SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

“Beni comuni”, nella Bassa gli spettacoli del teatro partecipato

Due mesi, undici Comuni, decine di attori e centinaia di cittadini coinvolti per riflettere, attraverso il teatro, su identità, comunità e futuro nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012: è questa la sfida

Un teatro e una cultura partecipati e condivisi, capaci di rigenerare il tessuto delle comunità colpite dal sisma del maggio 2012, attraverso l’esplorazione del concetto di Bene Comune questo, in estrema sintesi, l’obiettivo dell’omonimo, ambizioso progetto teatrale che, finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e promosso da Comune di Carpi, in collaborazione con ERT Fondazione e ATER, e con il patrocinio del Dipartimento delle Arti Visive Performative e Mediali dell’Università di Bologna, coinvolgerà undici Comuni del cratere sismico in un susseguirsi di oltre cinquanta iniziative che si svilupperanno dal 18 ottobre al 20 dicembre 2014 negli luoghi che, due anni fa, subirono quei tragici eventi.

Coinvolgere i territori, dunque, sia dal punto di vista della partecipazione attiva dei cittadini che delle realtà artistiche, scolastiche, associative e degli spazi culturali preesistenti, sviluppando un’articolata riflessione sul concetto di Beni comuni, per far sì che le varie collettività possano interrogarsi sul proprio recente passato, sui traumi subiti, attraverso un racconto corale in grado di operare un rinsaldamento delle proprie identità. Nel progetto sono infatti coinvolti, oltre al capofila Carpi, i Comuni di Mirandola, Cavezzo, Concordia, San Felice sul Panaro, Finale Emilia, San Possidonio, Novi di Modena, Cento, Campogalliano e Soliera.

Così come immaginato dal direttore artistico Claudio Longhi, la categoria di Bene comune sarà declinata in sei differenti prospettive – casa; lavoro; ‘cosa’ pubblica; storia, arte e tradizioni; ambiente natura, paesaggio; energia – e attraverso molteplici attività quali due atelier (grandi eventi teatrali collettivi), una decina di laboratori teatrali, musicali e di danza per adulti e studenti, sei mises en espaces, circa quaranta letture presso scuole e biblioteche, una serata inaugurale e un iniziative  conclusiva molto partecipata che restituisca in pieno il senso di questa importante avventura teatrale comunitaria ed itinerante. Ad animare concretamente il cantiere socio-culturale saranno gli attori del Gruppo di lavoro Beni Comuni (Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Olimpia Greco, Lino Guanciale, Diana Manea ed Eugenio Papalia) coadiuvati per alcune attività dai membri di BassaManovalanza (Giulia Cailotto, Alfonso De Vreese, Giulia Diomede, Marzia Gallo, Gabriele Genovese, Roberto Marinelli, Michele Mariniello, Elisa Proietti, Irma Ridolfini, Michele Segreto, Isacco Tognon e Matteo Vignati) gli ex-allievi del progetto di formazione artistica organizzato da ERT, Raccontare il territorio.

L’inaugurazione del progetto si terrà sabato 18 ottobre quando, alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Carpi, il pubblico potrà partecipare alla serata (ad ingresso gratuito) Mio, tuo… nostro. La città dei Pio e il suo centro storico ospiteranno anche l’evento conclusivo della rassegna, sabato 20 dicembre, per una giornata di festa e spettacolo che vedrà la realizzazione di un secondo atelier dal titolo ComunItalia. Tra questi due momenti di inaugurazione e chiusura si svolgeranno, come accennato, decine e decine di appuntamenti nei Comuni della Bassa modenese e non solo, eventi che porteranno al coinvolgimento, tra attori, cittadini e studenti, di centinaia di persone. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.progettobenicomuni.it e la pagina Facebook ‘BeniComuni’

Questo slideshow richiede JavaScript.

I  percorsi tra musica e danza per Beni Comuni

Ara Malikian e gli allievi dell’Istituto musicale Vecchi – Tonelli
Un talentuoso violinista di origini libanesi, le cui doti artistiche sono state riconosciute in numerosi contesti internazionali, ha iniziato le prove insieme agli allievi dell’Istituto superiore di studi musicali Vecchi – Tonelli. Da un lato la possibilità per i giovani musicisti di perfezionarsi insieme ad un grande virtuoso e, dall’altra, quella di restituire al territorio i risultati dell’esperienza, attraverso tre concerti: per le scuole di Finale Emilia il 18 novembre, per quelle di Soliera il 19 e, per finire, presso il Teatro Comunale di Carpi il 19 novembre.
Ottobre e novembre prove
18 novembre : h. 11.00, Le mie prime 4 stagioni per le scuole a Finale Emilia – Teatro Tenda
19 novembre : h. 11.00, Le mie prime 4 stagioni per le scuole a Soliera – Cinema Teatro Italia
19 novembre: nel pomeriggio prove al Teatro Comunale di Carpi
h. 21.00, concerto a Carpi

Sarah Jane Morris – Ian Shaw
Un’icona della musica mondiale e una tra le voci del jazz più importanti nel mondo anglosassone e non solo: due artisti del calibro di Sarah Jane Morris e Ian Shaw saranno a Cento, insieme, per un workshop musicale d’eccezione, rivolto ad aspiranti cantanti, studenti o semplicemente appassionati di canto. Sarah Jane Morris e Ian Shaw insegneranno loro a comporre e scrivere una canzone, organizzare un concerto e soprattutto cantare. Con questa iniziativa si vuole riportare una attività musicale a Cento, nonostante il teatro inagibile, e mantenere viva la partecipazione degli abitanti. L’esperienza culminerà nel concerto, previsto per il 5 dicembre, al Centro Pandurera.
1-4 dicembre incontro con i partecipanti e workshop a Cento
5 dicembre concerto a Cento (Centro Pandurera)

Aterballetto
Space. Il lento risveglio: questo il titolo del filone caratterizzato da due laboratori che si svolgeranno nei mesi di novembre e dicembre, rispettivamente a Carpi e Cento, e saranno curati da Arturo Cannistrà, ballerino, coreografo e responsabile dei progetti dell’area Educational di Aterballetto. Il percorso permetterà agli allievi e alle allieve di esplorare il concetto di spazio come luogo di incontro, scontro e modifica delle dinamiche artistiche attraverso un laboratorio coreografico neoclassico/contemporaneo. Creatività, tecnica e professionalità saranno gli strumenti di lavoro per creare, tra i maestri e gli allievi delle scuole di danza, un’alchimia che li guiderà nella grande performance corale di sabato 20 dicembre, nella giornata conclusiva del progetto Beni Comuni’, presso il Teatro Comunale di Carpi.
27 ottobre selezione partecipanti a Carpi
Novembre e dicembre laboratorio a Carpi
9 novembre selezione partecipanti a Cento
Dicembre laboratorio a Cento
19 dicembre prove generali
20 dicembre spettacolo a Carpi (Teatro Comunale)

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    La paura è collegata alla memoria: uno stimolo associato a un evento negativo del passato può attivare una reazione di allarme.[...]
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    Il collezionista sanfeliciano, la cui fama è ormai internazionale, sta lavorando ad un progetto di grande prestigio e ha proposte dall'estero[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: