A Finale Emilia tutto pronto per Luca Toni che inaugura il Centro sportivo

Tutto pronto a Finale Emilia in attesa di lunedì 13 ottobre, quando alle ore 10,30, si inaugura il nuovo palazzetto dello sport assieme al campione mondiale Luca Toni. Un impianto realizzato grazie ai fondi messi a disposizione dal ministero per la Pubblica Istruzione, all’impegno della struttura commissariale della Regione Emilia Romagna, della direzione didattica dell’Istituto Comprensivo Castelfranchi e dell’amministrazione comunale.
Alla cerimonia inaugurale, come detto,  sarà presente il centravanti della Nazionale italiana di calcio campione del mondo nel 2006 e attuale attaccante dell’Hellas Verona, Luca Toni che, nei mesi successivi al terremoto, si è prodigato per organizzare in Germania – dove all’epoca giocava – una partita del cuore, il cui ricavato è stato oggetto di una cospicua donazione al Comune di Finale. Se gli impegni televisivi glielo consentiranno interverrà all’evento anche il cantante e musicista Paolo Belli, che a settembre 2012 aveva portato la Nazionale Cantanti a giocare a Carpi contro il “Teniamo botta team” un incontro di calcio che ha avuto tra i beneficiari anche il Comune di Finale Emilia. A rappresentare l’istituzione regionale sarà invece l’assessore alle Attività Produttive, piano energetico, economia verde, autorizzazione unica integrata Luciano Vecchi.palazzetto2014invito

“La nostra città meritava uno spazio sportivo di queste dimensioni – dice il sindaco di Finale Emilia, Fernando Ferioli – e soprattutto le scuole primaria e secondaria avevano assoluta necessità di poter disporre di spazi adeguati per svolgere nel modo migliore le attività di educazione fisica che negli ultimi due anni hanno subito, purtroppo, notevoli limitazioni”.
“L’associazionismo sportivo finalese – puntualizza l’assessore comunale allo Sport, Fabrizio Mengoli – potrà trarre linfa vitale da questa nuova struttura che sarà nella disponibilità delle diverse società che oggi possono contare anche sulla palestra dell’ex bocciofila e sugli impianti dell’Istituto Calvi e del Liceo Morandi. Una disponibilità di spazi sportivi che ci auguriamo possa consentire un concreto sviluppo di tutte le discipline, in particolare di quelle che si rivolgono ai più giovani”.

La nuova struttura
Il nuovo palazzetto dello sport offre un contributo alla creazione dell’identità del nuovo polo scolastico. La disposizione dell’edificio, all’interno del lotto, è stata pensata in base all’orientamento percorsi/accessibilità e funzione sociale. Situato in posizione baricentrica, tra la scuola elementare già esistente e la nuova scuola media, i cui lavori di costruzione inizieranno entro l’anno, è dotato di percorsi di connessione con gli istituti che potranno essere successivamente coperti con pensiline o pergolati. Il palazzetto nasce per essere un edificio polifunzionale, ove potranno svolgersi eventi importanti per la collettività in ogni periodo dell’anno.
Il corpo principale della palestra è costituito dal manufatto, di altezza interna netta 7,5 m, comprendente la superficie dei campi da gioco e la tribuna spettatori e da due volumi accessori più bassi, ove sono previsti gli spogliatoi e l’atrio con i servizi per il pubblico. L’elemento architettonico che caratterizza la struttura è la copertura piana in legno con le pensiline aggettanti che corrono lungo tutto il perimetro fino a divenire un porticato alto nella zona di ingresso del pubblico. Il cappotto termico esterno sulle pareti, con il pacchetto di copertura, assicurano l’ottenimento di una classificazione energetica oltre i parametri della classe energetica A stabiliti dalla Regione Emilia Romagna. Sulla copertura è anche posizionato un impianto fotovoltaico di potenza complessiva pari a 22,05 kWp, destinato a operare in parallelo alla rete elettrica con scambio sul posto.

palazzetto interno palazzetto esterno
All’interno del palazzetto, complessivamente, l’area dedicata agli spazi di gioco e al pubblico è di poco superiore ai mille metri quadrati. Il corpo di fabbrica della palestra comprende area gioco per pallavolo, pallacanestro e calcio a cinque, con relative fasce di rispetto e la tribuna spettatori che è stata ubicata sul lato sud, in modo da avere alle spalle una parete irraggiata dal sole e consentire al pubblico di guardare lo spettacolo sportivo senza abbagliamento. Il prospetto della palestra che si affaccia sul lato nord – e quindi verso la campagna – è caratterizzato da tre ampie pareti vetrate in alluminio a taglio termico che forniscono un’illuminazione naturale non abbagliante.
Il pavimento della zona di gioco è realizzato in cloruro di polivinile di spessore 9 mm, senza aggiunta di cariche minerali, con trattamento batteriostatico e antimicotico superficiale e trattamento foto-reticolato in grado di ridurre il coefficiente di scivolamento, oltre a eliminare il rischio di ustioni da attrito (come invece può capitare con pavimenti in legno).
La copertura è caratterizzata da travi principali in legno lamellare inserite all’interno di una sella ricavata sulla sommità dei pilastri in cemento e opportunamente ancorate. Gli infissi esterni sono a taglio termico e offrono elevate prestazioni di resistenza e durabilità.

Dati tecnici:
Superficie netta della palestra: 1.353,32 metri quadrati
Campo da gioco, zone di rispetto, tribuna per il pubblico (250 posti): 1.048,16 mq
Zona ingresso pubblico e relativi servizi igienici: 46,15 mq
Zona spogliatoi alunni e atleti: 188,61 mq
Depositi e locali, vani tecnici: 70,40 mq
Altezza netta interna: 7,5 m

 

Sul Panaro on air

    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa
    • WatchAttrezzature d'epoca per l'esercitazione dei pompieri
    • WatchIl pm Lucia Musti sull'omicidio di Finale Emilia

    Curiosità

    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    Operato al cervello mentre suona il clarinetto
    L'intervento, per asportare un tumore, a Ferrara. È il primo del genere in Italia[...]
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Nominati nuovi Maestri Assaggiatori per l'Aceto Balsamico Tradizione
    Il titolo viene rilasciato dopo 4 anni di degustazioni con almeno 40 assaggi all'anno. E un severo esame [...]
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Il sole splende e il clima è freddo: è Estate di San Martino
    Tradizionalmente durante questi giorni si aprono le botti per il primo assaggio del vino nuovo, che viene abbinato alle prime castagne.[...]
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Sla, premiata ricercatrice dell'ospedale Baggiovara
    Jessica Mandrioli, responsabile del Centro SLA, riceverà un finanziamento per una ricerca innovativa da svolgersi nei prossimi 2 anni sui meccanismi patogenetici della malattia[...]
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    I pensionati modenesi sono sempre più smart, e non ritirano più la pensione
    Negli uffici postali della provincia di Modena meno pensioni cash allo sportello e sempre più accrediti su libretto o conto Bancoposta[...]
    Altro che brodo: ecco i tortellini alla carbonara
    Altro che brodo: ecco i tortellini alla carbonara
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Ghirlandina, al via i lavori: le visite proseguono fuori
    Ghirlandina, al via i lavori: le visite proseguono fuori
    Sarà proposto un servizio di visita guidata cosiddetta “orizzontale”, ovvero condotta, senza salire, agli esterni di Torre, piazza Grande e Duomo, [...]
    E la Mercedes esulta sfrecciando davanti a casa Ferrari - IL VIDEO
    E la Mercedes esulta sfrecciando davanti a casa Ferrari - IL VIDEO
    Sui social la scuderia festeggia... a Maranello, ma concede alla Rossa l'onore delle armi: "Il valore di una vittoria è nella grandezza degli avversari"[...]