SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

La conoscenza condivisa® è marchio di impresa, la presentazione alla Sogari

Guido Zaccarelli, autore del libro La conoscenza condivisa – verso un nuovo modello di organizzazione aziendale, ha presentato ufficialmente presso la ditta Sogariartigrafiche di San Felice s/Panaro il marchio d’impresa “ La conoscenza condivisa®”  che si propone di dare vita ad un nuovo modello organizzativo che vede nel “valore della persona” la forza necessaria per fare ruotare e transitare le nuove e future strategie di business dell’azienda.

L’evento, interamente in diretta streaming, si è svolto all’interno dell’area produttiva e oltre ai titolari, Attilio Sogari e Nadia Bocchi e tutto il personale dell’azienda, erano presenti  Alberto Silvestri, come Sindaco e Presidente dell’Unione dei Nove Comuni modenesi dell’area Nord e Michele Gulinelli quale Presidente del Consiglio dell’Unione Modenese dei nove comuni dell’area Nord.

Un punto di partenza presso la ditta Sogariartigrafiche di San Felice s/Panaro, per promuovere nelle aziende del territorio locale e nazionale, il marchio della conoscenza condivisa, con l’intento di avviare un percorso di valorizzazione della imprese che intendono differenziarsi all’interno di un mercato dinamico e altamente competitivo, sia nei confronti dei propri collaboratori che dei clienti esterni.

Lo scopo del marchio:

Rendere consapevole le aziende che è possibile rilanciare l’economia non solo agendo sul taglio dei costi e sulla riduzione del personale, ma valorizzando le persone e la conoscenza tacita, quella parte sommersa dei singoli saperi che può essere resa a disposizione delle organizzazioni attraverso la conoscenza condivisa® che fonda le sue radici sul principio del bene comune e nella condivisione delle esperienze dove le persone sono attrici del cambiamento.

Migliorare la percezione del cliente esterno nell’acquisto di un prodotto o servizio, che diventa consapevole dell’impegno dell’azienda nel valorizzare le persone e ad applicare modelli organizzativi declinati sulla conoscenza condivisa.

In questo modo l’azienda limita gli sforzi destinati alla ricerca di conoscenza esterna prodotta da persone poste al di fuori dell’organizzazione che la possano aiutare nel sostenere la capacità di raggiungere i propri obiettivi dichiarati in fase di pianificazione strategica.

L’adozione di questi comportanti evita all’impresa di dissipare, nel breve, medio e lungo periodo energie inutili, preziose per mantenere vivo lo spirito e il virtuosismo imprenditoriale destinandole al proprio interno alla ricerca e allo sviluppo, in piani formativi trasversali e in investimenti strutturali di lunga durata.

Cambierà il modello organizzativo che assumerà nel tempo una forma orizzontale, dove tutte le persone potranno appagare il loro desiderio di conoscere, di saziarsi, per essere parte attiva del cambiamento e sostenere l’azienda nel difficile compito di raggiungere i comuni obiettivi.

Il vertice e la base comunicheranno all’interno di un canale, non solo reale e virtuale, ma anche reale, dove le informazioni scorreranno ad elevata velocità e a doppio senso di marcia, favorendo la possibilità di superare con estrema facilità la presenza di eventuali anfratti che potrebbero rallentare oppure ostacolare il flusso delle comunicazioni.

Le persone si confronteranno alla pari per un obiettivo comune.

In buona sostanza, occorre mirare a rendere l’ambiente di lavoro un luogo felicitante un luogo cioè dove le persone scoprono di essere non solamente rispettate ma anche aiutate a crescere.

Questo è il fine ultimo di una progettazione organizzativa che vede nella persona il punto di snodo capace di raccogliere le nuove sfide competitive che la globalizzazione va ponendo con insistenza crescente.

Obiettivo, è la Wiki azienda, Un pianeta globale dove ogni individuo è parte della globalità:  «Una Wiki azienda è un’organizzazione liquida che adotta il protocollo della conoscenza condivisa».

Quest’organizzazione prevede una gestione legata alle specifiche attività, con una forte attenzione ai cambiamenti significativi dell’individuo personali e professionali e alla modifica degli interessi che, una volta ascoltati, contribuiscono a rendere ancora più efficiente i livelli di perfomance aziendale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sindaco  Alberto Silvestri, ha parlato di una vera rivoluzione di pensiero che cerca di allontanarsi dai dogmi che sin d’ora hanno caratterizzato le organizzazioni aziendali, auspicando che nel tempo , questo realmente contribuire a realizzare modelli d’impresa declinati sul valore della persona in grado di muoversi con dinamismo all’interno dei mercati globali.

Il presidente Michele Gulinelli, ha valorizzato l’idea e il progetto che sta alla base del marchio d’impresa e ha manifestato l’impegno di contribuire come Presidente del consiglio dell’Unione, alla diffusione nelle imprese per sensibilizzarle ad adottare nuove modalità organizzative.

Nadia Bocchi, co-titolare con il marito Attilio Sogari dell’azienda che ha tenuto a battesimo il marchio, si è rivolta al personale invitandolo a muoversi verso questo nuovo modello organizzativo che è incentrato soprattutto su di loro e sulla capacità di promuovere iniziative, suggerimenti e azioni che vadano nella direzione di sostenere l’impresa nel difficile compito di affrontare le dinamicità offerte dai mercati in continua evoluzione. «Il Futuro dell’azienda dipende da voi e dalla vostra capacità di innovare e di sapere innovarsi ogni giorno proponendo soluzioni sulle quali l’azienda può trarre vantaggio competitivo e garantirsi un sano e solido futuro imprenditoriale»

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchStefano e Gabriele si sposano, è la prima unione civile della Bassa
    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice

    Curiosità

    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    Tartaruga scappa di casa e la trovano a passeggio in via San Clemente
    L'ha trovata un bastigliese, attorno all'ora di pranzo di lunedì[...]
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Pinnacolo, che passione: 138 coppie sisono sfidate a Ponte Alto - LE FOTO
    Premiate anche la coppia più giovane e quella più matura e anche a quella col punteggio più basso[...]
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    I modenesi mettono in tavola un etto di carne al giorno
    Confesercenti: “Consumi moderati, ma comunicazione errata e troppo allarmismo. Serve informare sui benefici”[...]
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    C'è chi perde un cappello e c'è chi perde... un drone
    Più di 500 gli oggetti smarriti in un solo mese in città[...]
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    Esulta dopo l’etilometro negativo. Ma è positivo alla marijuana
    E' accaduto la scorsa notte a Carpi: protagonista un 32enne[...]
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    Da San Possidonio a Gemonio con lo gnocco fritto
    La tradizione arriva dagli anni della solidarietà post terremoto 2012 e ormai è consolidata[...]
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    La collezione di figurine di Bellini pronta a diventare un museo
    Il collezionista sanfeliciano, la cui fama è ormai internazionale, sta lavorando ad un progetto di grande prestigio e ha proposte dall'estero[...]
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Tra le imprenditrici più influenti d'Italia c'è Margherita Vizio di Mirandola
    Il suo nome emerge tra le 150 donne che il magazine dell'innovazione delle start up italiane StartupItalia ha messo in fila[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: