio 2012-2014 siamo riusciti ad acquistare ben 94 autobus, tra mezzi nuovi ed acquisti di opportunità. Mi preme infine sottolineare che questi investimenti sono stati realizzati in completo autofinanziamento, grazie ai buoni risultati economici conseguiti con l’ultimo bilancio d’esercizio”.

 

CITELIS E CROSSWAY: PRINCIPALI CARATTERISTICHE TECNICHE

 

Il bus urbano Irisbus Citelis alimentato a metano appartiene alla categoria Euro 5 EEV (Enhanced Environmentally-friendly Vehicle, ovvero “veicolo ecologicamente avanzato”): questo significa che le sue emissioni inquinanti sono assai inferiori a quelle della normativa di riferimento Euro 5. Al momento, si tratta della massima categoria disponibile per i mezzi di trasporto pubblico. La flotta modenese di Seta alimentata a metano conta già altri 25 autobus Citelis ed altri 28 bus urbani di modelli e produttori diversi che, sommati ai 7 mezzi a metano in servizio sulla rete extraurbana danno un totale di 60 mezzi alimentati a gas naturale.

 

I 10 autobus extraurbani Irisbus Iveco modello Crossway Euro 5 sono capaci di trasportare 75 passeggeri totali, di cui 53 con posto a sedere. Destinati al servizio sulle linee provinciali, questi mezzi arrivano a Modena grazie ad un acquisto di opportunità: si tratta infatti di mezzi seminuovi (prodotti nel 2009) originariamente in uso all’esercito tedesco: hanno percorso in media meno di 100mila km, ed inoltre sono garantiti per 2 anni. Grazie all’acquisto in blocco effettuato da Seta (10 mezzi per Modena + altri 10 già in servizio nel bacino di Reggio Emilia) il costo è stato inferiore della metà rispetto ad analoghi mezzi nuovi.

 

Rubriche

Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto
Glocal
Pubblicità: come evitare i vampiri virali
La rete è popolata di contenuti branded che generano picchi di viralità, ma di cui tutti ricordano solo un attore o un tormentone, e nessuno ricorda invece il brand o il suo messaggio.leggi tutto
Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Il miglior posto al mondo dove mangiare è Modena. Chez Massimo Bottura
    Con la sua Osteria Francescana è di nuovo al primo posto dei 50 Best Restaurant. [...]
    Un anno di festa per la saga emiliana di Don Camillo e Peppone
    Un anno di festa per la saga emiliana di Don Camillo e Peppone
    Accade a 50 anni dalla scomparsa di Giovannino Guareschi[...]
    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    Dall'Università di Modena laurea Honoris Causa a Horacio Pagani
    L'imprenditore argentino diventerà dottore in Ingegneria del Veicolo[...]
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Marijuana sanitaria, in pochi mesi già un migliaio di pazienti trattati
    Si usa per ridurre il dolore neuropatico cronico di intensità elevata e trattare i pazienti affetti da sclerosi multipla con spasticità, in caso di resistenza alle terapie convenzionali.[...]
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Multata perchè, mentre puliva, dell'acqua finì in strada. Ora va in televisione
    Una sigora di Bomporto chiede giustizia per quel che le è accaduto loscorso febbraio[...]
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Si levano urla dal cimitero: uomo rimasto chiuso dentro chiede aiuto
    Allarme in paese per il via vai di lampeggianti blu nella notte[...]
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Un urlo squarcia la notte a Finale Emilia. Nessuna violenza, solo pene d'amore
    Brusco risveglio per tanti finalesi nella notte tra mercoledì e giovedì attorno alle 3 del mattino[...]
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Per la giornata del donatore arriva il gelato al gusto Avis
    Davanti alla gelateria che lancia l'iniziativa ci saranno i volontari dell’associazione a fare informazione[...]
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Il mistero della scritta in latino comparsa sulla ciclabile
    Si tratta di una epigrafe vergata su una tavola di legno piantata sul terreno[...]
    Pensano sia un allarme a tenerli svegli, invece è il canto dell'assiolo
    Pensano sia un allarme a tenerli svegli, invece è il canto dell'assiolo
    È il piccolo rapace cantato nella celebre poesia di Giovanni Pascoli[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: